login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

La Tecnica del Pomodoro per allenare la concentrazione

Ascolta l'articolo

La tecnica del pomodoro aiuta ad allenare la concentrazione, a mantenere alta l’attenzione, ad evitare la procrastinazione e ad essere produttivi: come funziona

tecnica pomodoro per rimanere concentrati Shutterstock

Quando si devono svolgere numerose attività impegnative è importante avere un’alta attenzione un’elevata concentrazione. Se i problemi della quotidianità incombono, continuare a mantenere buono il livello di produttività può essere complicato, ma adottando alcune tecniche può essere utile per riuscire a portare a termine tutti i propri compiti nella maniera migliore. Tra queste vi è la tecnica del pomodoro.

Quest’ultima è stata inventata dagli anni ’80 da Francesco Cirillo, al tempo studente di ingegneria e successivamente sviluppatore di software. Stava cercando un modo per gestire al meglio il suo tempo e lo studio per gli esami universitari.

I Tech-Quiz di Mister Plus

0/ 0
Risposte corrette
0' 0"
Tempo impiegato
Vai alla classifica

La tecnica del pomodoro prende il suo nome alla forma del timer utilizzata da Cirillo per misurare il tempo. È molto utile per evitare la procrastinazione, per abituarsi a sessioni di intenso lavoro e per allenare la propria capacità di time management.

  • 1. Tecnica del pomodoro: cosa serve per iniziare
    Timer

    Shutterstock

    Per iniziare ad utilizzare la tecnica del pomodoro servono pochi strumenti. È necessario possedere un timer. Può essere uno da cucina, a forma di pomodoro come quello utilizzato dall’inventore della tecnica, o quello dello smartphone o di altri apparecchi elettronici.

    È consigliabile sceglierne uno che produca un suono leggero con il passare del tempo, un ticchettio che aiuti la mente ad interiorizzare il trascorrere dei minuti e il passaggio da una sessione di lavoro ad un momento di relax.

    Servono dei fogli, o un quaderno, per scrivere la lista delle attività da svolgere durante la giornata e per appuntare il numero di pomodori che vengono portati a termine. Può essere utile creare un elenco per individuare tutti gli strumenti necessari per svolgere i propri compiti.

  • 2. Individuare tutti i compiti da portare a termine
    To do list

    Shutterstock

    La tecnica del pomodoro consiste nel suddividere il lavoro in attività e in sessioni che non siano più lunghe di 25 minuti, alle quali segue una pausa di circa cinque minuti. Prima di iniziare, è bene individuare tutti i compiti da portare a termine, in modo da avere ben chiaro cosa è necessario fare durante la giornata.

    La pianificazione delle attività è essenziale. Il piano di lavoro deve essere realistico e fattibile: inserire troppe attività, impossibili da portare a termine durante la giornata, potrebbe portare ad un senso di frustrazione e insoddisfazione. Le task individuate vanno affrontate una alla volta. 

  • 3. Impostare il timer a 25 minuti
    Impostare il timer

    Shutterstock

    Il timer va impostato a 25 minuti, durante i quali si lavora senza distrazioni e senza fermarsi ad un’unica attività. Ciò significa che durante questo tempo non si devono leggere e-mail, distrarsi con lo smartphone, fare telefonate non necessarie e tutto ciò che potrebbe determinare un’interruzione.

  • 4. Eliminare tutte le distrazioni
    Persona che usa smartphone

    Shutterstock

    La rimozione delle distrazioni è essenziale per essere estremamente produttivi nei 25 minuti di lavoro. È utile avere una scrivania ordinata e tutto ciò di cui si ha bisogno a portata di mano: non si deve perdere tempo nel cercare penne, matite, calcolatrice o altri strumenti.

    Importante anche interrompere la riproduzione della musica e spegnere televisori o altri fonti che potrebbero disturbare durante l’attività e attirare la curiosità.

  • 5. Lavora senza distrarti fino a quando suona il timer
    Lavoro al pc

    Shutterstock

    Una volta individuate le attività da svolgere, eliminate le fonti di distrazioni, recuperato tutto l’occorrente necessario è arrivato il momento di mettersi a lavoro. Svolgere i propri compiti senza fermarsi e senza distrarsi finché il timer non suona. Quando ciò accade, segnare una spunta sul quaderno, sul libro o su un foglio.

    Non esistono pomodori di diversa dimensione. Sono tutti da 25 minuti. Se si interrompe il lavoro, la sessione deve essere considerata annullata e si deve iniziare di nuovo da capo.

    Se si riesce a terminare la propria attività prima dello scadere del tempo, si continua a lavorare iniziando ad eseguire la task successiva pianificata prima di iniziare a lavorare o ricontrollando quello che è stato eseguito per poter individuare errori o miglioramenti da apportare.

  • 6. Prendersi una pausa
    Team di lavoro in pausa

    Shutterstock

    Al termine dei 25 minuti, ci si deve prendere una prima pausa. Può sembrare un lasso di tempo troppo breve per avere la necessità di riposarsi, ma fermarsi per 3-5 minuti permette di interiorizzare ciò che si è fatto e di recuperare le energie per affrontare un’altra sessione di lavoro di 25 minuti senza distrazioni e con un elevato livello di concentrazione. Le pause non possono essere saltate, ma sono obbligatorie.

    Durante la pausa è bene non restare davanti al computer o ai libri, ma allontanarsi, camminare all’aria aperta, parlare con i propri colleghi, bere qualcosa di caldo o fare uno spuntino. Cinque minuti sono sufficienti per recuperare le energie, ma non abbastanza per perdere la concentrazione. 

    È estremamente importante riuscire a non protrarre le pause oltre i cinque minuti. Trascorso questo tempo, occorre tornare ad essere immediatamente produttivi.

  • 7. Iniziare un nuovo pomodoro
    Organizzazione

    Shutterstock

    Dopo cinque minuti di pausa, si imposta di nuovo il timer a 25 minuti e si inizia a lavorare. Ogni quattro pomodori completati si termina un set: a questo punto ci si può prendere una pausa più lunga che va dai 15 ad un massimo di 30 minuti, a seconda delle proprie esigenze.

  • 8. Interruzioni esterne: come gestirle
    Persona che lavora al pc

    Shutterstock

    Quando si lavora in un ufficio o a contatto con altre persone, è possibile subire delle interruzioni esterne. Si può ricevere una telefonata a cui è importante rispondere o essere chiamati dai colleghi che hanno bisogno di informazioni o semplicemente vorrebbero conversare.

    In questi casi, è importante riuscire a rimandare con fermezza le conversazioni nei minuti di pausa e a recuperare il tempo perso durante le telefonate improrogabili.

  • 9. Tecnica del pomodoro, le app sui dispositivi mobili
    Timer

    Shutterstock

    È possibile effettuare il download di alcune applicazioni, il cui utilizzo è nella maggior parte delle volte gratuito, che aiutano ad attuare la tecnica del pomodoro e a mantenere alta la concentrazione. Tra queste, per esempio, vi sono Pomodoro Timer e Focus To-Do: Pomodoro&Attività.

    Per saperne di più: Che cosa sono le soft skills

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
TecnologicaMente
Sei schiavo dello smartphone o padrone del tuo tempo?
Immagine principale del blocco
Sei schiavo dello smartphone o padrone del tuo tempo?
Fda gratis svg
Fai il test e scopri se è ora di un digital detox!
Fai il test gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.