login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

WhatsApp ti ascolta mentre dormi?

Ascolta l'articolo

Un ex ingegnere di Google ha lanciato l’allarme dopo aver scoperto che il microfono di WhatsApp era attivo di notte: cosa è successo e l’affondo di Elon Musk

whatsapp Shutterstock

La sicurezza e la tutela della privacy sono temi che stanno particolarmente cuore agli utenti che utilizzano il web quotidianamente e che sono sempre al centro dell’attenzione di tutti. Questa volta a finire nel mirino è l’applicazione di messaggistica istantanea più famosa, WhatsApp. Sono stati destati sospetti sulla sua affidabilità a causa di alcuni screen mostrati da un ex-ingegnere di Google e che attualmente sta lavorando per Twitter, Foad Dabiri.

A fare da cassa di risonanza all’allarme lanciato dal professionista proprio l’attuale CEO di Twitter, Elon Musk, che ha acquistato la piattaforma lo scorso autunno per 44 miliardi di dollari. L’imprenditore ha messo in allarme gli utenti del web attraverso un retweet al vetriolo.

WhatsApp, microfono acceso durante la notte: cosa è successo

Microfono di Whatsapp acceso durante la notte, mentre l’utente sta dormendo e non sta svolgendo alcuna attività sull’applicazione. A notare questa anomalia è stato l’ex ingegnere di Google Foad Dabiri, che analizzando il report della funzione Privacy Dashboard di Google del suo smartphone ( uno strumento che garantisce trasparenza e consente di avere sotto controllo ciò che avviene sul proprio device) ha notato come ci fosse un’attività insolita dell’app sul dispositivo durante le ore notturne nonostante l’inattività del proprietario del dispositivo.

Ha così deciso di mostrare ciò i dati a tutti gli utenti del web attraverso un tweet, che pur essendo molto pacato è stato immediatamente ricondiviso da Elon Musk. Quest’ultimo ha aggiunto una frase provocatoria: “Non ci si può fidare di WhatsApp”. Il contenuto è diventato velocemente virale, suscitando la preoccupazione di moltissime persone in tutto il mondo.

WhatsApp e microfoni accesi di notte, la spiegazione dell’azienda

La risposta di WhatsApp non è tardata ad arrivare. Attraverso un tweet dal canale ufficiale è stato spiegato che la società è rimasta costantemente in contatto con Foad Dabiri per poter capire cosa stesse succedendo. Il problema, molto probabilmente, non era della famosissima applicazione di messaggistica istantanea, ma derivava da un bug della Privacy Dashboard di Google.

La piattaforma avrebbe letto in maniera poco corretta alcuni dati ricevuti da WhatsApp restituendo al proprietario dello smartphone in questione dei risultati non corretti. L’attività del microfono della realtà, quindi, non era quella che era stata riportata all’interno del report.

WhatsApp ha informato Google, in modo da permettergli di sistemare il bug quanto prima e rassicurare tutti gli utenti del web che utilizzano l’applicazione per comunicare quotidianamente con amici, parenti, colleghi e altre persone in tutto il mondo. 

Google sta attivamente lavorando al problema che, come ha dichiarato, verrà risolto nel più breve tempo possibile.

Per saperne di più: Guida a WhatsApp: come usare e installare WhatsApp

A cura di Cultur-e
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.