I social network sono ormai uno strumento costantemente utilizzato dalle aziende e da ogni tipo di organizzazione per diffondere messaggi, per promuovere prodotti o servizi o per aumentare la visibilità e la notorietà dei brand.

Twitter, Facebook, Pinterest, Instagram, TikTok e Linkedin vengono quotidianamente inseriti nelle strategie di marketing nelle imprese appartenenti ai settori più disparati e utilizzati come mezzi di comunicazione per entrare in contatto con un pubblico sempre più ampio.

Twitter è stato tra i primi social network ad essere utilizzato nelle strategie di aziende e associazioni che ne hanno immediatamente capito le potenzialità.

Per ottenere dei risultati, però, richiede un approfondito studio e una conoscenza basilare di tutte le sue caratteristiche e funzionalità. 

Il suo obiettivo, infatti, è principalmente quello di favorire la diffusione delle informazioni e delle notizie. Una volta trovata la chiave giusta per comunicare con il proprio pubblico e aver realizzato un piano editoriale fondato sulle necessità del target è però possibile raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati e cogliere importanti opportunità.

Gli strumenti che Twitter mette a disposizione degli utenti e delle aziende sono tanti: conoscerli e saperli utilizzare offrirà la possibilità di comunicare con un gran numero di persone che condividono interessi e opinioni. La società ha inoltre sviluppato una piattaforma pubblicitaria particolarmente efficace che aiuta le aziende a raggiungere obiettivi di marketing con semplicità.

  • 0. Twitter: il social per la diffusione delle informazioni e delle notizie

    twitter

    Twitter è uno dei social network più conosciuti e diffusi in tutto il mondo. Lanciato nel luglio del 2006 e a un’idea di Jack Dorsey, è un servizio di notizie e di microblogging. Consente a tutti gli utenti, che ancora oggi sono costantemente in crescita in ogni parte del mondo, di postare brevi messaggi, chiamati tweet, corredati di hashtag per permettere ai lettori di trovare le informazioni per loro più interessanti filtrando per argomento.

    Semplicità, rapidità ed immediatezza di utilizzo, hanno permesso a Twitter di trovare ampio seguito e, per lungo tempo, ha tenuto testa ad uno dei social più famosi: Facebook.

    La sua utilità si è resa evidente soprattutto in occasioni di eventi particolari, come le catastrofi naturali, o in situazioni particolarmente delicate, come gli scenari di guerra. 

    Le notizie, grazie a Twitter, hanno iniziato a circolare velocemente senza passare dai tradizionali canali dedicati all’informazione. A fornire delucidazioni su ciò che stava realmente accadendo erano gli stessi cittadini, che grazie al social e ad un utilizzo sapiente degli hashtag, hanno potuto documentare i fatti in prima persona.

    Perfetto per il liveblogging, Twitter è così riuscito a rivoluzionare il mondo del giornalismo.

    I professionisti del settore lo hanno scelto come canale per comunicare e per strutturare delle strategie di personal branding per aumentare la loro autorevolezza. È infatti l’ideale per permettere il diffondersi veloce delle notizie, che vengono lette in breve tempo dal maggior numero di persone possibili.

    Twitter è riuscito anche a diffondersi tra i comuni utenti non solo per la ricerca delle notizie, delle informazioni, ma anche per lo scambio delle opinioni, la condivisione di contenuti con amici e come strumento per socializzare con altri individui, attestandosi così come social network.

    Stando a quanto riportato dal Digital 2022 Global Overview Report, pubblicato da We Are Social in collaborazione con Hootsuite, gli utenti di Twitter sono circa 436,4 miliardi in tutto il mondo. Un numero consistente, che ha attirato anche l’attenzione delle aziende interessate a conquistare l’attenzione di nuovi potenziali clienti e a promuovere la propria immagine. 

    Per loro, inoltre, Twitter ha predisposto una piattaforma pubblicitaria con sofisticati strumenti di targeting che permette di raggiungere, attraverso l’investimento di somme di denaro, un gruppo di individui pronti ad interagire con il brand.

    Grazie alle statistiche messe a disposizione, è possibile tenere sotto controllo tutte le metriche ritenute opportune e comprendere l’efficacia delle proprie azioni.

  • 1. Social Media Marketing e Twitter

    app di twitter

    Tutte le aziende che vogliono restare competitive guardano ai social network come potenti canali per poter trasmettere messaggi ad un pubblico sempre più ampio e potenzialmente interessato ai servizi e ai prodotti offerti. Sono, inoltre, un ottimo mezzo per incrementare la notorietà del brand e permettergli di superare i limiti geografici.

    Tanti sono i social network che le aziende e le organizzazioni possono sfruttare per raggiungere i propri obiettivi, come Facebook, Linkedin, Pinterest, Twitter, TikTok e Instagram.

    Non tutte le piattaforme, però, sono uguali: si distinguono per caratteristiche, funzionalità, pubblico e tipologia di contenuti condivisibili.

    Prima di scegliere quali canali presidiare si deve procedere ad un’attenta analisi per identificare gli obiettivi del brand, i punti di forza, i punti di debolezza, le opportunità che si possono cogliere e gli ostacoli da superare. È bene anche definire il budget e le risorse a disposizione per raggiungere il target e per creare contenuti efficaci e di valore.

    Una volta analizzati tutti gli elementi utili, sarà più semplice selezionare il social network adatto per trasmettere i propri messaggi. A questo punto sarà opportuno creare un piano editoriale, in cui vengono inseriti i contenuti che si vogliono pubblicare, e un calendario editoriale.

    Una volta che i primi contenuti sono stati pubblicati, è bene restare vigili, rispondere ai commenti, interagire con gli utenti, monitorare gli effetti di ogni azione intrapresa e valutare se le decisioni prese stanno portando ai risultati sperati o se ci sono delle modifiche da apportare per ottimizzare la strategia adottata.

  • 2. Le caratteristiche e le funzionalità di Twitter

    persona che usa app di twitter

    Twitter è un social network e una piattaforma di microblogging per la diffusione delle informazioni e delle notizie a cui si accede gratuitamente dal computer, tramite la versione Web, e dai dispositivi mobili. La società ha infatti creato un’applicazione scaricabile su smartphone e tablet che supportano sia il sistema operativo Android che iOS.

    Per utilizzare Twitter nel modo giusto bisogna conoscerne gli elementi principali, capire la loro funzionalità ed imparare ad utilizzarli.

    Il primo passo per accedere alla piattaforma è quello di creare un profilo. Per farlo serve un’e-mail valida o un numero di telefono. Sarà necessario inserire un nome utente e un identificativo, ossia quello che gli altri utenti utilizzeranno per fare menzioni, rispondere ai commenti o inviare messaggi diretti, che sia facilmente memorizzabile. Il nome può essere modificato in un secondo momento.

    Coloro possono essere oggetto di confusione di identità e i personaggi pubblici o realtà molto famose possono ottenere un account Twitter verificato, contraddistinto da una spunta blu che ne indica l’autenticità.

    Nel profilo sono presenti tutte le informazioni che vogliono essere mostrate e che possono essere utili agli utenti per comprendere immediatamente le attività e gli interessi dell’account. Vi è una bio di massimo 160 caratteri, un’immagine di copertina e una di profilo. Sono inoltre visibili tutti i contenuti pubblicati dall’utente. 

    Con il proprio account Twitter si possono seguire gli altri utenti ritenuti interessanti, diventando loro follower.

    In questo modo i tweet condivisi da quest’ultimi appariranno nella propria home nello stesso istante in cui vengono pubblicati. È un buon modo per tenere sotto controllo le attività di professionisti del settore, personaggi rilevanti e competitor.

    Il profilo può diventare un account professionale, che permette di distinguersi come creator aziendale o professionista. Per effettuare il passaggio da un account comune a quello professionale bisogna avere un nome account, una bio e un’immagine del profilo e la reale identità deve essere chiara. 

    Gli utenti, su Twitter, condividono tweet, ovvero brevi messaggi. Inizialmente erano di un massimo di 140 caratteri, che sono poi stati ampliati a 280. I tweet possono contenere immagini, sondaggi, GIF e video. Possono, inoltre, essere geolocalizzati. 

    Gli utenti di Twitter condividono tweet, brevi messaggi di massimo 280 caratteri che possono contenere anche immagini, GIF e video.

    Twitter funziona anche come motore di ricerca, permettendo agli utenti di trovare facilmente ciò di cui hanno bisogno: tweet, hashtag e profili. Ci sono diversi modi per esplorare le attività degli altri utenti o trovare nuovi account interessanti da seguire.

    Il metodo più veloce è quello di fare ricerche per hashtag. In questo modo verranno visualizzati tutti i messaggi pubblici lasciati dagli altri utenti su un determinato argomento. Si potranno seguire conversazioni, eventi o ricevere in tempo reale notizie. Inserendo, invece, solo le parole chiave verranno visualizzati tutti i tweet che le contengono.

    In fase di ricerca, i tweet vengono mostrati in due modi. Nella sezione ‘popolari’ è possibile visualizzare tutti quelli che contengono gli hashtag o le parole chiave inserite, in ordine di popolarità. Quelli che hanno ottenuto più interazioni hanno la priorità. Nella sezione ‘recenti’, invece, i tweet sono presentati in ordine cronologico, dal più recente al meno attuale.

    Nei tweet possono essere citati altri utenti attraverso le menzioni. Per farlo è sufficiente digitare ‘@’ seguita dal nome utente. Questo coinvolgerà nella conversazione persone o aziende direttamente interessate, sollecitando un confronto.

    Sui social network le interazioni sono essenziali. Su Twitter possono prendere vita attraverso diverse funzioni offerte dalla piattaforma. Si può mettere ‘like’ ai singoli tweet per dimostrare apprezzamento e per inserirli tra i propri preferiti, commentarli per avere un confronto o manifestare la propria opinione. 

    C’è poi la possibilità di retwittare un messaggio, dandogli una maggiore popolarità rendendolo visibile anche nel proprio profilo e ai propri followers, o citare il tweet, mostrandolo agli altri utenti aggiungendo il proprio commento o punto di vista.

    Infine, si possono inviare messaggi diretti agli altri utenti per avere conversazioni private e non visibili a tutti. I messaggi privati possono essere inviati a profili personali o a gruppi, purché siano tra i follower e non abbiano limitato, tramite le impostazioni, questa funzione.

    Attraverso le tendenze è possibile scoprire gli argomenti più discussi del momento su Twitter.

    Su Twitter è possibile sapere quali sono le tendenze del momento, ossia gli argomenti o gli hashtag più utilizzati in un determinato periodo. Vengono stabilite attraverso un algoritmo e possono essere personalizzate in base agli utenti seguiti, alla località e alle proprie preferenze.

  • 3. Twitter: come utilizzarlo

    app di twitter e versione desktop

    Per iniziare ad utilizzare Twitter è bene inserire un identificativo che sia facilmente memorizzabile e, nel caso delle aziende, che sia ricollegabile al nome dell’attività. Sarà così più semplice per gli altri utenti e per i clienti trovare e menzionare il profilo.

    Quando si creano i contenuti per Twitter è opportuno tenere presente che i contenuti pubblicati devono essere brevi, non devono superare i 280 caratteri (compresi gli hashtag) e devono avere un tono di voce riconoscibile. È necessario, quindi, riuscire a riassumere in poche parole ciò che si vuole dire, creando messaggi chiari e concisi.

    Nei messaggi possono essere inserite delle menzioni quando si parla di altri utenti ed è sempre opportuno utilizzare degli hashtag pertinenti. Sono questi a determinare l’argomento di cui si parla e a far sì che il tweet venga mostrato anche a coloro che non seguono il profilo ma che sono interessati al tema discusso.

    Inserire elementi multimediali, come immagini, video o gif, renderà il tweet più attraente per gli utenti, che lo noteranno con maggiore facilità.

    È sempre consigliabile, quindi, corredare il contenuto testuale con altri elementi che rendano il messaggio incisivo.

    Per le aziende e per i professionisti è importante sollecitare le interazioni degli utenti, ponendo domande e creando dei sondaggi. Sono proprio le reazioni dei follower e degli altri profili a determinare la viralità di un tweet e a favorirne il posizionamento tra quelli popolari.

    Per consolidare la propria presenza, inoltre, è bene che la comunicazione non sia unidirezionale. È opportuno costruire un rapporto con gli utenti, rispondendo ai loro dubbi, alle loro domande, alle osservazioni e ai messaggi diretti.

    Con Twitter è possibile restare aggiornati sulle attività degli altri profili interessanti, come amici, atleti preferiti, attori, comici, esperti del settore, semplicemente seguendo. Non vi è obbligo di reciprocità, quindi si può essere follower di chiunque si voglia senza la necessità di essere seguiti a propria volta.

    Twitter permette di monitorare gli effetti suscitati dai tweet e le interazioni provocate. Per ogni contenuto pubblicato, così, sarà possibile conoscere interessanti metriche come la copertura, il numero preciso di retweet, risposte, Mi piace, follow o clic ricevuti e informazioni dettagliate sul tipo di pubblico.

  • 4. Twitter per le aziende: i vantaggi

    twitter

    Twitter offre grandi opportunità alle aziende, tra cui la possibilità di entrare in contatto con un numero di utenti e possibili clienti difficili da raggiungere in altri modi, ma richiede impegno e costanza. Elaborare una strategia e metterla in atto non è semplice come può apparire. 

    Essere presenti su questa piattaforma social richiede infatti degli investimenti. Sono necessarie risorse in termini di tempo, denaro e personale qualificato che è in grado di realizzare contenuti interessanti e di sponsorizzarli adeguatamente.

    Le aziende che decidono di utilizzare Twitter nella propria strategia di marketing possono cogliere importanti opportunità.

    I vantaggi riscontrabili sono però senza dubbio tanti. Innanzitutto, grazie a Twitter, le aziende e le organizzazioni di ogni settore possono ottenere feedback immediati sui prodotti e sui servizi offerti, potendo così capire i propri punti di forza e dove, invece, dover migliorare o offrire soluzioni alternative.

    Attraverso la piattaforma, si può rendere il brand noto per un maggior numero di persone e si può creare una community di follower più o meno ampia e ben selezionata. Si tratta di individui che recepiscono più facilmente gli input dell’azienda e sono particolarmente interessati a iniziative, nuove proposte e offerte.

    La piattaforma permette anche di tenere sotto controllo la concorrenza. Analizzando l’attività dei competitor si può capire il loro modo di interagire con i clienti, comprendere i punti di debolezza e rafforzare, invece, eventuali caratteristiche e differenze che rappresentano un vantaggio competitivo.

    Twitter si è dimostrato, per molte organizzazioni, un ottimo strumento per le attività di customer care. Ideando una strategia operativa per la gestione dei clienti, le aziende possono utilizzare Twitter, integrandolo con gli altri canali, come social per offrire assistenza e per rispondere velocemente alle richieste e alle lamentele. 

    Sui social è possibile controllare cosa accade intorno all’azienda, valutando il grado di apprezzamento nei confronti del brand. Con Twitter l’attività di monitoraggio della reputazione è facilitata, grazie all’utilizzo pratico del motore di ricerca. Basta inserire le parole chiave o il nome dell’impresa per sapere cosa le persone pensano della propria attività o dei prodotti e dei servizi offerti. 

    Spesso gli individui utilizzano i social network per mostrare i propri acquisti o parlare della propria esperienza, rilasciando delle vere e proprie recensioni che influenzano le decisioni degli altri.

    Le aziende, grazie alle funzionalità di retweet e di citazione del tweet possono dare visibilità alle opinioni positive dei clienti.

    Raggiungere un grande numero di utenti in organico, ovvero senza investire denaro in pubblicità, non è sempre facile. Non tutti i post riescono ad ottenere la giusta viralità che li rende visibili ad un pubblico ampio.

    Twitter, per questo motivo, ha predisposto la possibilità di promuovere i propri contenuti sponsorizzandoli e mostrandoli a un maggior numero di persone che non sarebbero raggiungibili in modi diversi. È un’ottima opportunità per le aziende in cerca di nuovi potenziali clienti o che vogliono aumentare la notorietà del brand.

  • 5. La pubblicità su Twitter: le campagne Ads

    twitter

    Che si tratti di aumentare la consapevolezza, incrementare la considerazione o generare conversioni, le campagne con Twitter Ads possono rappresentare la soluzione giusta per raggiungere gli obiettivi di marketing delle aziende.

    La piattaforma ha sviluppato, nel tempo, degli ottimi strumenti di targeting, che permettono alle organizzazioni di inviare messaggi ad un gruppo specifico di persone potenzialmente interessate al brand o a ciò che offre.

    Le campagne pubblicitarie possono essere costantemente monitorate, tenendo traccia dei costi sostenuti, degli obiettivi raggiunti, delle reazioni ottenute e delle conversioni.

    In questo modo si potrà immediatamente comprendere cosa sta funzionando e se, invece, la strategia di marketing elaborata va modificata.

    Promuovere i propri tweet è estremamente semplice. Una volta realizzato il contenuto che si vuole sponsorizzare è sufficiente seguire i passaggi guidati della piattaforma e selezionare le impostazioni ritenute opportune. Per ottenere dei risultati è opportuno, prima di procedere alle sponsorizzazioni, avere ben chiari il pubblico e gli obiettivi da raggiungere e il budget a disposizione.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb