Realizzare contenuti in team, condividere file di grandi dimensioni, inviarli ai colleghi per una revisione e un monitoraggio: chi opera nel digital marketing conosce bene l’importanza di trovare un buon servizio che permetta l’invio veloce e sicuro di documenti, immagini, video e altro materiale di piccole o grandi dimensioni.

Non tutto può essere inviato per e-mail. Le caselle di posta elettronica impongono dei limiti di dimensioni degli allegati, per evitare inoltri rallentanti o che finiscono per errore nella categoria di spam. Quando si elabora una digital marketing strategy è bene aver ben chiari gli strumenti da utilizzare per condividere i contenuti necessari per poter lavorare senza problemi. Il web offre numerose soluzioni e, tra le migliori, spicca Smash.

  • 1. Smash: che cos’è
    Smash

    Smash

    Smash è un’applicazione utile, leggera e senza limiti. È nata dall’analisi di un problema avvertito da molti: il costo elevato dei servizi di condivisione di file e la loro difficoltà di utilizzo. Ciò ha portato molti lavoratori a cercare soluzioni diverse, ma non sempre sicure per l’impresa o che, nel peggiore dei casi, ne danneggiavano l’immagine.

    L’obiettivo era quello di creare uno strumento facile da utilizzare, gratuito o dai prezzi contenuti per ciò che riguarda le funzionalità avanzate. Con Smash, le aziende e i dipendenti possono accedere ad un servizio efficiente, senza pubblicità, semplice, sicuro e veloce.

    Smash è stato creato nell’aprile 2017 da Olivier, Romaric e Rémi Gouedard-Comte e Timothée Fleury a Lione. Fin da subito ha permesso ad aziende e organizzazioni pubbliche di inviare documenti e materiale multimediale ai destinatari. I file vengono archiviati su un server e resi disponibili agli utenti tramite un collegamento per il download.

    Smash si è velocemente diffuso. Conta più di 100 mila utenti attivi giornalieri, circa 8 milioni di file inviati mensilmente e più di 10 mila consumatori che hanno scelto i piani a pagamento.

    Nel 2018, dato il successo immediato, sono stati lanciati i primi piani pensati per i team di lavoro. Sono state aggiunte funzionalità per professionisti e aziende. Pochi anni dopo, sono state installate infrastrutture anche in Europa e Nord America. I file vengono archiviati nel server più vicino all’utente: ve ne sono circa nove dislocati in tutto il mondo.

    Per soddisfare tutte le esigenze, è stata realizzata un’applicazione destinata ai dispositivi mobili. Può essere scaricata gratuitamente su tutti i device equipaggiati di sistema operativo iOS o Android. È semplice e intuitiva da utilizzare. Gli utenti hanno dimostrato di apprezzare in particolar modo questa soluzione e, all’inizio del 2021, i download effettuati erano circa 200 mila.

    Smash è altamente performante. L’invio dei file è veloce e può arrivare a superare di cinque volte quello dei servizi concorrenti. Ciò è favorito dall’archiviazione localizzata nei pressi del server più vicino all’utente. L’utilizzo di base di Smash è gratuito. Si potranno inviare file di grandi dimensioni senza dover effettuare nessun pagamento. Per accedere alle funzionalità avanzate, come la possibilità di personalizzare le comunicazioni con il logo e i colori del brand, è necessario accedere ad uno dei piani che prevedono la sottoscrizione di un abbonamento. Il costo è a partire da 8 dollari al mese.

    La sicurezza è elevata. I trasferimenti possono essere protetti attraverso l’utilizzo di una password e i file possono essere resi disponibili solo per un breve periodo di tempo deciso dal mittente. La società adotta una serie di strumenti e pratiche ingegneristiche per proteggere l'accesso ai dati personali, utilizzando tecniche di crittografia sofisticate.

  • 2. Smash: come condividere file da desktop
    Smash

    Smash

    Inviare file con Smash è veramente semplice. Se si utilizza un personal computer e si vuole avviare la procedura da desktop è sufficiente accedere al sito ufficiale del servizio. Nella prima pagina principale, fare click su pulsante presente al centro dello schermo per inviare un file, tenere premuto a lungo per le cartelle.

    In seguito, si apre una finestra in cui sarà necessario selezionare il file che si vuole inviare individuandolo sul proprio dispositivo. Aggiunto il file si aprirà una nuova schermata, in cui sarà possibile inserire ulteriori elementi.

    Facendo click su [+] si possono aggiungere altri file o cartelle. Per inviare, si possono percorrere due strade: o utilizzare l’e-mail o generare un link da inviare personalmente ai destinatari. Nel primo caso occorre inserire il proprio indirizzo di posta elettronica, quello dei propri contatti, un oggetto e un messaggio. 

    Cliccando sull’icona a forma di ingranaggio, si può selezionare la scadenza, aggiungere una password, impostare una notifica per ogni download effettuato, visualizzare l’anteprima del file, modificare il design e il messaggio d’attesa.

    Per generare un link, c’è bisogno di inserire un titolo per rendere il trasferimento facilmente identificabile, personalizzare il collegamento e indicare il proprio indirizzo e-mail. Se lo si desidera, si può richiedere ai destinatari di inserire il proprio indirizzo e-mail prima di scaricare il file: è un buon modo per ampliare le proprie mailing list e seguire il download dei trasferimenti.

  • 3. Smash: come condividere file dai dispositivi mobili
    Smash

    Smash

    Dopo aver fatto il download e aver effettuato l’installazione dell’applicazione, basta accedervi per avviare il trasferimento dei file. In seguito, occorre consentire a Smash di accedere a foto, contenuti multimediali e documenti memorizzati sul dispositivo mobile.

    Fare tap sul pulsante presente al centro dello schermo per selezionare il file che si vuole inviare. Una volta individuato, fare click su ‘Ok’ e, successivamente, su ‘share’. Sarà possibile condividere il collegamento con applicazioni esterne, come Twitter, Instagram, Telegram, WhatsApp, Gmail e tanti altri servizi. Chi riceve il link potrà avviare il download del materiale facendovi click sopra.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb