Elon Musk ha acquistato ufficialmente Twitter per 44 miliardi di dollari di recente ed è già pronto ad introdurre delle modifiche alla piattaforma, fino a questo momento completamente gratuita per tutti gli utenti e in tutte le sue funzionalità.

Le prime azioni di Musk come proprietario del social network hanno già sollevato qualche polemica. L’imprenditore, interagendo con alcuni noti account attraverso dei tweet, tra cui il celebre Stephen King, ha annunciato la ferrea volontà di voler inserire dei piani a pagamento, spiegando le sue motivazioni.

Twitter non sarà completamente gratis: l’annuncio di Elon Musk

“Si ottiene ciò che si paga”, così ha affermato Elon Musk in una serie di tweet in cui ha annunciato di voler inserire un piano a pagamento per Twitter e ha dichiarato l’attuale sistema da “signori e contadini”. Ciò che ha in mente è una sorta di abbonamento Premium, Twitter Blue, destinato soprattutto a coloro che vogliono ottenere e mantenere la spunta blu degli account verificati.

Il piano in abbonamento costerà circa 8 dollari al mese, ma il suo prezzo non sarà uguale per tutti i Paesi. Il costo dovrebbe essere adattato al potere di acquisto di ogni realtà, rendendolo meno oneroso per coloro che sono in maggiori difficoltà.

Con il nuovo piano, sono previste anche alcune migliorie delle funzionalità di Twitter. Le inserzioni pubblicitarie saranno nettamente ridotte e ci sarà la possibilità di pubblicare video più lunghi rispetto al limite di 2 minuti e 20 secondi presente al momento.

Stando a quanto riportato dal Washington Post, Musk starebbe pensando anche ad una nuova funzione, denominata Paywalled video, che consentirebbe ai creator di pubblicare dei video su Twitter e di addebitare agli utenti la visualizzazione con prezzi variabili: 1, 2, 5 o 10 dollari.

La risposta di Elon Musk alle critiche

La notizia, che sembra sempre più certa, è arrivata attraverso una serie di tweet di Elon Musk e non è ancora stata ufficializzata dalla società. Tuttavia, non sono tardate a sopraggiungere delle critiche rivolte all’imprenditore dagli utenti più fedeli della piattaforma, che non hanno accolto con favore le sue parole. 

Molti non sembrano disposti a versare del denaro per poter usufruire del servizio e hanno dato vita ad un vero e proprio braccio di ferro, fatto di botta e risposta, con l’imprenditore. Elon Musk, che non sembra intenzionato a farsi intimorire dalla polemica, ha ribadito con sicurezza le sue intenzioni pubblicando una serie di meme ironici.

Le nuove entrate, derivanti dall’abbonamento, servono per poter migliorare la piattaforma e consentirle di restare al passo con i tempi. L’obiettivo è anche quello di premiare i content creator più talentuosi di Twitter. Nulla si sa in merito ai tempi previsti per l’arrivo dell’aggiornamento.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb