Tra le tante funzioni di WhatsApp non è presente quella di blocco note. Non è possibile prendere appunti sulla piattaforma sulle attività da ricordare, indirizzi da non perdere e altre cose che potrebbero tornare utili. Almeno fino a questo momento.

È approdata su WhatsApp una funzionalità che eviterà l’utilizzo dei gruppi fittizi realizzati con escamotage, come inserire un contatto e poi rimuoverlo subito dopo, o delle chat con amici solo per segnalare delle informazioni che potrebbero essere utili in futuro. E l’ispirazione arriva da un’altra applicazione di messaggistica istantanea: Telegram. Scopriamo di cosa si tratta.

WhatsApp, la nuova funzione: l’invio di messaggi a sé stessi

Non sarà più necessario ricorrere a chat di gruppi fittizi o aprire delle chat con amici destinate solo all’invio di contenuti multimediali da non smarrire o dimenticare. Per l’inoltro di elementi e informazioni importanti sarà possibile inviare un messaggio a sé stessi.

La nuova funzionalità era già stata anticipata da alcuni test avviati sulla versione beta della piattaforma. Dopo aver superato le prove e aver ottenuto il favore di sviluppatori e degli utenti che hanno potuto utilizzarla in anteprima, è stata approvata ufficialmente.

L’introduzione sui dispositivi degli utenti ha già preso avvio. Al momento è disponibile nell’applicazione per Iphone nella versione 22.23.74 e nella corrispettiva per Android 2.22.23.77. Gradualmente verrà implementata e resa accessibile a tutti gli iscritti.

Secondo quanto dichiarato da coloro che possono già utilizzare la funzione di WhatsApp, il proprio contatto verrà indicato ‘Tu’ e posto all’inizio della rubrica. Sarà sufficiente selezionarlo per aprire una chat e inviare contenuti a sé stessi.

WhatsApp, l’ispirazione per la nuova funzione arriva da Telegram

La novità è stata accolta con grande favore dalla community di WhatsApp. Da tempo gli utenti chiedevano l’introduzione di questa funzionalità, già presente su molte applicazioni di messaggistica istantanea concorrenti.

L’ispirazione arriva, in particolar modo, da Telegram, che mette a disposizione dei suoi iscritti una funzione chiamata ‘Messaggi salvati’. Si tratta di una vera e propria chat, senza destinatari, in cui possono essere inoltrati i messaggi che non si vogliono perdere o vi si possono inviare GIF, testi, contenuti multimediali e vocali. Proprio come le conversazioni con gli altri contatti vi si può cambiare colore del tema, eliminare la cronologia o tutti i contenuti. 

Anche la chat con sé stessi su WhatsApp, in maniera similare ai ‘Messaggi Salvati’ di Telegram, consentirà l’inoltro di altri messaggi, l’aggiunta di contenuti multimediali e vocali e di tutte le azioni e le impostazioni presenti sulle tradizionali conversazioni con i propri contatti sulla piattaforma.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb