Tutte le piattaforme social si stanno muovendo verso l’adozione di soluzioni a pagamento. Dopo Twitter e Telegram è la volta di Instagram, che annuncia l’arrivo di un abbonamento destinato ai creator.

Adam Mosseri, CEO del social network, ha pubblicato un video dal suo account Twitter ufficiale in cui racconta le novità che ha in serbo per la piattaforma. Nel video spiega come funzionerà Instagram in abbonamento per i creator e gli utenti.

Mosseri spiega che gli abbonamenti permetteranno ai creator di avere un reddito stabile che proviene dalla piattaforma. Questo gli consentirebbe di aumentare i contenuti pubblicati su Instagram e dedicarsi maggiormente alla comunicazione sulla piattaforma. Se da un lato il lavoro del creativo diventa riconosciuto, dall’altra gli utenti che decidono di sottoscrivere un abbonamento avranno a disposizione dei contenuti aggiuntivi ed esclusivi come la chat, Reels dedicati, i Video e la Home.

Già all’inizio del 2022 la piattaforma di proprietà di Meta aveva dichiarato di voler sperimentare una sezione della piattaforma a pagamento, dando la possibilità ai creator di aprire dei profili con abbonamento. Da quel momento il team di Instagram ha lavorato senza sosta per rendere quest’idea una vera e propria realtà.

Ecco tutto quello che bisogna sapere.

La nascita della sezione a pagamento di Instagram

Nel video pubblicato su Twitter, Mosseri spiega come a gennaio Instagram abbia permesso ad alcuni utenti, anche se in maniera limitata, di postare delle Storie o di fare delle livesolo per i propri abbonati.

Da allora, questa funzionalità è diventata disponibile per centinaia di creator negli Stati Uniti, fino all’annuncio di una serie di nuove funzionalità create a partire dai feedback che Instagram ha ricevuto dai creator che per primi hanno utilizzato la modalità a pagamento.

Come funziona l’abbonamento di Instagram

Tra le nuove funzionalità, il social network ha introdotto la chat per gli abbonati, che permette ai creator di interagire direttamente con i propri fan. La chat è disponibile fino ad un tetto massimo di 30 utenti alla volta. La maggior parte dei creator ha richiesto il supporto per i post, non solo per le Storie. Si potranno quindi postare contenuti sotto forma di post condivisi unicamente con i propri abbonati.

I follower che sottoscrivono un abbonamento su Instagram saranno segnalati da un badge. La stessa icona si troverà sul profilo del creator, dimostrando ai propri seguaci di avere a disposizione dei contenuti a pagamento.

A questo punto è facile intuire che ci saranno due feed diversi, uno per i follower organici e uno per quelli che decidono di pagare il creativo.

Instagram cerca di trattenere i creator

Davanti alla continua fuga degli utenti dalla propria piattaforma in favore di altri social media come TikTok, Instagram ha deciso di premiare tutti i creator che hanno una fervente attività sulla piattaforma e che riescono a dare un valore aggiunto ai propri contenuti, convincendo di fatto i propri follower a pagarli per avere un’interazione esclusiva.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb