L’ideazione e la creazione dei contenuti è uno degli aspetti più importanti di una strategia di digital marketing. Gli utenti visualizzano ogni giorno centinaia di post sui social network, articoli e pubblicità. Stupirli e catturarne l’attenzione è sempre più complicato. È necessario mettere in campo tutta la creatività possibile e utilizzare strumenti che permettano la realizzazione di immagini e video di qualità, ma con facilità.

Tra questi vi è InShot, un’applicazione per i dispositivi mobili che può essere scaricata e utilizzata gratuitamente, che permette la modifica e la creazione di video e di immagini da pubblicare sui social network e, in generale, sul web.

È utile soprattutto ai liberi professionisti e alle piccole realtà che hanno bisogno di realizzare contenuti accattivanti velocemente pur non avendo le risorse, le conoscenze e le competenze necessarie per utilizzare software complessi e professionali.

  • 1. InShot: che cos’è e le funzionalità
    InShot

    sdx15 / Shutterstock.com

    InShot è un’applicazione gratuita per dispositivi mobili equipaggiati di sistema operativo Android o iOS. È disponibile in più lingue, tra cui non mancano l’italiano, l’inglese, il francese, il tedesco e lo spagnolo. Per accedere alle funzionalità base non c’è bisogno di sottoscrivere nessun abbonamento.

    Se si ha la necessità di strumenti più sofisticati, di poter applicare tutte le transizioni, gli effetti e gli adesivi presenti sull’applicazione, di dover rimuovere il logo InShot e se si vuole evitare ogni tipo di pubblicità, occorre accedere a InShot Pro, sottoscrivendo un abbonamento mensile che parte da 3,09 euro o acquistare la licenza permanente per l’app a 29,99 euro. Prima di procedere, è possibile effettuare 7 giorni di prova gratuita. 

    Una delle funzionalità più apprezzate di InShot è il ridimensionamento delle immagini e dei video. Permette di ritagliare automaticamente i contenuti delle dimensioni richieste dalle varie piattaforme come Facebook, Instagram e Twitter consentendone una visualizzazione perfetta da parte degli utenti.

    Creare un video delle dimensioni richieste dalla piattaforma è necessario per permetterne una visualizzazione corretta e incrementare il livello di apprezzamento da parte del pubblico.

    L’app consente l’editing di video, la loro riduzione, l’inserimento di transizioni tra due o più videoclip, l’unione di più elementi, l’aumento delle velocità, la modifica degli audio e della musica, la regolazione del volume e la creazione di presentazione.

    Le foto possono essere ritagliate, vi si possono aggiungere sticker personalizzati e testi. Con InShot si possono realizzare dei collage, aggiungere dei materiali atmosferici (come neve, effetto pioggia o stelle luminose) e diversi tipi di effetti.

  • 2. InShot: come editare i video
    InShot

    InShot

    Per utilizzare InShot per la creazione di video, scaricare e installare l’applicazione originale sul proprio dispositivo mobile. Aprire il tool e, nella home, fare click su ‘Video’ nell’area ‘Crea Nuovo’. Se necessario, dare il consenso per l’accesso alla libreria di foto e alla fotocamera del device.

    Selezionare, nell’album personale, uno o più video che si vogliono editare. Nella parte dedicata ai ‘materiali’ si potranno trovare tutte le clip per l’apertura del contenuto, quelle adatte alla chiusura, le transizioni e gli effetti.

    Una volta aggiunto il video, si può selezionare la parte da modificare ritagliandolo, Con lo strumento ‘tela’ si può dare al video le dimensioni necessaria (ad esempio, quella perfetta per le Storie di Instagram). Si possono aggiungere audio, registrazioni, sticker, testi, effetti e mosaici.

    Si può accedere ad un’ampia galleria di filtri da applicare. Se ne può modificare il valore, rendendoli più o meno intensi e si può scegliere per quanti secondi o minuti devono essere visibili. Attraverso la funzione PIP si possono unire due video e renderli visibili contemporaneamente. Si può intervenire sullo sfondo modificandone la sfocatura, l’immagine, il colore, il gradiente e il modello.

    Il video può essere riprodotto all’inverso, ruotato, duplicato, sostituito. Si può aggiungere un effetto voce o ridurre i rumori. La velocità può essere diminuita e aumentata per tutto il video o creare delle curve personalizzate.

    Una volta terminato l’editing, il video viene salvato nel dispositivo. Attraverso l’applicazione, il contenuto può essere condiviso direttamente su WhatsApp, Instagram, YouTube, TikTok, Facebook, Messanger, Twitter ed altre piattaforme.

  • 3. InShot: come editare le immagini e creare dei collage
    InShot

    InShot

    InShot è l’applicazione ideale per un rapido editing delle immagini. Dopo averla scaricata e installata sul dispositivo, aprirla e accedere alla home page. Nell’area ‘Crea Nuovo’, fare tap su ‘Foto’ e selezionare la foto da modificare.

    Attraverso lo strumento ‘tela’ si rende l’immagine delle dimensioni adatte alla piattaforma sulla quale verrà condivisa una volta terminato il lavoro. Si possono aggiungere filtri o regolare manualmente la foto intervenendo sulla luminosità, il contrasto, il calore, la tinta, la saturazione, la dissolvenza, le ombre, la nitidezza, la granatura e tanti altri elementi.

    Si possono aggiungere gli effetti presenti nella libreria dell’app, sticker, testi di diversi colori e dimensioni, effettuare dei ritagli isolando solo gli oggetti a cui si è interessati e ruotarli come più si preferisce. Concluso l’intervento di editing, il contenuto verrà salvato sul dispositivo. 

    Attraverso InShot, l’immagine creata si può esportare su piattaforme esterne come Whatsapp, Instagram, Facebook, Messenger, Twitter e Signal. Ciò consente una più semplice attuazione della digital marketing strategy elaborata e una content creation facilitata.

    Per saperne di più: Perchè utilizzare le APP nella strategia del Marketing Digitale

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb