LinkedIn è il social media appositamente pensato per permettere a professionisti e aziende di creare reti sociali nel mondo del lavoro, di promuoversi e di sviluppare strategie per raggiungere obiettivi di business attraverso la presenza online. 

I vantaggi dell’utilizzo di LinkedIn per aziende sono numerosi e molte realtà hanno deciso di utilizzarlo per aumentare la popolarità, promuovere l’attività commerciale, trovare nuovi collaboratori e condividere contenuti di valore per dimostrare la propria competenza nel settore di appartenenza.

Dall’interfaccia semplice e intuitiva, si possono creare due tipi di profili. I privati possono accedervi con quello personale, utile per mostrare a colleghi, professionisti e recruiter la propria formazione, le proprie esperienze, conoscenze, competenze ed interessi.

Le attività commerciali devono optare per una pagina aziendale, dove mostrare carriere, opportunità lavorative, la cultura dell’organizzazione, prodotti e servizi offerti e avviare delle attività pubblicitarie efficaci. Si tratta di una vera e propria vetrina, da curare con estrema attenzione per poter ottenere buoni risultati.

  • 1. Cosa sapere e cosa fare prima di creare una pagina aziendale su LinkedIn
    Cosa sapere e cosa fare prima di creare una pagina aziendale su LinkedIn

    Una pagina aziendale è un ottimo modo per sviluppare la presenza delle aziende su Linkedin in maniera professionale. Queste sono sempre collegate a dei profili personali reali: occorre possederne uno per poter aprire un profilo la propria attività commerciale.

    Per ogni azienda si può creare una sola pagina aziendale con lo stesso nome. Se questa è già presente vi si può richiedere l’accesso come amministratore. Se esiste come pagina con elenco di offerte di lavoro, può essere reclamata. 

    Per reclamare una pagina aziendale con elenco di offerte di lavoro la posizione corrente dell’utente con l’azienda deve essere elencata nella sezione Esperienza del profilo. Se un altro utente idoneo ha reclamato la pagina con elenco, si può richiedere l’accesso come amministratore.

    Prima di creare una pagina aziendale, il profilo personale deve risultare attivo su Linkedin. Attraverso i collegamenti è necessario creare una rete professionale sufficientemente ampia per dimostrare alla piattaforma di essere idoneo alla creazione della pagina.

  • 2. Come creare un profilo Linkedin per aziende
    Come creare un profilo Linkedin per aziende

    Prima di creare una pagina aziendale è necessario registrarsi alla piattaforma e aprire un profilo personale, inserendo una e-mail, scegliendo una password, indicando il proprio nome e cognome reale, l’area geografica e il proprio stato occupazionale. Dopo aver ampliato la propria cerchia di collegamenti, si può procedere con l’apertura del profilo dell’azienda.

    La creazione della pagina aziendale può avvenire solo dalla versione desktop di LinkedIn. Dopo aver fatto l’accesso alla piattaforma dal sito ufficiale e aver inserito le proprie credenziali, nella home-page fare click sull’icona ‘Lavoro’. Nel menù a tendina che si apre sul lato destro dello schermo selezionare ‘Crea una pagina Aziendale’

    Tra le opzioni mostrate da Linkedin, scegliere la tipologia di pagina che si vuole creare, ossia ‘Azienda’. Compilare i primi campi richiesti: nome dell’attività, URL pubblico che verrà mostrato agli utenti e il sito web ufficiale.

    Indicare il settore di appartenenza, le dimensioni e il tipo di attività. Aggiungere un logo e uno slogan per descrivere brevemente di cosa si occupa l’azienda. Dopo aver inserito tutti i dati spuntare la casella di verifica per confermare di avere l’autorizzazione a creare la pagina per conto dell’azienda e fare click su ‘Crea Pagina’.

  • 3. Come usare un profilo LinkedIn per aziende
    Come usare un profilo LinkedIn per aziende

    Quando si crea una pagina aziendale su Linkedin è bene inserire le parole chiave utilizzate dagli utenti per ricercare l’organizzazione sul web o il tipo di attività, di servizi e di prodotti offerti dall’azienda. Vanno aggiunte in tutti i campi in cui sono pertinenti e possono tornare utili. 

    Un’attenta analisi delle keyword preliminare permetterà di incrementare la visibilità della pagina aziendale, di strutturare strategie di marketing più efficaci e di creare dei contenuti più pertinenti e interessanti per il pubblico di riferimento. Consentirà anche un miglior posizionamento sui motori di ricerca.

    LinkedIn è molto attento alla qualità di ciò che offre ai suoi utenti. È consigliabile realizzare una pagina in cui siano presenti tutte le informazioni che potrebbero tornare utili ai visitatori. Più sezioni saranno inserite, più l’organizzazione riuscirà ad emergere sulla piattaforma. Si stima che le pagine complete vedono un aumento del 30% delle visualizzazioni settimanali.

    Lo strumento ‘misuratore’ mostra i progressi compiuti nel completamento di una pagina. Una volta inserite tutte le informazioni necessarie, non sarà più visibile. Se vengono rimossi dati da una sezione completata in precedenza, tornerà ad essere visibile.

    Dopo aver completato la pagina è bene aggiungere altri amministratori e super-amministratori per poter continuare a pubblicare su Linkedin anche qualora uno dei responsabili perdesse le credenziali d’accesso alla piattaforma o lasciasse l’organizzazione. LinkedIn non può rimuovere o sostituire gli amministratori autonomamente.

    Realizzando una pagina aziendale si può accedere ad analisi complete che forniscono informazioni sui risultati che si stanno ottenendo con la propria attività sul social media. Si possono valutare la qualità dei contenuti condivisi, comprendere chi sono gli utenti che seguono e visitano l’organizzazione e confrontarsi con la concorrenza.

    Per saperne di più: Come fare marketing su LinkedIn

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb