Tra le piattaforme di streaming più popolari al mondo troviamo Twitch. A differenza di altri social più noti, come YouTube, la maggior parte dei contenuti sono trasmessi in diretta e sono attinenti al mondo dei videogiochi. 

Non per nulla, Twitch viene chiamato “la casa dei gamers” e la maggior parte degli iscritti segue e condivide qualsiasi tipo di informazione sul mondo dell’intrattenimento videoludico. Nel tempo la piattaforma ha allargato i suoi orizzonti, portando alla nascita di migliaia di canali tematici che si occupano degli argomenti più disparati; dal cinema ai fumetti, passando per la musica, l’attualità e addirittura la filosofia.

  • 0. Come effettuare la registrazione a Twitch?

    twitch, applicazione

     

    Cristian Storto / Shutterstock

    Guardare video e seguire dirette sul sito non richiede l’iscrizione; tuttavia per utilizzare le funzionalità più avanzate bisogna iscriversi. Registrarsi è semplice, basta andare sul sito ufficiale e cliccare su “Iscriviti” in alto a destra. Dopo aver compilato la scheda utente, indicato e-mail e password per l’accesso è sufficiente cliccare sull’apposito pulsante.

    Prima di poter accedere ai contenuti è necessario confermare l’account, tramite una mail inviata all’indirizzo segnalato; solo a questo punto sarà possibile utilizzare al 100% Twitch.In alternativa si può utilizzare un account Amazon.

  • 1. Come funziona Twitch?

    twitch, app

     Mano Kors / Shutterstock

    Il funzionamento di Twitch è molto intuitivo ed è basato (come per tutti i social) sul discorso del seguire un creatore di contenuti. Dato l’ampio numero di streamer sul sito perdersi tra i vari video è semplice, anche perché la piattaforma di Amazon offre davvero un numero elevato di funzionalità. 

    Per navigare all’interno del sito si può partire tranquillamente dalla Home page che appare ricchissima di contenuti in diretta. Cliccando su uno di essi inizierà la riproduzione del video che può essere salvato tra i preferiti in modo da restare a portata di click.

    Un dettaglio importante è seguire sempre i canali di interesse in modo che i loro contenuti appaiano in evidenza e abbiano “la precedenza” su quelli consigliati in maniera casuale. 

    Nella sezione “Sfoglia” si può esplorare la piattaforma partendo dagli argomenti o da un gioco specifico; naturalmente i prodotti di tendenza o che raccolgono più spettatori verranno proposti all’utente a più riprese. Una volta selezionato l’argomento di interesse Twitch indicherà i canali più adatti o quelli più seguiti in base al paese d’origine dell’utente e in base agli interessi indicati.

    All’interno di ogni video sulla piattaforma è, inoltre, presente una chat che permette di scrivere in qualsiasi momento facendo arrivare il messaggio a tutti gli spettatori; il numero di persone che guardano un contenuto è indicato in basso.

    Nel caso si voglia rivedere la replica di un contenuto oppure un video pubblicato all’interno di un canale bisogna entrare all’interno del profilo del creator e cercare nella scheda “Video”. Qui si avrà accesso a tutte le trasmissioni recenti e ai vari contenuti in evidenza del canale.

    Essendo un social network il funzionamento di Twitch è molto intuitivo e ricorda molto il modo in cui vengono gestite le dirette su tutti gli altri social; la differenza sta nell’interazione con i creator che avviene in tempo reale ed è “meno filtrata” rispetto agli altri canali più famosi.

    Per approfondimento: Amazon acquista Twitch per 1 miliardo di dollari

  • 2. Quali dispositivi sono supportati?

    twitch su desktop

    Casimiro PT / Shutterstock

    Essendo un servizio di streaming Twitch supporta una grande varietà di dispositivi, dai classici PC fino ad arrivare alle applicazioni per device mobili e console. Tra le applicazioni più utilizzate in materia di smartphone e tablet troviamo quelle per Android e iOS; tuttavia un numero sempre più vasto di utenti utilizza comunemente anche i player per Playstation 4 e 5, Xbox, Chromecast, Amazon Fire TV Stick e Apple TV.

    Non ci sono particolari indicazioni per la riproduzione dei contenuti, tuttavia alcuni dispositivi più datati potrebbero non essere più supportati. Per qualsiasi indicazione, al riguardo è opportuno consultare la pagina ufficiale di assistenza che riporta una lista di tutte le piattaforme in grado di supportare Twitch.

  • 3. Quanto costa Twitch?

    twitch su pc

    PixieMe / Shutterstock

    L’iscrizione alla piattaforma è gratuita, tuttavia nel corso della riproduzione di contenuti verranno riprodotte delle pubblicità. Per eliminare questo “vincolo” si possono utilizzare le sottoscrizioni ai canali che permettono la rimozione della pubblicità da quello specifico canale e garantiscono alcuni vantaggi esclusivi.

    Queste sono disponibili in tre pacchetti differenti: il livello 1, da 4,99 euro al mese; il livello 2, da 9,99 euro al mese; il livello 3 da 24,99 euro al mese. In caso si volesse sottoscrivere l’abbonamento ai prezzi appena elencati, è preferibile farlo dal sito ufficiale e non dalle applicazioni disponibili per i vari dispositivi che potrebbero avere dei sovrapprezzi. 

    Queste sottoscrizioni, di base, eliminano i blocchi durante le dirette e la possibilità di chattare direttamente con le persone iscritte a quel canale, rendendo la comunicazione più diretta. Ogni streamer, però, può decidere di inserire ulteriori vantaggi nel proprio canale. Non c’è una casistica precisa perché ogni situazione è diversa dall’altra; il suggerimento è di leggere attentamente le informazioni sul canale prima di sottoscrivere qualsiasi abbonamento.

    L’iscrizione a Twitch è gratuita, tuttavia per supportare appieno i creator c’è bisogno di sottoscrizioni e donazioni, pensate per “ringraziarli” del proprio lavoro.

    Twitch permette anche di regalare un abbonamento ai propri amici in modo da condividere con loro i tuoi interessi o un contenuto particolarmente importante. Esiste un ulteriore metodo di abbonamento chiamato Amazon Prime Gaming, che permette una sottoscrizione gratuita al mese e la possibilità di accedere a giochi e contenuti per computer.

    Essendo stato acquistato da Amazon, questo metodo di sottoscrizione è incluso con Amazon Prime e quindi a disposizione di tutti gli iscritti al servizio del colosso dell’e-commerce. Oltre alle sottoscrizioni su Twitch esistono anche le donazioni, che rappresentano un contributo volontario che gli utenti inviano al proprio streamer preferito. Queste non danno alcun tipo di vantaggio sulla piattaforma e non sono regolamentate direttamente dal sito.

    Generalmente i creator accettano di buon grado questi incentivi che vengono visti come un modo per “ringraziarli” del loro tempo e del loro lavoro. Ognuno gestisce queste donazioni nella maniera in cui preferisce, con alcuni streamer che offrono in cambio video esclusivi o dediche particolari.

    A ogni sottoscrizione o donazione corrispondono dei “premi” che i vari streamer mettono in palio per gli utenti più generosi o più fedeli.

    Ultimo modo per supportare i creator su questo social è l’acquisto dei bit. Questi rappresentano una sorta di valuta virtuale che può essere utilizzata per acquistare contenuti aggiuntivi come le emoticon; ogni volta che l’utente utilizza questi contenuti in chat, allo streamer arriva un corrispettivo in denaro che varia in base al prezzo del contenuto acquistato.

    Queste indicazioni, seppur generiche e valide ovunque su Twitch, non sono universali; ogni streamer può, infatti, decidere di seguire formule diverse, in molti casi anche esterne alla piattaforma per poter gestire in autonomia i suoi followers. Non è raro che pur trasmettendo le proprie live streaming su questo social, molti utenti chiedano l’iscrizione a una newsletter o al canale Telegram, dove poter proporre ulteriori contenuti aggiunti gratis e a pagamento.

    Per approfondimento: Perchè Amazon sviluppa videogiochi?

  • 4. Come si può monetizzare su Twitch?

    twitch, gamer

    Shutterstock

    Guadagnare su Twitch non è impossibile ma certamente non è una cosa semplice. Come appena detto, esistono diversi modi per supportare i creator della piattaforma e, naturalmente, questi portano tutti a un guadagno più o meno cospicuo.

    Per uno streamerbuona parte degli introitideriva dalle sottoscrizioni e dai bit che gli utenti decidono di spendere sul suo canale o su uno dei suoi contenuti. Anche le pubblicità che vanno in onda durante la diretta portano un guadagno, anche se la cosa dipende molto dal numero di followers, dai contenuti pubblicati e dal seguito che hanno le varie trasmissioni. Il modo più sicuro di guadagnare con Twitch è quello di diventare affiliati o partner del sito. 

    Monetizzare su Twitch, come accade per tutti i social network, non è impossibile; tuttavia si parla di un vero e proprio lavoro che richiede sforzi e tanti investimenti.

    Come tutti i social network anche questa piattaforma si basa sulla visibilità, sulle visualizzazioni e sul numero di persone che seguono un creator. Una volta raggiunto un bacino di utenza piuttosto ampio potrebbero arrivare sponsor e incentivi da parte delle case produttrici. 

    Non è una cosa che succede così spesso, ma ci sono moltissime persone che hanno fatto fortuna su questo social, guadagnando ogni giorno migliaia di euro. Al centro di tutto però ci sono i contenuti che devono essere attraenti e realizzati nel migliore dei modi per appassionare più utenti possibile. 

    Per approfondimento: Cos'è Twitch e come funziona

  • 5. Come diventare un creator?

    twitch, videogamer

    Shutterstock

    L’elemento fondamentale di Twitch è la creatività e l’intraprendenza di chi sceglie di intraprendere la via del creatore di contenuti. Per quello non c’è una guida apposita ed è una dote naturale che non tutti hanno. Esiste una guida, invece, per scoprire come imparare a configurare correttamente una live streaming sulla piattaforma e quale programmi utilizzare per ottenere un buon risultato.

    Generalmente vengono utilizzati programmi di terze parti ai quali può essere collegato il proprio account Twitch per trasmettere in diretta i propri contenuti. Tra i più utilizzati segnaliamo: GameShow, OpenBroadcastSoftware, xSplitGamerCaster, Vmix e moltissimi altri ancora. Sono tutti software più o meno professionali (alcuni gratuiti e altri a pagamento) che consentiranno in maniera semplice e veloce di entrare nel mondo delle dirette sulla piattaforma.

    Per diventare creator, per prima cosa servono creatività e intraprendenza, solo in questo modo si potranno avvicinare le persone ai contenuti da pubblicare.

    Naturalmente a questi programmi vanno associati un microfono e una webcam professionali, capaci di registrare audio e video in maniera fedele e alla migliore qualità possibile. In commercio c’è una vastissima scelta di dispositivi con prezzi che variano dalle poche decine di euro fino ad arrivare ad attrezzature semi-professionali. Il suggerimento è quello di scegliere, almeno all’inizio, un prodotto intermedio; migliore del comparto hardware integrato in qualsiasi computer portatile ma non troppo costoso come i top di gamma. 

    Cos’è Twitch Studio?

    Gli sviluppatori di Twitch sono al lavoro su un programma compatibile per Windows e macOS, pensato per semplificare la creazione di contenuti. Al momento Twitch Studio è ancora in fase Beta, quindi potrebbe non essere del tutto stabile e presentare bug e problemi di diversa natura; comunque è bene sapere che è un software a cui gli sviluppatori stanno curando molto e che potrebbe diventare molto presto la soluzione definitiva per la piattaforma.

    Per approfondimento: YouTube o Twitch: qual è la piattaforma migliore per il live streaming

  • 6. Come creare contenuti di successo?

    twitch, live streaming

    Shutterstock

    In un contesto del genere non basta essere appassionati di videogiochi e aprire un proprio canale, ma occorre pensare strategicamente al proprio futuro. Creare video su Twitch è un lavoro nel vero senso del termine e, anche se può sembrare solo mero intrattenimento, ha bisogno di una pianificazione attenta e precisa.

    Per prima cosa occorre studiare i contenuti: cosa pubblicare, di cosa parlare, in che giorni trasmettere. Non basta fare dirette sul videogioco del momento, occorre essere creativi e dare agli utenti quel qualcosa in più che non troveranno altrove. 

    Su Twitch non si parla solo di videogiochi e non è sufficiente solamente giocare in diretta; occorre creare contenuti che siano accattivanti e sappiano conquistare il pubblico.

    Per avere un’idea di cosa pubblicare è opportuno dare uno sguardo alla Homepage della piattaforma ed esaminare quelli che sono i video più gettonati; analizzare il numero di visualizzazioni e scegliere quelli che vanno per la maggiore.

    Anche in questo caso, però, non basta seguire la corrente ma occorre creare contenuti che siano interessanti ma soprattutto di qualità. Ci sono milioni di persone che ogni giorno trasmettono su Twitch e per emergere occorre fare la differenza. Naturalmente è necessaria anche una certa qualità nelle dirette; è opportuno dotarsi di tutta la strumentazione necessaria per poter garantire audio e video sempre impeccabili.

    Un dettaglio da non sottovalutare è quello della piattaforma. Che sia un PC o una console l’importante è che sia di ultima generazione e in grado di garantire performance di altissimo livello. Si tratta di investimenti piuttosto costosi, ma Twitch e gli utenti della piattaforma premiano sempre la strumentazione migliore.

    Altro parametro da considerare è il rapporto con la community; un vero professionista interagisce sempre con i suoi followers e li invita ad interagire con lui. Del resto parliamo di un social network che fa dei rapporti umani e dell’interazione il suo pane quotidiano; è quindi fondamentale intrattenere il pubblico mantenendo alta l’attenzione e la partecipazione delle persone che assistono alle dirette.

    Il consiglio principale è quello di giocare insieme agli utenti che seguono la diretta; bisogna spiegare ciò che vedono sullo schermo, le strategie di gioco e cosa fare per arrivare all’obiettivo finale. Tattiche, suggerimenti e soluzioni che spiegano un punto particolarmente difficile di un gioco sono sempre i video di maggior tendenza. Allo stesso modo anche le curiosità e le stranezze attirano sempre gli utenti; per cui è opportuno fare una diretta ogni volta che si inizia a giocare, perché non si sa mai cosa può succedere.

    Come accade per qualsiasi social, anche su Twitch i rapporti tra i vari utenti sono fondamentali; perciò è opportuno sempre interagire con le altre persone e stringere legami con loro.

    Come in ogni strategia di marketing che si rispetti è importante anche fare promozione su più piattaforme possibile. La scelta migliore sono gli altri social come Facebook, Twitter e Instagram; ma anche aprire un canale Youtube con preview e anticipazioni potrebbe essere una scelta saggia.

    Se possibile, sarebbe un’ottima strategia condividere le dirette su più piattaforme, per invogliare le persone ad accedere a Twitch e, magari, fare una donazione.

    Ultimo suggerimento è quello di collaborare con altri streamer. Per raggiungere il successo sulla piattaforma fare squadra è fondamentale, soprattutto se gli altri utenti hanno un buon numero di seguaci attivi sul loro canale. Il consiglio è di seguire i creator più famosi e di interagire con loro e con i loro spettatori. Questo è anche un modo per risultare interessante agli occhi degli altri utenti che potrebbero decidere di supportare e seguire il canale. Stringere alleanze con altri utenti è anche un modo per supportarsi a vicenda e dando e ricevendo consigli utili per un determinato videogioco.

    Per approfondimento: Giochi in streaming, le tendenza

  • 7. I contenuti più seguiti su Twitch

    twitch logo

     

    Ink Drop / Shutterstock

    Pur avendo una libreria di contenuti in streaming vastissima, ci sono alcuni canali su Twitch che vanno per la maggiore e vengono seguiti da milioni di utenti in tutto il mondo. Nonostante la piattaforma stia virando verso temi molto diversi dall’intrattenimento videoludico, all’inizio del 2022 i contenuti che hanno generato più visualizzazioni restano ancora quelli legati ai videogiochi. 

    Tra i contenuti più popolari su Twitch nel 2022 troviamo ancora Grand Theft Auto 5, il celebre open world di Rockstar Game diventato uno dei punti di riferimento del genere. A seguire troviamo League of Legends e Fortnite, i due sparatutto multiplayer che ogni giorno possono vantare milioni e milioni di utenti sui loro server. 

    Questi due videogiochi sono diventati un vero e proprio fenomeno globale, ridisegnando completamente l’idea di intrattenimento e andando a toccare i canali più disparati dai gadget fino alle serie tv. Non sorprende, quindi, che siano anche tra i contenuti più visualizzati in assoluto su questo social.

    Twitch nasce come piattaforma dedicata al mondo dei videogiochi, ma nel tempo ha allargato i propri orizzonti arrivando anche a toccare temi diversi come la musica, il cinema e via dicendo.

    Altro contenuto evergreen è Counter-Strike, sempre uno sparatutto che sembra non passare mai di moda soprattutto nelle live streaming su Twitch. Pur essendo uscito circa 10 anni fa, riesce ancora a intrattenere un pubblico piuttosto vasto sulla piattaforma. Tra le rivelazioni del 2022 troviamo il MMORPG di Amazon, New World, che ha esordito sulla piattaforma facendo il pieno di utenti ma che poi è decaduto rapidamente. 

    Lost Ark ed Elden Ring sono due dei titoli che hanno monopolizzato le dirette in questi primi mesi del 2022. Soprattutto il primo è diventato a inizio anno il gioco più seguito di sempre sulla piattaforma e, seppure in leggero calo, riesce ancora ad appassionare milioni e milioni di utenti giornalieri.

    Anche Dota 2, pur non essendo più fresco come un tempo, continua ad ottenere consensi. Il gioco inizia ad essere datato, ma può contare ancora su una schiera di affezionatissimi. Minecraft è ormai una conferma su Twitch e pur non essendo gettonato come un tempo riesce comunque ad attirare moltissimi spettatori, soprattutto agli ambiziosi progetti di quei gamer al lavoro per ricreare universi e mondi incredibili.

    Call of Duty è un caso a parte. Ad ogni nuova uscita questo titolo monopolizza lo streaming con migliaia di utenti connessi per sfidarsi sul celebre multiplayer on-line; poi di colpo decade, con un’emorragia di utenti incredibile che si arresta solo con l’uscita di un nuovo capitolo.

    Just Chat o Sto solo chiacchierando che non è propriamente un gioco ma è una sorta di chat random dove vengono visualizzati contenuti di qualsiasi natura. Principalmente vengono riprodotti video sui videogames ma nel mezzo è possibile trovare veramente di tutto, incluse discussioni sui temi più vari.

    Per approfondimento: Minecraft, palestra per l'intelligenza artificiale del futuro

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb