La pubblicità online è diventata estremamente raffinata ed efficace. Le aziende decidono di investire sul web poiché riescono ad ottenere innegabili vantaggi che, con l’advertising tradizionale, sono inesistenti. Tra questi vi è il controllo, la gestione e la misurazione dei risultati che, con l’adtech, è molto accurata e precisa.

Adtech è l’abbreviazione di advertising technology, tecnologia pubblicitaria. È l’insieme di tutti quegli strumenti, software e tool che permettono di sviluppare campagne pubblicitarie mirate e dalle elevate performance. Gli esperti di marketing e gli addetti ai lavori devono saperle utilizzare per ottimizzare il budget e garantire un buon ROI (ritorno sull’investimento).

I vantaggi dell’adtech

L’adtech permette ai marketer di utilizzare il budget che hanno a disposizione per creare le campagne pubblicitarie nel migliore dei modi. Consente di offrire i contenuti direttamente agli utenti che potrebbero averne bisogno o ritenerli interessanti nel momento in cui sono più propensi ad ascoltare o a compiere azioni profittevoli per il business dell’azienda.

Consente di raccogliere una grande quantità di dati, che forniscono informazioni non solo sulle performance delle campagne pubblicitarie, ma anche sul target di riferimento. Ciò apre le porte alla possibilità di creare contenuti sempre più specifici e mirati.

Una conseguenza dell’utilizzo delle tecnologie pubblicitarie è l’aumento delle interazioni tra brand e potenziali consumatori. Il retargeting è ottimizzato e diventa l’attività principale della strategia di advertising di molte aziende. Attraverso le opzioni di real time bidding si riduce la possibilità di risultare invadenti e si vanno a colpire solo i segmenti di pubblico che sono più facilmente convertibili.

Adtech: le tendenze a cui prestare attenzione

L’adtech sta crescendo velocemente e farà parte delle strategie di digital marketing del futuro per lungo tempo. Attualmente sono presenti almeno tre tendenze che vengono seguite dalle realtà più attente e innovative.

L’intelligenza artificiale viene usata per automatizzare alcune operazioni e attività e per apportare modifiche in tempo reale alle campagne avviate su diversi canali di comunicazione. In questo modo, gli inserzionisti possono destinare la loro attenzione sullo studio dei dati e del target e per creare contenuti di qualità.

Con l’adtech self-service gli operatori possono andare incontro a netti risparmi gestendo autonomamente le campagne pubblicitarie attraverso piattaforme che massimizzano i risultati. Altro trend, è l’offerta per intestazione, una tecnologia di asta automatizzata che permette agli editori di ricevere più offerte dagli inserzionisti contemporaneamente.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb