Verizon anticipa tutti. L'azienda di telecomunicazioni americana inizierà le prove sul campo della tecnologia di quinta generazione (conosciuta come 5G) entro i prossimi 12 mesi. In netto anticipo rispetto all'anno stimato come inizio dell'adozione del 5G, ovvero il 2020. 
"Ci si aspetta un certo livello di distribuzione commerciale già dal 2017", ha detto Roger Gurnani, IT Architect per Verizon. I test farebbero di Verizon il primo vettore al mondo a muoversi concretamente nel campo 5G. Per l'industria delle telecomunicazioni questo rappresenta anche un primo passo verso una trasformazione radicale del servizio wireless aggiungendo molta più velocità e reattività.


Tutti i vantaggi della tecnologa 5G

Proprio come il passaggio alla tecnologia 4G ha contribuito al successo degli smartphone e dei servizi di telefonia mobile, il 5G potrebbe allo stesso modo guidare la sua rivoluzione tecnologica.
Quanto è veloce il 5G? I test di Verizon hanno mostrato una velocità di connessione da 30 a 50 volte più veloce della nostra rete 4G, ha riferito Gurnani. Ma ci sono altri vantaggi. È molto più reattivo, così i movimenti della mano di un chirurgo a Tokyo potrebbero essere trasmessi a New York in tempo reale. Ma è ancora presto per il 5G, così presto che pochi possono accordarsi su ciò che la tecnologia sarà effettivamente in grado di fare.
L'aumento della velocità e della reattività possono potenziare le tendenze tecnologiche emergenti di oggi: l'Internet delle Cose, o l'idea che gli oggetti di uso quotidiano come il frigorifero o il letto possano parlare tra di loro; automobili self-driving; e la realtà virtuale, che impiega le immagini supersharp per trasportarvi in un altro mondo.

I partner della sperimentazione

La società con sede a New York è stata una delle prime compagnie al mondo a utilizzare la tecnologia 4G quando ha annunciato di voler iniziare le prove nel 2008. Alla fine del 2010, era pronta a lanciare il servizio in 38 mercati. Come in passato, anche oggi Verizon ha alcuni partner per lavorare sul 5G, tra cui Ericsson, Nokia (e il recente acquisto Alcatel-Lucent), Cisco, Qualcomm e Samsung. Il mese scorso ha istituito il suo primo Verizon 5G Technology Forum. 
L'azienda ha anche creato dei "sandbox", o piccole aree di test che utilizzano la tecnologia 5G, nei suoi centri di innovazione a Waltham, Massachusetts, e San Francisco. Gurnani e Verizon riveleranno ulteriori dettagli sui progetti per il 5G al prossimo CTIA Wireless di Las Vegas questa settimana.

L'Ue aspetta l'accordo con la Cina

Intanto l'Europa non sta a guardare. La Commissione Ue si aspetta di firmare un accordo di cooperazione con la Cina sul 5G, in forma di dichiarazione congiunta, in occasione della visita a Pechino a fine settembre del commissario Guenther Oettinger. Obiettivo di Bruxelles, aperta anche a una collaborazione simile con gli Usa dove si sarà presente lo stesso Oettinger, è mettere l'Unione "in condizione di vincere la corsa" del 5G e del mercato unico digitale avanzando su investimenti, spettro e roaming.

9 settembre 2015 (aggiornato il 16 settembre)

Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb