Estate è sinonimo di sole, mare e spiaggia. Questo, però, fa anche rima con cadute dello smartphone in acqua, graffi sul display e temperature altissime per il dispositivo mobile. Insomma, l'incontro tra la spiaggia e il telefono cellulare potrebbe avere anche conseguenze catastrofiche. Così, se si vogliono trascorrere delle serene vacanze estive, è conveniente premunirsi di cover, pellicola protettiva e quant'altro può tornare utile per salvare la vita al nostro amico elettronico.

Temperature in aumento

Non solo la nostra pelle. Il sole e le alte temperature possono nuocere gravemente anche allo smartphone e agli altri dispositivi elettronici ? tablet, fotocamera digitale, lettore di ebook, lettore mp3 ? che si è soliti portare in spiaggia durante le vacanze estive. Come può capitare di leggere nel manuale delle istruzioni, ognuno di questi dispositivi ha delle temperature "di esercizio" oltre ? o al di sotto ? le quali è consigliabile tenerlo spento e al fresco. Le alte temperature, infatti, possono avere effetti indesiderati sulla batteria, sul display e altre parti interne del cellulare. Oltre che provocare la cosiddetta "heat-related death", ovvero morte dovuta al calore. Insomma, un nome tutt'altro che benaugurante.

Nel caso in cui si decidesse di portare lo smartphone in spiaggia, è d'obbligo tenerlo sempre al fresco e al riparo dal sole. Nel caso in cui si dovesse inavvertitamente dimenticarlo al sole per qualche minuto e dovesse surriscaldarsi, non bisogna fare mosse avventate. Basta lasciarlo raffreddare lentamente, mettendolo al riparo dal sole in un luogo fresco ma non gelido (come, ad esempio, il frigo portatile da spiaggia). Si potrebbero ottenere risultati addirittura peggiori.

Utilizzare la pellicola protettiva

Cosa c'è di meglio di una pellicola protettiva per evitare di graffiare il display dello smartphone? Un condom, naturalmente. Bisogna fare però bene attenzione, perché c'è davvero poco da equivocare. Gli Smartskin Condoms for Smartphone sono sottilissime pellicole che ricoprono non solo il display del cellulare, ma l'intero corpo.

 

Un iPhone completamente protetto da un condome per smartphone

 

Un po' complicati da utilizzare la prima volta, i profilattici per cellulare si adattano a dispositivi di qualsiasi grandezza e qualsiasi forma, evitando che sabbia, sassolini o altre "impurità da spiaggia" possano andare a infilarsi nelle fessurine presenti in ogni smartphone (come nell'auricolare o nella presa per la ricarica, ad esempio). Oltre, naturalmente, a proteggere da graffi e incisioni varie il display e il touchscreen del telefonino.

Gli Smartskin Condoms sono sottilissimi e possono essere tranquillamente infilati nel portafogli, così da poterli tirare fuori e utilizzarli solo quando se ne ha veramente bisogno.

All'asciutto

I pericoli per i nostri amici elettronici non arrivano solo dalla sabbia. Anche l'acqua è nemica mortale di ogni dispositivo mobile e, quindi, dello smartphone. Per evitare tuffi inaspettati, potrebbe essere utile utilizzare una delle custodie protettive di DryCase. Si tratta di vere e proprie buste impermeabili a chiusura stagna, che impediscono allo smartphone di entrare in contatto con l'acqua salmastra del mare.

 

 

Una volta messo dentro la sacca protettiva e chiuso ermeticamente, si potrà continuare a utilizzare il proprio dispositivo come se niente fosse, effettuando chiamate, inviando messaggi e navigando in rete. Con la sicurezza, però, che se cadrà in acqua resterà completamente asciutto.

Nel caso in cui lo smartphone cada in acqua senza protezione, si può ricorrere al più classico dei rimedi della nonna (geek): togliere la batteria e SIM e lasciare il dispositivo in "ammollo" in una ciotola di riso per una notte intera. In questo modo tutta l'umidità verrà assorbita dal riso e lo smartphone potrebbe anche tornare a funzionare come se nulla fosse accaduto.

 

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb