Buone notizie per chi ama viaggiare: l’Unione Europea ha deciso di rinnovare il servizio di roaming telefonico gratuito per altri dieci anni. Fino al 2032 i cittadini dell’UE potranno spostarsi in Europa e continuare a telefonare e navigare su internet, senza dover cambiare tariffa telefonica o incorrere in costi maggiorati.

Il roaming internazionale è un servizio che permette di ricevere ed effettuare chiamate, di connettersi a internet e inviare SMS quando si viaggia e ci si sposta in un Paese diverso da quello di residenza, senza dover cambiare numero di telefono o piano tariffario.

In passato, il roaming internazionale prevedeva dei costi differenti rispetto a quelli della tariffa sottoscritta nel Paese d’origine, in base agli accordi privati stipulati tra il proprio operatore e quello del Paese di destinazione. 

Oggi, con il servizio roaming like at home, i viaggiatori possono sentirsi più tutelati e sicuri. È stato pensato per consentire alle persone di spostarsi in tutta Europa senza preoccuparsi di modificare le proprie tariffe telefoniche, così da non avere rincari, e per garantire loro maggiore trasparenza. 

Roaming like at home: in cosa consiste

Il roaming like at home è un pacchetto di regole che è stato approvato per la prima volta nel 2017 dall’UE per tutti i Paesi Membri e quelli appartenenti allo Spazio Economico Europeo. Permette di accedere a internet, inviare sms ed effettuare chiamate allo stesso costo del proprio piano tariffario e senza spese aggiuntive.

Il servizio, che sarebbe dovuto scadere il 30 giugno del 2022, è stato rinnovato per altri dieci anni. Ciò significa che le regole resteranno in vigore fino al 2032. Vi sono stati anche dei miglioramenti: la velocità di connessione non potrà subire modifiche, i cittadini potranno accedere facilmente alle comunicazioni di emergenza e riceveranno informazioni più chiare su eventuali costi aggiuntivi e cambiamenti. Per gli operatori verrà garantita la sostenibilità del servizio, grazie a tariffe all’ingrosso più basse.

Roaming like at home: i limiti da conoscere

Il servizio roaming like at home, per la clausola ‘Fair use’ vale solo se la permanenza nel Paese Europeo è per brevi periodi e occasionale. In caso di trasferimento prolungato, l’operatore telefonico è autorizzato, dopo un controllo sui consumi effettuati, a rivedere le tariffe applicate al consumatore.

Restano i costi aggiuntivi per le chiamate internazionali. Telefonare da un Paese all’altro non rientra nel roaming e potrebbe prevedere dei sovrapprezzi sulle tariffe. Infine, se chiamate e sms non possono subire limitazioni, per il traffico non è così: se si dispone di giga illimitati nel Paese d’origine, in quello di destinazione l’operatore potrebbe porre dei cambiamenti, avvisando preventivamente il cliente in maniera chiara ed esplicita.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb