Gli smartphone e i telefonini hanno cambiato la nostra vita. Hanno reso più semplice restare in contatto con colleghi, amici e familiari, ma allo stesso tempo siamo raggiungibili ventiquattro su ventiquattro (a meno che non spegniamo lo smartphone la notte). E ci sono alcune persone che approfittano di questa situazione. Sono i famosi scocciatori seriali che chiamano a qualsiasi ora del giorno e della notte per offrirci nuove tariffe per il telefono, l'energia elettrica o il gas. Le chiamate dei call center sono un vero e proprio incubo per milioni di persone e riuscire a bloccarle è abbastanza complicato. A meno che non si utilizzino delle applicazioni ad hoc.

Ma gli operatori del telemarketing non sono gli unici scocciatori da cui difendersi. Tutti abbiamo un "amico" o un collega di lavoro che ci chiama nei momenti meno opportuni, anche se è cosciente del fatto che siamo occupati in qualche riunione importante. In questi casi l'unica soluzione possibile è bloccare le loro chiamate in arrivo. Si tratta di una soluzione estrema, ma necessaria. E per essere sicuri, oltre a bloccare le telefonate in entrata si devono limitare anche i messaggi.

Per riuscire a bloccare le telefonate e i messaggi sullo smartphone si hanno diverse possibilità. Di default, sui telefonini sono presenti delle opzioni che permettono di inserire alcuni numeri di telefono all'interno di una lista nera: quando si riceveranno le chiamate da queste persone si attiverà in automatico la segreteria telefonica. Ma il modo migliore per bloccare le chiamate e gli SMS è installare delle applicazioni ad hoc. Ne esistono a decine sul Google Play Store e sull'App Store, ma non tutte funzionano al meglio. Ecco quali sono le migliori app per bloccare le chiamate in arrivo.

Come bloccare le chiamate su Android

 

bloccare chiamate android

Sugli smartphone che montano il sistema operativo del robottino verde è possibile creare una lista nera con tutti i numeri indesiderati. La procedura che spiegheremo a breve funziona solamente nelle versioni stock di Android e cambia a seconda del modello di telefono. Se avete uno smartphone Samsung, LG, Huawei, Honor o Sony, i passaggi da fare potrebbero essere differenti.

Per bloccare un numero di telefono su Android, bisogna entrare nell'applicazione Telefono (l'icona con la cornetta telefonica), premere sull'icona con tre puntini verticali e poi su Dettagli. A questo punto si dovrebbe aprire un menu dove è presente la voce "Aggiungi a Black List" o "Imposta rifiuto automatico". Se sul nostro smartphone non è presente questa possibilità, potremo utilizzare un'alternativa (valida su tutti i dispositivi). Bisogna entrare nell'applicazione Contatti di Google e selezionare il numero di telefono da bloccare. A questo punto bisogna premere sul nome, toccare l'icona a forma di matita presente in alto a destra. Si aprirà la scheda del contatto e si dovrà premere i tre puntini verticali in alto a destra e spuntare l'opzione "Tutte le chiamate a segreteria". In questo modo, quando si riceverà una chiamata da questo numero di telefono, verrà inoltrato direttamente alla segreteria telefonica.

Come bloccare chiamate e messaggi sull'iPhone

Anche sull'iPhone è presente una funzione simile a quella appena descritta per Android. Grazie a questa funzione si può bloccare un numero di telefono, impedendogli di effettuare chiamate (anche su FaceTime) e inviare messaggi (anche su iMessage). La procedura da seguire è molto semplice: si deve entrare all'interno delle Impostazioni, premere sulla sezione Telefono e poi su Blocco chiamate e identificazione. Nella nuova finestra si dovrà selezionare la voce Blocca contatto. A questo punto si aprirà la Rubrica telefonica dalla quale poter scegliere il contatto o i contatti da bloccare.

TrueCaller

 

true caller

Le funzioni che abbiamo appena visto sono molto utili e permettono di limitare le chiamate dei seccatori. Ma per essere veramente sicuri che le chiamate degli amici indesiderati vengano bloccate, è necessario utilizzare delle app ad hoc. Una delle migliori è True Caller, che oltre a bloccare le chiamate e gli SMS dei numeri indesiderati, permette di scoprire chi si nasconde dietro i numeri sconosciuti. Tramite TrueCaller è possibile creare delle blacklist con i numeri da bloccare e farsi aiutare dalla community che utilizza l'app per riconoscere le chiamate dei call center. TrueCaller è un'applicazione gratuita e che può essere scaricata dal Google Play Store e dall'App Store.

Dovrei rispondere?

 

 

Il nome dell'applicazione è abbastanza esplicativo. Dovrei rispondere? permette di scoprire in anticipo chi si nasconde dietro i numeri di telefono sconosciuti (ad esempio i call center), ma anche di bloccare i contatti indesiderati creando delle black list personalizzate. Il funzionamento dell'applicazione è molto semplice e anche chi ha poca esperienza con il mondo degli smartphone riesce a utilizzarla senza problemi. Dovrei rispondere? è disponibile gratuitamente per gli utenti Android.

Callblock

 

callblock

Applicazione creata per bloccare e riconoscere i numeri del telemarketing, Callbock può essere utilizzata anche per limitare le chiamate in entrata dei contatti indesiderati. Per sfruttare i servizi offerti da Callblock è necessario pagare un abbonamento annuale o mensile (19,99 dollari nel primo caso, 1,99 dollari nel secondo). L'applicazione può essere utilizzata solamente per bloccare le chiamate indesiderate sull'iPhone.

SMS Blocker

 

sms blocker

I messaggi degli operatori telefonici possono essere un vero e proprio incubo. E bloccarli non è semplice. Ma utilizzando un'applicazione ad hoc è possibile farlo. SMS Blocker aiuta gli utenti a bloccare i messaggi e gli MMS che si ricevono dalle aziende di telemarketing e dai contatti indesiderati. È possibile bloccare anche tutti gli SMS che contengono alcune parole specifiche. L'applicazione è disponibile solamente sugli smartphone Android ed è completamente gratuita.

Hiya

Hyia

Una volta Hiya era solo un servizio di ricerca inversa dei numeri: si metteva il numero che ci aveva chiamato e ci diceva chi era il proprietario del numero. Oggi, invece, l'app blocca anche le chiamate e offre un servizio ID chiamante per sapere subito chi ci sta contattando. L'app analizza più di 3 miliardi di chiamate ogni mese e arricchisce costantemente il suo database di numeri: come Truecaller, infatti, una volta effettuata la registrazione, anche le nostre chiamate sono tra quelle analizzate. Hiya è disponibile per telefoni Android e iOS.

Should I Answer

Anche Should I Answer ("Chi sta chiamando?" in italiano) funziona in modo simile a Truecaller e Hiya: blocca le chiamatein entrata in base ad un database contenente le segnalazioni precedenti degli utenti e classifica i numeri in gruppi per un migliore filtraggio. Lo sviluppatore dell'app afferma che il suo database cresce ogni giorno di 30.000 nuove recensioni di numeri telefonici. L'app è disponibile per Android e iOS.

Calls Blacklist

Questa app blocca le chiamate indesiderate in base ad un database, come fanno anche le altre, ma include anche alcune utili funzioni che le altre app non hanno. Ad esempio può bloccare le chiamate da determinati numeri, o consente a quei numeri di chiamarci solo durante delle ore del giorno da noi stabilite. Filtra anche i numeri per prefisso, bloccando tutti i numeri che iniziano con una determinata stringa. L'app include anche un pulsante per attivare e disattivare il blocco delle chiamate con un solo tap. Calls Blacklist è disponibile solo per Android.

CallApp

Anche CallApp è un po' diversa dalle altre app per filtrare le chiamate in entrata: è infatti dotata di un "crawler", un algoritmo che raccoglie e analizza i dati degli altri utenti per presentare informazioni quando ci arriva una chiamata. Così quando ci arriva una chiamata sospetta, l'app ci comunica che quel numero è stato segnalato da N altri utenti. L'app è attualmente disponibile solo per telefoni Android.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb