Dopo soli sei mesi in Uber, Jeff Jones ha lasciato la presidenza della compagnia. Secondo quanto riportato dalla stessa società i valori l'approccio alla leadership di Jones sarebbero completamente "incompatibili" con quelli dell'azienda.

In uno dei periodi più difficili per Uber, la scoietà si trova così senza la sua guida. Jeff Jones, secondo quanto riporta la rivista statunitense Recorde avrebbe deciso di mollare a causa dei costanti scontri con Google relativi all'intelligenza artificiale e alle auto a guida autonoma

Il forfait di Jones non è il primo affrontato da Uber. Nel tempo l'azienda ha già dovuto affrontare le dimissioni di Ed Baker, vice presidente responsabile di prodotto e crescita, e Charlie Miller, uno dei principali ricercatori di sicurezza.

20 marzo 2017

Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb