Stupirsi per il fatto che i ragazzi di Visual Concepts siano riusciti un'altra volta a realizzare un piccolo capolavoro è praticamente inutile. Sono oramai un paio di anni che la serie NBA 2K è il miglior videogame di simulazione sportiva presente sul mercato. E per NBA 2K18 le cose non sono cambiate. La software house statunitense ha migliorato un videogame che già lo scorso anno ha rasentato la perfezione e per farlo ha ascoltato le critiche arrivate da chi il gioco lo ha acquistato. Visual Concepts si è focalizzata soprattutto sulla fisicità dei cestiti in campo, cercando di migliorare i movimenti e di renderli più fluidi. Questo cambiamento ha inciso soprattutto sulla fase difensiva: ora i giocatori seguono le penetrazioni degli avversari e cercano di accompagnarli sulla linea di fondo utilizzando il proprio corpo a difesa del ferro. Anche la fase offensiva in NBA 2K18 ha subito delle modifiche, con la barra di caricamento del tiro che è leggermente differente rispetto al passato: riuscire a ottenere il 100% di possibilità di fare canestro è veramente molto complicato. Inoltre, sulla riuscita del tiro incidono moltissimi fattori, tra cui la vicinanza dei difensori. Per questo motivo chiamare lo schema a inizio azione e aspettare l'uscita dai blocchi dei propri tiratori riveste un ruolo molto importante.

 

 

Ma le novità di NBA 2K18 non si fermano solamente al gameplay. Visual Concepts ha introdotto anche la nuova modalità Vita di Quartiere che va a sostituire La Mia Carriera. L'obiettivo è lo stesso (controllare un giocatore del college e accompagnarlo nella scalata nell'NBA), ma è diverso il modo in cui lo si porterà al termine. Ora il gamer ha a disposizione un intero quartiere dove potrà gironzolare liberamente, entrare all'interno dei negozi per personalizzare il proprio personaggio e giocare nei vari campetti da strada. Ogni sfida permetterà di crescere e di avvicinarsi sempre di più al proprio obiettivo. Vita di Quartiere non è una vera e propria modalità, ma somiglia più a un hub centrale che raccoglie intorno a sé un paio di modalità che nel precedente NBA 2K17 erano divise.

 

 

Tutti questi cambiamenti necessitano di una fase di adattamento, anche da parte di coloro che oramai sono dei veterani della serie. Il gameplay potrebbe creare dei grattacapi soprattutto a coloro che erano abituati a penetrare centralmente e a non creare nulla dal palleggio. Anche Vita di Quartiere è una vera e propria sfida per tutti coloro che hanno acquistato NBA 2K18. Per non farsi trovare impreparati è necessario ascoltare alcuni consigli forniti direttamente da chi NBA 2K18 lo ha sviluppato. Grazie ad alcuni trucchi l'appellativo "Re dei campetti di strada" non sarà più un miraggio. Ecco una guida con i migliori trucchi e consigli per giocare a NBA 2K18 e diventare più bravo di LeBron James (almeno con il joypad in mano).

Partire dalla Vita di Quartiere

 

 

Per i novizi il nuovo gameplay di NBA 2K18 può essere un po' complicato da digerire. Uno dei trucchi per riuscire a essere competitivi abbastanza velocemente è cominciare fin da subito con la nuova modalità Vita di Quartiere. Oltre alla possibilità di affrontare gli altri giocatori nei campetti (cosa che sconsigliamo a coloro che sono alle prime armi con NBA 2K18), c'è la possibilità di allenarsi da soli. Questo è sicuramente il primo consiglio che suggeriamo a coloro che vogliono prendere confidenza con il videogame.

Guadagnare VC senza spendere soldi veri

 

 

NBA 2K18 ha un grosso problema: per arrivare al livello 99 con il proprio personaggio è necessario spendere i soldi. Ma non quelli presenti nel videogame, ma soldi veri. Molti giocatori, anche quelli con una passione profonda per il videogame, hanno contestato la scelta effettuata da Visual Concepts. Ma con qualche trucco è possibile guadagnare VC in NBA 2K18 molto facilmente. Ad esempio se si disputa una partita nella modalità La Mia Lega a livello Superstarts con quarti della durata di 10 minuti, a fine gara si avranno 890 VC. Lo stesso accade nella modalità General Manager: disputando partite con le stesse caratteristiche precedenti si guadagneranno 690 VC. Per ottenere la moneta virtuale di NBA 2K18 gratuitamente è necessario costruire un piano d'attacco e portarlo a termine passo dopo passo.

Provare il gioco a 360 gradi

Il punto forte di NBA 2K18 è sicuramente la ricchezza dei contenuti. Per gli appassionati di basket è un vero e proprio piacere spaziare dalla modalità La Mia Lega, alla Vita di Quartiere fino ad arrivare a Il Mio GM. Una ricchezza di contenuti che deve essere vissuta a pieno, in modo da guadagnare facilmente i VC necessari per far aumentare di livello il proprio giocatore. Il trucco per ottenere VC gratis è proprio quello di giocare a più modalità possibili per guadagnare VC e metterli da parte quando si deciderà di giocare a Vita di Quartiere.

Mettere ogni giocatore nel ruolo che più gli compete

 

 

Dopo un paio di consigli pratici su come ottenere gratis la moneta virtuale di NBA 2K18, passiamo ai trucchi per affrontare al meglio il gameplay. Il primo consiglio può essere banale, ma è la base da cui partire per vincere le partite. Ogni giocatore deve giocare nel proprio ruolo e fare sul campo solo ciò che è capace. Se come playmaker metteremo un centro, difficilmente la palla girerà velocemente e troveremo giocatori liberi sul perimetro. E gli stessi problemi li avremo in difesa: se a marcare la guardia avversaria ci sarà la nostra ala forte, avremo grossi problemi di rotazione. Insomma, anche se si tratta di un videogame, NBA 2K18 è la cosa che più si avvicina a una vera partita di basket.

Come fare punti a NBA 2K18

 

 

Anche coloro che hanno decine di anni di esperienza con la serie NBA 2K potranno avere delle difficoltà nell'adattarsi alla nuova modalità di tiro presente nel videogame. Il modo più semplice per fare punti è di tirare con il proprio giocatore libero dalla difesa avversaria. Anche in questo caso, il videogame somiglia tantissimo alle partite vere: se avremo un difensore attaccato al corpo con le mani davanti al viso, riuscire a segnare sarà veramente molto complicato.

Come dribblare a NBA 2K18

Riuscire a eludere la difesa avversaria con un dribbling è importantissimo per riuscire a penetrare in aria e avere un vantaggio nell'azione. Uno dei trucchi per riuscire a dribblare gli avversari è attaccarli nelle zone di campo dove non ci sono giocatori, almeno si avrà spazio per portare l'azione al termine.

L'arte della difesa

 

 

L'attacco fa vendere i biglietti, ma la difesa fa vincere i tornei. Il segreto per difendere con aggressività a NBA 2K18 è conoscere le caratteristiche dei propri avversari. Se stiamo difendendo contro un centro come Gobert, sappiamo che lo dobbiamo tenere lontano dall'aria piccola, se invece stiamo marcando un giocatore come Stephen Curry dobbiamo cercare il più possibile di limitare il tiro da tre. Anche se si tratta di una missione praticamente impossibile: se riusciamo a bloccare il tiro da fuori, cercherà di penetrare in aria e la difesa sarà vana. Infatti, la nuova intelligenza artificiale sviluppata da Visual Concepts si adatta a seconda delle scelte che effettuerà il giocatore.

 

30 settembre 2017

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb