Nel 2010 è stata la volta di Farmville, che, con la prima versione e, successivamente con Farmville 2, ha letteralmente spopolato nel mondo dei social game. Ma il gioco targato Zynga non è l’unico a risvegliare l’”agricoltore che è in noi”: scorrazzando per il web ci si imbatte in non pochi “cugini” di Farmville. Scopriamone alcuni.
 
Farmerama è un gioco che dà l’opportunità di diventare agricoltore di una fattoria online attraverso una semplice registrazione o accedendo con il proprio account Facebook. Una delle caratteristiche di Farmerama è la presenza di simpatici animali parlanti, dal gufo al branco di pecore, fino al maiale, di cui il giocatore/agricoltore si deve occupare, senza perdere di vista il suo obiettivo principale, ossia la gestione dell’intera fattoria. Ogni giocatore ha a disposizione, infatti, una masseria, simbolo del proprio prestigio da contadino, dove i clienti arrivano a proporre commesse (più commesse si accettano, più punti si accumulano) e un mulino, necessario per sfamare gli animali (per ogni razza è indispensabile preparare un tipo diverso di mangime). Nella dinamica del social game, sono fondamentali anche la corretta amministrazione della cisterna e del letamaio. Il giocatore può disporre di una cisterna e di fonti sorgive supplementari, da distribuire a piacere nei campi. Le cisterne sono ovviamente importanti per abbeverare gli animali. Molto utile è anche il letamaio: il letame è concime per le piante, che contribuiscono ad abbellire la propria fattoria.  
 
una schermata del gioco

Altro browser game dedicato alla fattoria è Goodgame Farmer: anche in questo caso, direttamente dal proprio PC, è possibile curare il proprio pezzettino di terra virtuale, guadagnando trofei e salendo di livello.
Così come in Farmville e Farmerama, è possibile chiedere il supporto degli amici online, attraverso Facebook, per accrescere la fattoria e guadagnare punteggio.
 
L’elenco si allarga con Family Barn: il giocatore diventa il proprietario di una fattoria a conduzione familiare, dove deve decidere cosa coltivare e, allo stesso tempo, fare in modo che gli animali non patiscano la fame. Questo gioco è collegato a Facebook, per cui si rivela fondamentale invitare gli altri contatti e condividere con loro i progressi della propria fattoria.
 
Da quando hanno iniziato a diffondersi, i giochi di fattoria hanno riscosso un notevole successo: in breve tempo, ad esempio, Farmville è diventata l’applicazione più popolare su Facebook e anche Farmville 2 non è stato da meno. Farmerama e gli altri hanno, poi, contribuito non poco a “tenere accesa” la passione per l’agricoltura.
 
5 febbraio 2013
A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb