Le festività natalizie sono un po' l'esaltazione del cibo e della buona cucina. Di fatto, si inizia con la cena della Vigilia di Natale e si finisce con il pranzo della Befana: un tour de force culinario di circa due settimane capace di mettere alla prova anche gli stomaci più "capienti". La sfida, però, coinvolge anche chi sta dall'altra parte della cucina: chi ama cucinare può approfittare del Natale 2015 per mettersi alla prova e, contemporaneamente, provare nuove e invitanti ricette.

Senza l'adeguata strumentazione, però, anche il più bravo dei cuochi amatoriali può poco. Sotto l'albero di Natale, dunque, non può mancare l'ultimo gadget per trasformare la cucina e la propria abitazione in una casa hi-tech.

Cinder

 

 

Dall'hamburger alla bistecca, dall'omelette alla torta di mele, Cinder è una piastra hi-tech in grado di cuocere alla perfezione qualunque tipologia di pietanza o piatto in maniera praticamente perfetta. Grazie a una rete di sensori smart, infatti, questa piastra è in grado di controllare la temperatura di cottura dei cibi con una precisione di 0,15 gradi centigradi, assicurando così una cottura a regola d'arte. Il controllo, comunque, sarà sempre nelle mani del "cuoco": sincronizzando Cinder con lo smartphone, infatti, si può scegliere il tipo di cibo da cuocere e la cottura preferita. Sarà poi la piastra ad avvisare quando è il momento di servire il piatto in tavola inviando una notifica push sullo smartphone. Un elettrodomestico che non può assolutamente mancare nella cucina di ogni casa hi-tech, insomma.

Mellow

La cottura sous-vide è tra le più difficili da apprendere e realizzare, ma anche quella che regala più soddisfazioni al palato. Con Mellow anche chi non ha molto tempo da passare in cucina può cucinare le loro pietanze preferite sottovuoto senza dover seguire corsi di alta cucina o perdere ore tra fornelli e ingredienti. Tutto ciò che il cuoco amatoriale dovrà fare sarà preparare la pietanza all'interno della bustina sottovuoto e immergerla nella vasca d'acqua di Mellow: grazie allo smartphone e alla connessione Wi-Fi di casa, si potrà avviare e controllare la cottura a distanza di decine di chilometri.

 

 

Sarà poi Mellow a determinare la temperatura dell'acqua e stabilire i tempi di cottura a seconda della ricetta che si vuole realizzare.

Thomson campanello wireless

Con una portata di 300 metri e un flash di avvertimento quando qualcuno suona alla porta di casa, il campanello senza fili di Thomson si propone come il regalo di Natale 2015 per chi vuole una casa hi-tech. Grazie al cavo USB e alla memoria interna da 16 megabyte, inoltre, il campanello Thomson permette al padrone di casa di personalizzare la "suoneria" del campanello con la propria canzone preferita.

Ring connected doorbell camera

La crescita esponenziale dei settori della domotica e dell'Internet of Things cui si è assistito negli ultimi anni ha portato all'aumento considerevole del numero di connetcted camera di sicurezza presenti sul mercato. Ring, startup statunitense molto attiva nel settore della domotica, ha piazzato una telecamera dove probabilmente è più utile: sul portone. Il Ring connected doorbell è un campanello smart con telecamera integrata capace di interagire con la rete Wi-Fi di casa e inviare notifiche allo smartphone.

 

 

Non appena qualcuno premerà il pulsante di Ring, il campanello "intelligente" attiverà il sensore della videocamera e invierà un avviso sullo smartphone sincronizzato. Il proprietario di casa potrà avviare una videochiamata, così da capire chi bussa alla porta e per quale motivo. Ring, inoltre, è dotato di sensori di movimento in grado di rilevare la presenza di qualcuno di fronte al portone di casa. Se qualcuno dovesse muoversi, con fare circospetto, nelle vicinanze dell'ingresso della nostra casa hi-tech, il campanello smart inizierà a riprendere le immagini in maniera automatica, inviandole allo smartphone sincronizzato e registrandole nel cloud.

Fizzics

 

 

Tra i regali di Natale 2015 più richiesti al di là dell'Oceano Atlantico, Fizzics è un gadget che non può mancare nella cucina degli amanti della birra. Sfruttando microcontroller digitali e altri chip di ultima generazione, Fizzics può trasformare qualunque birra in bottiglia o lattina acquistata al supermercato in una birra alla spina. Grazie all'impiego di onde sonore e "agitando" in maniera adeguata la birra contenuta nella bottiglia o nella lattina, Fizzics si comporta come uno spillatore da pub: basta premere la leva posta nella parte alta del dispositivo e sembrerà di avere un barista personale all'interno della propria cucina.

PicoBrew

 

 

Se la birra è la vostra passione e non vi accontentate più di acquistarla al supermercato, nella vostra "letterina" a Babbo Natale non può mancare una menzione (magari speciale) per PicoBrew. Questo piccolo gioiellino della tecnologia, infatti, è in grado di creare cinque litri di birra in poco più di due ore: si sceglie il tipo di birra da creare, si acquistano gli ingredienti dallo shop di Pico e si inseriscono nel cesto così come descritto nelle istruzioni. Sarà poi Pico a dosare acqua e far fermentare luppolo e frumento per creare una birra gustosa proprio come piace a voi.

Somabar

 

 

Restando nel campo degli alcolici, Somabar è il regalo di Natale 2015 perfetto per chiunque ami i cocktail ma non ha l'animo da barman. Controllabile via smartphone grazie all'app sviluppata ad hoc, Somabar permette di creare il cocktail perfetto scegliendo tra le innumerevoli ricette presenti nel suo database o creando da sé il mix perfetto. Il funzionamento di Somabar è piuttosto semplice: si caricano gli alcolici nei sei contenitori posti al lato del dispositivo, si sincronizza il cellulare e si sceglie il cocktail preferito. Sarà cura di Somabar miscelare in maniera perfetta gli ingredienti per creare un negroni o un gin tonic da leccarsi i baffi.

Nest Cam

Con l'acquisto di Google datato gennaio 2014, gli orizzonti di Nest si sono notevolmente ampliati. Dal "semplice" termostato smart controllabile via smartphone, la startup statunitense è passata a immaginare (e progettare) un'intera casa hi-tech, con dispositivi e gadget connessi a Internet e controllabili da qualunque parte del mondo ci si trovi. Ne è un esempio la Nest Cam, una videocamera di sicurezza connessa e controllabile a distanza grazie alle app per iOS e Android.

 

 

Nest Cam permette di controllare i bambini a distanza mentre si è impegnati in cucina o al lavoro; consente di tenere sotto controllo la casa hi-tech mentre si è in vacanza, oppure di redarguire il cane che combina disastri approfittando della nostra assenza. Un vero e proprio occhio elettronico che, grazie alla domotica, permette di controllare la propria abitazione in qualunque situazione o luogo ci si trovi.

Philips Hue bridge

Tra i vari sistemi di illuminazione smart per la casa domotica, Philips Hue è probabilmente il più noto e utilizzato in tutto il mondo. Per Natale 2015 l'azienda olandese ha realizzato e commercializzato la seconda versione del suo bridge, il dispositivo che consente di collegare le lampadine intelligenti alla Rete e creare un "sistema Hue" all'interno della propria casa hi-tech.

 

 

Con Bridge 2.0 l'utente avrà il pieno controllo del sistema di illuminazione domestico dal proprio smartphone. Capace di controllare fino a 50 diverse lampadine, il nuovo "ponte" può essere controllato grazie a semplici comandi vocali grazie alla compatibilità con Apple HomeKit e alla futura compatibilità con la casa domotica di Google. Dall'interfaccia dell'iPhone o di qualunque smartphone Android, il padrone della casa hi-tech potrà controllare (anche a distanza di chilometri) l'accensione delle lampadine, il colore della luce, sincronizzare le lampadine con la musica che si sta ascoltando o i film che si stanno vedendo, impostare un calendario per l'accensione delle luci e molto altro ancora.

Roomba 980

 

 

Terminato il pranzo di Natale o il cenone di Capodanno arriva il momento forse più stressante: quello delle pulizie. Con Roomba 980, però, sarà tutto più semplice. Questa aspirapolvere travestita da gigantesco disco da hockey è più smart che mai: capace di mappare la casa hi-tech grazie alla fotocamera integrata, si collega alla rete Wi-Fi domestica e può essere così controllata tramite lo smartphone. Il padrone di casa potrà decidere il calendario delle pulizie settimanali, oppure decidere manualmente quando far partire Roomba 980 e dare il via alle pulizie generali.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb