login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Come scegliere la miglior tastiera da gaming

Ascolta l'articolo

Come scegliere la propria tastiera da gaming e quali caratteristiche deve avere per dare agli utenti la miglior esperienza di gioco possibile. La guida completa

Tastiera da gaming Kjetil Kolbjornsrud/Shutterstock

Una tastiera da gaming è un dispositivo “speciale” ottimizzato pensando ai gamer e alle loro esigenze sia ergonomiche che pratiche, per godere al meglio dei propri giochi preferiti.

Anche qui, vale il discorso fatto per i mouse da gaming ma, oltre al discorso sul “vantaggio” che potrebbe dare o meno un prodotto del genere, bisogna tenere in considerazione anche funzioni avanzate che consentono una gestione a 360° delle funzionalità del PC.

I prodotti sul mercato sono molti, quindi vale la pena scoprire quali caratteristiche deve avere una tastiera da gaming e come scegliere il prodotto migliore per le proprie esigenze.

Vantaggi di una tastiera da gaming 

Tastiera da gaming

Parilov/Shutterstock

Una tastiera progettata specificatamente per il gaming offre moltissimi vantaggi rispetto a una classica tastiera, vantaggi orientati naturalmente alle performance dei giocatori e alla loro salute.

Optando, ad esempio, per un dispositivo con i tasti meccanici si garantisce ai giocatori una pressione dei tasti più rapida e precisa che, nel gioco, potrebbe rappresentare un punto a favore rispetto agli avversari.

Oltretutto si parla anche di un miglior feeling coi tasti stessi, per una migliore esperienza di gioco ancora più coinvolgente.

Per chi poi passa molte ore al PC, scegliere un prodotto con gli appositi poggiapolsi è un modo per garantire un miglior comfort e rendere meno “faticoso” l’utilizzo della tastiera.

Un prodotto da gaming, oltretutto, è anche molto più flessibile rispetto a uno convenzionale e consente all’utente di programmare le funzioni dei tasti, così da semplificare determinate azioni nel gioco.

Poi a questo a bordo di un sistema da gaming sono presenti molti più controlli che possono essere utilizzati per gestire le varie funzioni del PC e non solo quelle legate ai videogiochi.

Infine un dispositivo retroilluminato, oltre a migliorare l’estetica della propria postazione da gaming, consente anche di vedere a dovere i tasti in ambienti con poca luce.

Compresi i reali vantaggi di un prodotto del genere, vediamo come scegliere la migliore tastiera da gaming.

Tipologia di tasti

Postazione da gamer

EKKAPHAN CHIMPALEE/Shutterstock

Come appena detto una delle principali caratteristiche di una tastiera da gaming è il meccanismo dei tasti.

I tasti meccanici, ad esempio, hanno un vero e proprio interruttore fisico sotto ciascun pulsante, così da fornire un feedback tattile migliore che può migliorare non poco la reattività del dispositivo e permettere agli utenti di impostare il la pressione da esercitare affinché la tastiera funzioni. Questa è la soluzione preferita dei gamer ma anche una delle più costose.

Nel caso di interruttori a membrana, invece, si avranno dispositivi molto più sottili ma con un peggiore feedback, questo sistema viene utilizzato principalmente nei prodotti economici a sono, ovviamente, meno precisi per il gaming.

I sistemi con interruttori a forbice utilizzano, appunto, un meccanismo a forbice posizionato sotto ciascun tasto e sono una specie di via di mezzo tra gli interruttori a membrana e quelli meccanici, e sono principalmente utilizzate sui notebook da gaming.

Infine gli interruttori ottici rilevano la pressione dei tasti utilizzando un sensore a infrarossi che si accorge quando viene interrotto il flusso di luce, inviando il relativo input. Parliamo di un sistema piuttosto reattivo, ma comunque non troppo comune.

Retroilluminazione 

retroilluminazione tastiera

Ninma/Shutterstock

La retroilluminazione, chiaramente, rende i tasti visibili al buio e garantisce un look accattivante alla propria postazione da gamer.

Le opzioni sono molte: tasti che si illuminano singolarmente di un qualsiasi colore (LED RGB per tasto) oppure la classica illuminazione (colorata o meno) di tutto il prodotto.

A prescindere dal design che si sceglie, questo sistema è ottimo per gli ambienti scarsamente illuminati, consentendo agli utenti di vedere sempre perfettamente i tasti.

Layout della tastiera 

Gaming

ESB Professional/Shutterstock

Naturalmente le tastiere da gaming sono disponibili in diverse dimensioni e diversi layout, che puntano a soddisfare qualsiasi bisogno.

I fattori di forma più comuni sul mercato sono quelli a dimensione intera, con 104 tasti che comprende anche il tastierino numerico posto sulla destra.

Questo è probabilmente il formato più utilizzato e sicuramente quello più comodo per assolvere alle varie esigenze degli utenti.

La tastiera TKL (Tenkeyless) hanno di solito 80-87 tasti, rinunciando al tastierino numerico. Sono comunque ottime per il gaming, soprattutto per le postazioni di dimensioni più ridotte.

Le tastiere 60%, 70% o 75% hanno di solito un layout davvero minimal rimuovendo tutti questi tasti “non indispensabili”. Generalmente sono utilizzate per gli spazi contenuti o per i sistemi portatili.

Caratteristiche aggiuntive 

Videogames

Gorodenkoff/Shutterstock

Molte tastiere da gaming hanno anche delle funzionalità aggiuntive che, pur non essendo fondamentali, vanno comunque a migliorare la user experience.

Come i tasti macro che permettono agli utenti di programmare comandi complessi o sequenze di tasti multipli che si ottengono premendo un unico tasto.

I tasti multimediali, permettono di avere sulla propria tastiera i controlli per la riproduzione di musica, video e per la gestione dell’audio anche durante il gioco.

I poggiapolsi si rifanno al discorso sul comfort fatto nei paragrafi precedenti e hanno il solo scopo di migliorare l’ergonomia della tastiera, aiutando gli utenti a ridurre lo sforzo e l’affaticamento dopo tante ore al PC.

Infine la presenza di una porta passthrough USB consente di collegare diversi accessori direttamente alla tastiera, rimuovendo i cavi sparsi sulla scrivania e rendendo molto più accessibili i vari ingressi alle porte.

Per saperne di più: Il computer: come è fatto, come funziona, come migliorarlo

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
TecnologicaMente
Quanto sai adattarti alle nuove tecnologie?
Immagine principale del blocco
Quanto sai adattarti alle nuove tecnologie?
Fda gratis svg
Scopri se sei un utilizzatore impulsivo ed entusiasta o preferisci avvicinarti alla tecnologia in maniera più calma, controllando prima che sia sicura
Fai il test gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.