Quasi 5 milioni di visualizzazioni in 24 ore, senza gattini: ci è riuscita Boston Dynamics pubblicando, sul suo canale YouTube, un video in cui tre dei suoi robot ballano insieme sulle note di "Do You Love Me" dei Contours. Il meglio della tecnologia del futuro balla sulle note di una canzone del 1962 pe augurarci buon 2021, ma non sono i numeri a impressionare bensì il livello di precisione e agilità nei movimenti raggiunto da questi robot.

Tre i modelli di robot che ballano nel video: Atlas, Spot e Handle, cioè tutto il catalogo di robot mobili (su gambe, zampe e ruote) di Boston Dynamics, che produce anche robot per postazioni fisse.

Il primo robot a scendere in pista è Atlas, umanoide dotato di 28 articolazioni con attuatore idraulico, alto un metro e mezzo, in grado di muoversi alla velocità di 5,4 chilometri orari (una camminata veloce di una persona nromale) e pesante appena 80 chili.

E' in grado di riprodurre quasi tutti i movimenti di un essere umano, e nel video lo dimostra alla perfezione, grazie a sofisticati algoritmi che gli permettono anche di bilanciare costantemente il peso e interagire con l'ambiente circostante.

Il secondo robot a comparire nel video è Spot, una macchina a quattro zampe che assomiglia un po' ad un cane e un po' ad un cigno. In grado di traportare fino a 14 chilogrammi, Spot usa la visione a 360 gradi per muoversi agevolmente su qualunque tipo di terreno ed è in grado di lavorare nell'industria delle costruzioni, in quella petrolifera e ovunque ci possa essere un pericolo.

Tra i ruoili per i quali è stato studiato c'è anche quello di robot anti bomba, anche se non si direbbe da come balla sulle (quattro) punte.

L'ultimo robot a ballare Do You Love Me è Handle, una sorta di struzzo su due grandi ruote che nasce per svolgere compiti di logistica. Si può muovere alla velocità di 14 chilometri orari e può sollevare carichi fino a 15 chili, posizionati ad una distanza massima dal corpo del robot di 3 metri.

Handle è anche un gran lavoratore, perché può muovere fino a 360 scatole in una sola ora. Scatole che riconosce da solo, grazie ad un software basato su algoritmi di deep learning applicati al suo sitema di videocamere tridimensionali. Nasce per caricare e scaricare mezzi pesanti e per montare e smontare le pedane in fabbrica.

Chi è Boston Dynamics

boston dynamics

Nonostante sia evidente che per realizzare il video con cui ci augura buon 2021 si sia rivolta ad un coreografo e ad un regista, Boston Dynamics non opera nel mercato dell'intrattenimento: è tra i leader mondiali della robotica, nato nel 1992 come spin off del Massachusetts Institute of Technology.

Inizialmente ha lavorato soprattutto per l'esercito statunitense, per il quale nel 2005 ha realizzato il "mulo robotico" BigDog: un quadrupede da carico con il compito di accompagnare i soldati nei trasferimenti a piedi su terreni difficili.

Il progetto è stato poi abbandonato nel 2015, due anni dopo l'acquisizione di Boston Dynamics da parte di Google e al suo passaggio dal mercato militare a quello civile e industriale. Google mantiene in pancia Boston Dynamics per soli quattro anni e la cede alla giapponese Softbank nel 2017 per una cifra mai rivelata.

L'11 dicembre 2020 viene annunciato l'ultimo cambiamento nella compagine societaria: Softbank cede per 1,1 miliardi di dollari l'80% di Boston Dynamics alla casa automobilistica coreana Hyundai. Il gigante dei motori userà i robot di Boston Dynamics nelle sue fabbriche e, in futuro, userà il know how acquisito per creare nuove soluzioni di smart mobility.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb