Dimenticatevi i tempi di Gustav Thoeni. Ma anche quelli di Alberto Tomba. Lo sci di oggi è completamente differente rispetto a quello di appena un quinquennio fa, figurarsi se paragonato con la disciplina praticata qualche decennio fa da due mostri sacri come Thoeni e Tomba. "Merito" dell'evoluzione tecnologica che ha trasformato i materiali utilizzati da atleti e amatori per scendere in pista: sci, scarponi, caschetti e sciolina, come già detto, hanno ben poco a che fare con i materiali utilizzati fino a pochi anni fa.

L'evoluzione tecnologica, se vogliamo, si è spinta molto più in là, legando il mondo dell'hi-tech a quello dello sci. Tra GoPro per riprese mozzafiato, casco Bluetooth e guanti Bluetooth per poter interagire con il proprio smartphone e rispondere alle chiamate mentre si è in pista e solette riscaldate per non avere più freddo ai piedi mentre si indossano gli scarponi, l'alta tecnologia è ormai fedele compagna di tutti coloro che amano scendere in pista.

La stagione sciistica 2017, poi, è stata foriera di diverse novità. Anche in questo caso i veri protagonisti sono gli "accessori connessi", come il già citato caschetto Bluetooth, che consentono agli sciatori di sincronizzarsi con lo smartphone e accedere a informazioni supplementari mentre si tenta, con sci infilati e bastoncini tra le mani, di battere il record personale della pista.

GoPro Hero 5

 

 

Nonostante non attraversi un buon momento (dal punto di vista finanziario), GoPro è da sempre sinonimo di affidabilità e grande qualità. Non fa eccezione la serie 5 delle sue action camera: sia la GoPro Hero5 Black (top di gamma capace di registrare video in 4K), sia la GoPro Hero5 Session offrono decine di funzionalità e garantiscono riprese di altissima qualità. La Hero 5 Black, come detto, è in grado di registrare in ultra alta definizione, ha un modulo GPS integrato per tenere traccia dei movimenti di chi la indossa, si controlla anche con comandi vocali e il pratico schermo LCD touch da 2 pollici consente di rivedere le immagini della propria discesa non appena terminato. La Hero 5 Session, sorellina minore della Black, è piccola e maneggevole e, pur non avendo un display con la quale controllare le immagini, consente di effettuare riprese di grande qualità. L'ideale, insomma, per chi vuole riprendere le proprie imprese sportive senza dover spendere troppo.

YI 4K Action Cam

 

 

La YI 4K Action camera è una delle migliori alternative alla GoPro oggi disponibili sul mercato. Come dice lo stesso nome, è dotata di sensore capace di riprese in ultra alta definizione (3840x2160 pixel) ma non è che la proverbiale punta dell'iceberg: la action cam cinese, infatti, integra sensori e chip di ultima generazione per garantire la miglior qualità possibile. Al suo interno, sotto il display touch da 2,2 pollici (risoluzione 640x360 pixel), trovano spazio il modulo GPS, il giroscopio e l'accelerometro, una batteria capace di garantire fino a 2 ore di riprese continuative, doppio microfono e antenna Wi-Fi 5 GHz. Ciò permette alla YI 4K Action Camera di sincronizzarsi con lo smartphone ed effettuare così streaming in diretta delle riprese.

Giro Range MIPS

 

 

Dotato della tecnologia MIPS, che consente di distribuire il contraccolpo di una caduta sull'intera struttura del casco e minimizzare i danni per la testa, il Giro Range si caratterizza anche per lo slot integrato nel quale montare direttamente la GoPro o un'altra action camera compatibile. Posizionato sulla fronte (anziché sulla testa), lo slot consente di effettuare riprese perfette e da un punto di vista estremamente particolare. In questo modo sarà possibile condividere sui social delle immagini mozzafiato.

BearTek Bluetooth Snowgloves

Controllare il proprio smartphone mentre si è in pista non è il massimo della comodità. Lo sanno tutti gli sciatori che, per un motivo o per un altro, hanno tentato di interagire con il proprio dispositivo mobile con guanti indossati e bastoncini tra le mani. Un problema che BearTek prova a risolvere con i suoi Bluetooth Snowgloves, guanti Bluetooth che consentono di utilizzare il telefonino senza che ci sia il bisogno di tirarlo fuori dal giaccone. Dopo aver effettuato la sincronizzazione, infatti, i BearTek Bluetooth Snogloves consentiranno di rispondere a chiamate in arrivo (o rifiutarle, in alternativa) e controllare la riproduzione delle tracce audio presenti in memoria (funzionano, però, anche con Spotify). Grazie al modulo esterno, inoltre, questi guanti Bluetooth possono essere utilizzati anche per controllare la GoPro e far partire o terminare le riprese a proprio piacimento.

POC Fornix Communication

Non si tratterà di un casco Bluetooth, ma la qualità audio offerta dai due padiglioni integrati al suo interno non ha eguali nel panorama sciistico. Grazie alla collaborazione con Dr. Dre, infatti, i POC Fornix sono tra i caschi da sci più indicati per chi ama ascoltare musica mentre si trova in pista. È sufficiente collegare il jack audio allo smartphone per potersi lanciare in avventurose discese al ritmo della propria musica preferita.

ODT Chips 2.0

 

 

Indicati per chi non vuole spendere troppo in caschi Bluetooth, gli ODT Chips 2.0 consentono di ascoltare musica e rispondere alle chiamate in arrivo senza dover togliere lo smartphone dalla tasca del giaccone. Grazie alla connettività Bluetooth si sincronizzano facilmente e velocemente, mentre il microfono incorporato permette di effettuare chiamate senza il benché minimo problema. Inoltre, la connettività wireless consente di creare una sorta di "rete di comunicazione privata": gli auricolari Bluetooth da sci si trasformeranno in moderni walkie talkie: grazie ai quali parlare con i propri compagni di uscita. Gli ODT Chips 2.0 vanno montati all'interno del casco e sono compatibili con la stragrande maggioranza dei modelli in commercio.

Thermacell ProFLEX heated insole

 

 

I piedi freddi sono il vostro incubo peggiore mentre state sciando? Le solette riscaldate Thermacell ProFLEX heated insole fanno allora al caso vostro. Basta metterle all'interno degli scarponi e attivarle non appena la temperatura diventerà troppo "frizzante": la batteria integrata e ricaricabile assicurerà fino a 5 ore di tepore.

Recon Snow2

 

 

Da montare direttamente all'interno della maschera, il Recon Snow2 è un visore olografico che vi aiuterà a migliorare le vostre prestazioni in pista ed eviterà che vi perdiate in caso di fuoripista. Dotato di sensore GPS, di giroscopio e accelerometro, questo dispositivo traccerà ogni singolo movimento di chi lo indossa e lo mostrerà sul vetro protettivo della mascherina: sarà così possibile conoscere la velocità di "crocera" e la nostra posizione in tempo reale. Grazie al Bluetooth, inoltre, si potrà sincronizzare con lo smartphone così da poter rispondere alle chiamate (o rifiutarle) e leggere i messaggi testuali in arrivo.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb