Google Pixel e Google Pixel XL sono tra gli smartphone migliori usciti nel 2016. L'azienda di Mountain View ha detto addio alla serie Nexus e per la prima volta ha deciso di realizzare autonomamente uno smartphone. E il risultato è stato eccezionale. Componenti hardware da top di gamma e software ottimizzato permettono al dispositivo di sfruttare a pieno tutte le potenzialità offerte da Android Nougat 7.0. Inoltre, è il primo smartphone a utilizzare Google Assistant, il nuovo assistente virtuale sviluppato da Mountain View.

 

 

Tra le tante funzionalità presenti sul Google Pixel e il Google Pixel XL, alcune devono essere attivate utilizzando dei semplici trucchi. Si potrà migliorare il risparmio della batteria o attivare il multitasking per svolgere più operazioni contemporaneamente. L'unico problema è che i due dispositivi non sono ancora disponibili in Italia e Google non sembra, per il momento, intenzionata ad accelerare le operazioni. Ecco alcuni trucchi per sfruttare le potenzialità di Google Pixel e Google Pixel XL.

Caratteristiche Google Pixel e Google Pixel XL

I due dispositivi realizzati dall'azienda di Mountain View presentano delle caratteristiche da top di gamma. Le componenti hardware sono identiche, tranne per le dimensioni dello schermo: Google Pixel monta un pannello da 5 pollici, mentre il Pixel XL un display da 5,5 pollici. Entrambi gli smartphone montano il chipset Snapdragon 821 supportato da 4GB di RAM e da 32GB o 128GB di memoria interna. La fotocamera posteriore è da 12,3 Megapixel, mentre quella anteriore da 8 Megapixel.

 

 

Gesture

Ogni smartphone Android offre delle gesture differenti che permettono di utilizzare al meglio il device. Google Pixel e Google Pixel XL non sono da meno e presentano una sezione dedicata appositamente ai "movimenti". Tra le cinque opzioni disponibili, due riguardano esclusivamente la fotocamera, mentre le altre tre possono essere usate per gestire le notifiche dal lock screen dello smartphone. Sarà necessario studiare al meglio le varie opzioni e scegliere quelle che meglio si adattano alle proprie abitudini.

Ambient Display

Gli smartphone Android di default non presentano l'opzione schermo "Always On". Solamente alcune aziende lo hanno introdotto all'interno della propria versione personalizzata di Android. Google ha deciso di sviluppare la funzionalità "Ambient Display" che permette di attivare alcune caratteristiche dello smartphone anche quando lo schermo è spento.

Multitasking

 

google pixel

 

Google Pixel e Google Pixel XL sono i primi smartphone a usare la nuova versione di Android Nougat 7.0. Tra le nuove funzionalità introdotte, la possibilità di fare due cose contemporaneamente, dividendo lo schermo in due parti uguali. La funzione multitasking era una delle richieste che gli utenti avevano fatto a Google e l'azienda di Mountain View ha voluto accontentarli.

Risparmio batteria

Altra funzionalità esclusiva dei Google Pixel è il "risparmio batteria", potenziato rispetto alle versioni precedenti di Android. L'utente potrà impostare a seconda delle proprie necessità il risparmio della batteria, aumentando l'autonomia anche di dodici ore. Per ottimizzare i consumi sarà possibile limitare l'utilizzo delle applicazioni in background, una delle cause principali del consumo della batteria da parte degli smartphone.

Benvenuta realtà virtuale

 

google pixel trucchi

 

Google Pixel e Google Pixel XL sono i primi smartphone a supportare la nuova piattaforma per la realtà virtuale Daydream di Google. Inserendo il dispositivo all'interno del visore per la realtà virtuale realizzato da Google si accederà a un nuovo mondo con contenuti in esclusiva. Inoltre, le foto scattate prenderanno vita grazie al mondo digitale.

Easter Egg

Come sempre Google nasconde delle piccole sorprese all'interno del proprio sistema operativo mobile. Per attivare l'Easter Egg è necessario entrare all'interno delle Impostazioni, premere su Info sul telefono e successivamente su Versione di Android. Toccando per quattro o cinque volte consecutivamente apparirà sullo schermo la N di Nougat e l'utente dovrà premerla compulsivamente per circa 10 secondi. Al termine apparirà una sorpresa sul vostro Google Pixel.  

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb