Se siete stanchi dell’”anonimato” dei caratteri digitali o non sopportate le tastiere touchscreen, c’è un sistema che vi permetterà di rendere il vostro smartphone o tablet non molto differente da un foglio di carta, scrivendo a mano come quando si fa un appunto a penna. La funzione di chiama Handwrite ed è stata ideata da Google per i dispositivi mobileIl sistema, ancora in versione beta, permette di toccare lo schermo, convertendo automaticamente la scrittura a mano in caratteri inseriti nella barra del motore di ricerca. Attualmente è disponibile in ben 27 lingue per i sistemi operativi IOS5 di Apple e Android 2.3 e 4.0.

Per attivare Handwrite è sufficiente andare nella sezione “impostazioni” (parte inferiore dell’homepage di Google) oppure visitare il sito www.google.com/preferences. Il secondo step consiste nella selezione della funzione “attiva” dell’area “scrittura a mano” e da lì, toccando l’icona dedicata nell’angolo inferiore destro dello schermo, si può iniziare a comporre parole e testi, rigorosamente in stampatello, che saranno convertiti dal programma.
Attivando un’altra funzione, Google Instant, è anche possibile visualizzare automaticamente i risultati relativi a una stessa ricerca già effettuata, che inizia con le lettere digitate.

Dalle recensioni che circolano in Rete, però, pare che l’utilizzo diHandwrite non stia dando sempre risultati soddisfacenti: spesso le lettere restano spezzate a metà, i segni sono registrati in ritardo ed è necessario eseguire più volte le operazioni di scrittura. La funzione, spiegano da Mountain View, è ancora in fase sperimentale e, dunque, non è da escludere che nei prossimi mesi sarà migliorata ed estesa anche ad altri sistemi operativi. 


03 agosto 2012

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb