Per un giorno, il web e i social si tingono di rosa. E di giallo, ovviamente. In occasione della “Festa della donna 2015” la Rete celebra il gentil sesso a suon di video, foto, iniziative social e idee originali per fare gli auguri alle donne della propria vita. Così, tra mimose virtuali e messaggi sdolcinati, il web è una vera e propria miniera di risorse utili a celebrare adeguatamente la Festa della Donna 2015.

#BriefMessage

 

BriefMessage

 

Nata da un'idea dell'artista italiano AleXsandro Palombo, la campagna social #BriefMessage è diventata virale in men che non si dica, rimbalzando di profilo in profilo, di social network in social network. Merito, da un lato, della semplicità della campagna e, dall'altro, dall'obiettivo che si prefigge: sensibilizzare l'opinione pubblica sulla violenza di genere in occasione della Festa della donna 2015. Quindi, non solo mimose.

Per partecipare all'iniziativa, come detto, non è richiesto grande impegno: basta prendere un paio di slip, scriverci su una frase a tema (un brief message, “messaggio breve”, per l'appunto) e scattarsi un selfie. La foto va poi postata – accompagnata dall'hashtag #BriefMessage – sul proprio account Instagram, Twitter, Facebook, blog e qualunque altro social network utilizzato. La risposta delle donne in Rete, ovviamente, non si è fatta attendere: i messaggi, taglienti, sagaci e intelligenti, sono arrivati praticamente da ogni angolo del mondo.

Un giorno non basta

 

 

Dal Comune di Genova arriva, via YouTube, l'invito a celebrare la festa della donna 365 giorni l'anno. Al grido di “Un giorno solo non ci basta”, le donne della città ligure hanno prestato il loro volto per realizzare un breve video – dura non più di un minuto e mezzo – per mettere in evidenza che la violenza di genere non si sconfigge celebrando una ricorrenza una volta l'anno e che la strada verso una reale parità tra i sessi è ancora lunga da percorrere. Dal 5 marzo 2015, inoltre, il Comune di Genova ha dato il là a una campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere, nella quale i social newtork rivestono un ruolo di primaria importanza.

India's daughter

 

Un fermo immagine di India's daughter

 

A ricordare al mondo intero quale sia la condizione della donna in alcuni Paesi del mondo ci ha pensato la regista inglese Leslee Udwin che, con il suo documentario shock "India's daughter", ha voluto denunciare la vergogna degli stupri di gruppo subiti da molte donne indiane. Il video, bloccato in India su espressa richiesta del Governo di Nuova Delhi, contiene l'intervista ad uno degli autori dello stupro di gruppo di una studentessa indiana di 23 anni avvenuto nel 2012 nella capitale indiana.

Le idee dal web per gli auguri per la Festa della donna 2015

Il web, però, può essere utilizzato anche se si è a corto d'ispirazione per la Festa della donna 2015. Diversi i portali Internet che offrono suggerimenti e frasi già fatte per fare gli auguri nel migliore dei modi. Su Pensieri e parole si troverà, ad esempio, un'intera sezione dedicata agli auguri per la Festa della donna: sarà sufficiente spulciare tra le centinaia di frasi presenti per trovare quella più adatta da copiare, incollare e inviare via messaggio di testao o WhatsApp o l'aforisma dal quale trarre ispirazione per scrivere qualcosa di proprio pugno.

Se si è alla ricerca di un'idea più originale di una semplice frase da inviare, si può optare per una cartolina – sia animata, sia non animata – da inviare via posta elettronica o da postare sul proprio account Facebook e con la quale augurare una buona Festa delle donne 2015 a tutti i propri contatti femminili. Anche il portale Cartoline.it dedica una sezione ad hoc alla festività: sarà sufficiente navigare tra le varie sezioni e tra le decine di opzioni disponibili per trovare la cartolina che meglio si adatta ai propri gusti (o ai gusti della donna cui si vogliono rivolgere gli auguri).

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb