Disney+ è un servizio di streaming di video on demand molto diffuso, destinato a grandi e piccini che vogliono godere della visione dei prodotti Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic, Star e molto altro. Lanciato sul mercato nel 2019, facendo concorrenza a grandi colossi come Netflix e Amazon Prime, tende ad aggiornare costantemente il suo catalogo e le sue funzionalità per restare competitivo tra i consumatori.

Il prezzo degli abbonamenti, proprio come già accaduto per altre piattaforme, potrebbe a breve subire degli aumenti, già annunciati e confermati negli USA. Non è ancora chiaro quali saranno gli altri Paesi che subiranno presto i rincari, ma Disney+, sulle orme di Netflix, ha già pensato ad una soluzione per non rischiare di perdere gli utenti e per permettere anche a coloro che vogliono optare per una soluzione economica di continuare a guardare le sue proposte.

Disney+, il rincaro degli abbonamenti

Disney+ in Italia costa attualmente 8,99 euro al mese se si sceglie di rinnovare l’abbonamento mensilmente o di 89,90 euro all’anno. Una spesa che consente di guardare film, serie tv, show, corti, documentari e cartoni originali e in esclusiva in formato 4K UHD con Dolby Vision and Dolby Atmos sui dispositivi compatibili. 

Nel piano di abbonamento standard è possibile guardare i prodotti del catalogo da ben 4 schermi diversi contemporaneamente, di creare fino a sette profili diversi e di avviare i download su un massimo di dieci dispositivi. Un’offerta vantaggiosa per gli amanti del cinema e per le famiglie che vogliono dell’intrattenimento di qualità.

Il prezzo, però, potrebbe cambiare. Negli Stati Uniti d’America è già stato annunciato un rincaro. A partire dall’8 dicembre l’abbonamento principale costerà 10,99 dollari al mese o 109,99 dollari se si decide di pagare annualmente. Non è chiaro se le modifiche, che al momento sembrano coinvolgere soltanto gli USA, saranno estese anche ad altri Paesi.

Disney+ segue l’esempio di Netflix: il nuovo abbonamento con pubblicità

Al fronte dell’incremento del costo d’abbonamento, Disney+ ha pensato di offrire ai suoi clienti un’altra opzione. Per farlo ha seguito l’esempio di Netflix, che ha recentemente introdotto un piano economico in cui sono previste delle interruzioni pubblicitarie prima, durante e dopo la riproduzione dei contenuti.

Il nuovo abbonamento Disney+ con pubblicità costerà 7,99 dollari al mese, che è pari al prezzo sostenuto ad oggi dagli abbonati all’attuale piano standard del servizio. Gli spot pubblicitari saranno inseriti prima della visione di tutti i contenuti del catalogo e dureranno circa cinque minuti ogni ora di visione. Gli abbonati USA avranno fino al 7 dicembre per scegliere se optare per il piano Premium o quello Base con pubblicità.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb