login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Come scegliere la VPN migliore

Ascolta l'articolo

Tutti gli aspetti da tenere a mente per scegliere una VPN e garantirsi una navigazione sicura: dai server ai protocolli, dalla velocità al prezzo del servizio

schermata mobile con logo VPN Shutterstock

La VPN (Virtual Private Network) è una rete virtuale privata che viene preferita per tutta una serie di ragioni. Alcuni utenti la scelgono per ragioni di sicurezza informatica: per garantirsi una navigazione più sicura e per migliorare il livello di protezione dei dati e della privacy online

Altri invece cercano una VPN o una VPN gratuita per superare determinate regole tipiche della navigazione sul web: ad esempio per modificare il proprio indirizzo IP, o magari per aggirare le limitazioni relative a pagine o contenuti. 

La scelta della VPN dipende in larga parte dalle esigenze e le motivazioni del singolo. Ma ci sono anche determinati aspetti tecnici che dovrebbero essere considerati: dal numero e la posizione dei server al protocollo utilizzato. 

Come scegliere la VPN

schermata cellulare con logo VPN

Credits Shutterstock

Gli elementi da tenere in considerazione quando si deve scegliere una VPN alternativa sono molteplici: anche nel caso in cui rientrino nello stesso macro-tema della sicurezza informatica.

Ad esempio alcune VPN sono ideali per quanto riguarda la protezione dei dati e la privacy online di chi le utilizza. Altre invece garantiscono una navigazione sicura ai limiti dell’anonimato

Per questo motivo l’utente dovrebbe innanzitutto fare mente locale sulla propria situazione e le proprie esigenze. Ciò vuol dire ad esempio valutare se la VPN verrà utilizzata all’interno di una rete domestica

Se verrà sfruttata per alzare il livello di privacy online o se invece avrà innanzitutto il compito di alterare l’indirizzo IP di chi la utilizza. Fino ad arrivare alle sopracitate necessità di anonimato più o meno completo per le attività in Internet. 

Per scegliere una VPN bisogna tenere a mente il protocollo in uso, il numero di server ed eventuali limitazioni di banda

Dopodiché è possibile entrare nel merito dell’analisi della singola VPN, che andrebbe visionata tenendo conto di diversi aspetti. Uno su tutti il protocollo che verrà utilizzato per garantire anonimato e crittografia. Un esempio storico, ormai superato, è il protocollo PPTP. Un altro esempio, particolarmente apprezzato in ambito mobile, è il protocollo L2TP/Ipsec.

Un altro aspetto da tenere in considerazione sono i server, che andrebbero controllati sia in termini di numero, sia in termini di dislocazione geografica. Specie nel caso la VPN venga utilizzata per aggirare eventuali restrizioni applicate a un contenuto multimediale. 

Dopodiché bisogna sempre monitorare la velocità e le eventuali limitazioni di banda che caratterizzano il servizio. In caso contrario il rischio è quello di non potere utilizzare la VPN per le proprie attività preferite sul web: dai film in streaming al gaming online. 

Ultimo ma non ultimo il prezzo. Anche perché al giorno d’oggi esistono diversi esemplari di VPN gratuita che garantiscono servizi e prestazioni di altissimo livello. 

ProtonVPN: la VPN ideale?

schermata mobile e pc con logo Proton VPN

Credits FellowNeko / Shutterstock.com

In questo momento storico ProtonVPN sembra rappresentare il punto di incontro ideale tra i vari aspetti presentati nei capoversi precedenti.

Una VPN che sfrutta la crittografia end-to-end e che promette sicurezza informatica a 360°

ProtonVPN rientra in una suite di servizi più ampia, che include anche la posta elettronica e il calendario. Sfrutta un framework open source, non obbliga alla registrazione e aggiorna costantemente gli utenti con il suo programma ufficiale di divulgazione delle vulnerabilità del web. 

Esiste in forma di VPN gratuita, ma per sbloccare al massimo i servizi disponibili bisogna scegliere la versione a pagamento. Quest’ultima prevede un abbonamento mensile e permette di accedere alle posizioni di server in oltre 65 Paesi, utilizzando ben 10 dispositivi alla volta

ProtonVPN promette una navigazione sicura grazie a un sistema automatico di blocco di malware, pubblicità e tracker. È disponibile sulla maggior parte dei sistemi operativi, dei router e dei servizi TV. 

Windscribe: un’ottima VPN gratuita

schermata mobile con programma Windscribe

Credits FellowNeko / Shutterstock.com

Windscribe è una VPN gratuita che richiede l’iscrizione via indirizzo email. In cambio gli utenti accedono a 10 GB di dati al mese, con connessione illimitata e possibilità di accesso a oltre 10 paesi

La posizione dei server è sicuramente un fiore all’occhiello della VPN: sono più di 500, distribuiti in più di 60 Paesi

Windscribe può essere configurata su sistema operativo, su router e su smart TV

Un limite di questa VPN gratuita è l’assenza di un controllo di sicurezza indipendente aggiornato. Al tempo stesso Windscribe pubblica costantemente un rapporto sulla trasparenza e un programma di divulgazione delle vulnerabilità

Detto questo, chiunque voglia garantirsi una navigazione ancora più sicura e una maggiore protezione dati può optare per la versione a pagamento di Windscribe. Quest’ultima dispone infatti di un blocker di pubblicità, tracker e malware. Inoltre garantisce l’accesso a tutti i server e l’uso di dati illimitati. 

Altre VPN da tenere in considerazione

schermata mobile programma ExpressVPN

Credits FellowNeko / Shutterstock.com

In conclusione spazio ad altre VPN che si distinguono in termini di prestazioni, velocità, protezione dell’utente e della sua privacy online. La prima è ExpressVPN, apprezzata soprattutto nel caso dello streaming e del gaming online. 

ExpressVPN è caratterizzata da una velocità di upload e download fuori dal comune. Vanta circa 2.000 server distribuiti in più di 150 città e stando a fonti interne aziendali promette una delle maggiori portate globali del settore. 

La protezione dati dell’utente è garantita dal Network Lock: una funzione kill switch che tutela la privacy online anche nel caso in cui cada la connessione. 

Chiunque sia interessato a una VPN con accessibilità multipiattaforma, dovrebbe invece considerare CyberGhost. Il suo servizio offre connettività simultanea su sette dispositivi: supporta tanto i computer, quanto i router o le smart TV. 

A ciò si aggiungono istruzioni molto chiare e molto dettagliate, che accompagnano l’utente nella configurazione delle connessioni multipiattaforma. 

Infine è impossibile non menzionare Surfshark: una delle poche VPN in circolazione che permette l’accesso su un numero illimitato di dispositivi

Per saperne di più: Sicurezza informatica: guida alla navigazione sicura sul web

A cura di Cultur-e
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Segui le ultime notizie sul nostro canale Whatsapp
Fda gratis svg
Iscriviti al canale gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.