Una buona scheda video che permette di giocare senza troppi problemi a videogame come Battlefield 1 o Titanfall 2 può costare anche più di 200 euro. Una spesa che incide per almeno il 20% sul costo totale di un computer desktop dedicato al gaming. Purtroppo, le potenzialità della scheda video non vengono sfruttate sempre: se si utilizza il computer semplicemente per navigare su Internet, l'acceleratore grafico viaggia a un quarto della sua potenza. Un vero e proprio spreco rispetto alla spesa sostenuta per acquistare la scheda grafica.

Ora grazie a Ethereum è possibile utilizzare a pieno la potenza del proprio computer per guadagnare una piccola cifra mensile che può variare dai 10 euro fino ai 200 euro. Il progetto Etherum è molto interessante: si affitta la potenza di calcolo del personal computer a delle aziende che ne hanno bisogno per portare avanti i propri lavori. Ogni computer viene collegato a una rete e le aziende che fanno parte di Ethereum possono utilizzarli. Il servizio è molto utile soprattutto per coloro che hanno un computer molto potente ma che per problemi personali non riescono a utilizzarlo durante il giorno. Ethereum permette di guadagnare 200 euro con la propria scheda video, senza doversi complicare troppo la vita. Ecco come utilizzare Ethereum.

Cosa è Ethereum

 

scheda video

 

Ethereum è un progetto lanciato da una startup che permette di affittare la potenza di calcolo del proprio computer ad aziende che ne hanno bisogno per completare il proprio lavoro. L'idea è molto affascinante poiché il network paga gli utenti che mettono a disposizione il proprio computer con una cifra che può variare dalle poche decine di euro fino a un massimo che può oltrepassare anche i duecento euro. Il progetto è stato finanziato in crowdsourcing e ha raccolto oltre 30.000 Bitcoin, per un valore di oltre 18 milioni di dollari. Mettendo a disposizione la propria scheda video l'utente riesce ad ammortizzarne il costo in un paio di mesi: tutto dipende dalla potenza di calcolo del proprio computer.

Come funziona Ethereum

 

scheda grafica

 

I ragazzi a capo del progetto amano definirsi "l'Airbnb della potenza di calcolo": gli utenti affittano le proprie schede video per guadagnare anche 200 euro al mese. Il network utilizza la tecnologia Blockchain: sono collegati i computer tra di loro in modo da aumentare la potenza di calcolo disponibile. Le aziende che vogliono utilizzare i personal computer messi a disposizione dagli utenti, non devono far altro che accedere al servizio, pagare una somma a seconda della potenza di calcolo richiesta e i ricavi saranno divisi tra la startup e gli utenti che hanno affittato i loro dispositivi. Tutto molto semplice e soprattutto veloce.

Ether, la moneta virtuale

 

ethereum

 

Le aziende per poter "acquistare" la potenza di calcolo devono utilizzare Ether, la moneta presente sul network. Ogni transizione avviene tramite gli Ether: quando un'azienda decide di caricare il proprio progetto sulla piattaforma e richiederà una certa potenza di calcolo per portarlo a termine, effettuerà il pagamento tramite la moneta creata da Ethereum. Logicamente per acquistare gli Ether è necessario pagare in euro.

Come funziona Goldminer, il programma per gestire Ethereum

Se non si è dei grandi esperti in informatica, riuscire a gestire Ethereum e guadagnare duecento euro con la propria scheda grafica non è un'attività molto semplice. Per questo motivo è stato sviluppato Goldminer, un programma con un'interfaccia utente molto carina che permette di impostare il proprio computer affinché entri a far parte del network Ethereum. Grazie a Goldminer ogni persona può impostare l'orario in cui mettere a disposizione il proprio computer, affittando la potenza di calcolo alle aziende che ne hanno fatto richiesta. Il guadagno dipende in gran parte dalle componenti hardware del proprio pc (a partire proprio dalla scheda grafica) e per quanto tempo si deciderà di affittare il dispositivo. Goldminer è disponibile Windows 7, Windows 8 e Windows 10, Linux e MacOS.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb