Nel campo della produzione hardware, e in particolare quello dei processori e SoC, è una vera e propria autorità. Non a caso è il direttore tecnico di Broadcom (una delle aziende leader nella produzione di chip) e co-fondatore di una delle iniziative più interessanti (e importanti) del settore. Lui è Eben Christopher Upton e, anche se il suo nome potrà dirvi poco, è probabile che abbiate sentito quanto meno parlare della sua creatura più famosa: il minicomputer open source Raspberry Pi.

Formazione accademica

Nato in Galles (precisamente nella città di Pontypool, nella parte sud-orientale della regione britannica) il 5 aprile 1978, Eben Upton è sempre stato da sempre attratto dai temi della fisica e dell'informatica. Una passione che si concretizza ai tempi dell'università, quando frequenta corsi di fisica e ingegneria presso l'Università di Cambridge. Il Bachelor of Arts (equivalente alla nostra laurea triennale) in Ingegnerie a Fisica arriva nel 1999, mentre il Cambridge Diploma in Computer Science arriva dopo appena 2 anni, nel 2001.

Upton, appena 23enne e con in tasca due diplomi universitari, decide di continuare la propria carriera universitaria all'interno della prestigiosissima università britannica. Compie e completa il percorso di dottorato presso il Computer Laboratory dell'Università di Cambridge, per poi proseguire ottenendo il Master in Business Administration (spesso e volentieri abbreviato in MBA, titolo internazionale per amministratori d'azienda) sempre in quel di Cambridge.

 

Upton nel corso di una lezione universitaria a Cambridge

 

La carriera lavorativa

Finita "l'incetta" di titoli universitari, Eben Upton inizia il suo percorso nel mondo del lavoro. I primi passi li muove sempre all'interno della Cambridge University come Direttore degli Studi della facoltà di Computer Science del St John's College: qui organizza i corsi e i test di ingresso per gli studenti dei primi anni e ne approfitta per approfondire le sue conoscenze nel campo delle componenti hardware.

In questi anni svolge un periodo di prova, come visiting professor presso Intel, mentre poi decide di mettersi in proprio fondando Ideaworks3D. Le esperienze professionali di Eben Upton, però, non terminano qui: passa anche da IBM prima di "accasarsi" nella già citata Broadcom.

 

Raspberry Pi

 

La creazione di Raspberry Pi

In questo tourbillon di aziende ed esperienze lavorative, Eben Upton trova anche il tempo di dare vita alla Fondazione Raspberry Pi, che tutt'oggi guida lo sviluppo del minicomputer open source. Tutto inizia nel 2006, quando l'informatico britannico mette insieme un gruppo di studiosi e appassionati di informatica per realizzare dei computer economici e sufficientemente piccolo per favorire la diffusione della programmazione nelle scuole del Regno Unito.

I primi risultati arrivano 5 anni dopo: nell'agosto 2011 sono prodotte le prime 50 schede di "test". Il successo di Raspberry Pi è immediato: nel giro di appena 5 anni il computer della grandezza di una carta di credito è riuscito a vendere ben 10 milioni di pezzi, confermandosi come uno dei prodotti innovativi di maggior successo nel campo dell'hardware e dell'informatica.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb