Apple ha presentato ai suoi utenti una nuova funzione che unisce l’amore per la musica a quello per il canto: si chiama Apple Music Sing e assomiglia a tutti gli effetti a un karaoke tradizionale, declinato in forma mobile

Apple Music Sing dovrebbe essere disponibile in tutto il mondo entro la fine del 2022. L’azienda fondata da Steve Jobs ha annunciato il lancio parallelo di decine di playlist dedicate alla funzione: una selezione di brani, inni, cori e duetti pronti per essere cantati da milioni di appassionati. 

La funzione potrà essere utilizzata tanto su iPhone, quanto su iPad e sulle più recenti Apple TV 4K. L’importante è che l’utente in questione abbia un abbonamento attivo ad Apple Music

Come funziona Apple Music Sing

Apple Music Sing può essere considerato come una specie di estensione di Apple Music: il servizio streaming musicale attivo dal giugno del 2015. 

Apple Music è un catalogo di quasi 100 milioni di brani musicali e di circa 30.000 playlist. L’utente può riprodurre i contenuti in streaming, ma anche scaricarli sul proprio dispositivo per poterli ascoltare offline. Apple Music è un servizio realizzato per sistemi operativi macOS, iOS, iPadOS e può essere fruito anche attraverso l’assistente virtuale Siri. 

Apple Music Sing integra il servizio di testo a scorrimento già disponibile in Apple Music. Gli utenti infatti già negli scorsi mesi potevano leggere le parole delle loro canzoni preferite, proprio nel momento in cui le stavano ascoltando. 

Apple Music Sing porta l’operazione a un livello successivo, avvicinandola molto di più al concetto di karaoke. La funzione principale prevede infatti che le parole cambino colore nel momento esatto in cui vanno pronunciate: in questo modo l’utente viene accompagnato nel suo cantare a tempo di musica. 

Altri servizi inclusi

Le funzioni di Apple Music Sing non si esauriscono con la possibilità di cantare a tempo. Il software prevede di poter modificare a proprio piacimento i volumi delle voci presenti nei brani in riproduzione su Apple Music. In questo modo l’utente può scegliere se o quanto farsi accompagnare dalla voce principale della canzone che sta interpretando. 

Un’altra funzione particolarmente interessante riguarda la gestione delle voci secondarie: quelle che in musica spesso si occupano di cori ed armonizzazioni

Apple Music Sing riconosce le voci secondarie e le mostra in una porzione diversa di schermo rispetto a quelle principali. In questo modo gli utenti ricevono indizi utili a individuare le note da cantare in ogni singolo passaggio del brano.

Restando in tema di intrecci vocali, Apple Music Sing propone anche una vera e propria Vista Duetto. Scegliendola le varie voci presenti nella canzone verranno visualizzate su lati opposti della schermata del device in uso. Una scelta che rende molto più semplice l’esecuzione di duetti da parte degli utenti.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb