È una delle applicazioni, sia web sia smartphone, più fortunate di sempre. È stata scaricata milioni di volte dall'App Store, dal Play Store, dal WP Marketplace e dal BlackBerry World. Per non parlare dei milioni di utenti che, dal 2007 a oggi, ne hanno visitato la pagina web e hanno provato a sfidare l'abilità del genio. Ma le volte in cui Akinator ha dovuto chinare la testa di fronte al suo avversario sono davvero pochissime.

Cos'è e come funziona Akinator? Per i pochi che ancora non lo sapessero, lo scopriremo insieme.

Il web genius

Akinator si presenta nelle vesti di un genio della lampada, svegliato ormai 6 anni fa da tre giovani francesi. Non è un caso, quindi, che il motto del sito web e delle applicazioni sia The web genius, il genio del web. A cosa deve, però, questo suo epiteto? Semplice, Akinator è in grado di indovinare il nome di un qualunque personaggio famoso (sportivo, attore, scrittore, regista, ecc.) che vi viene in mente, anche se non si tratta di una persona realmente esistita. Al genio bastano 20 domande o meno (accade raramente che ne siano necessarie di più) per riuscire ad azzeccare il personaggio pensato. E lasciare lo sfidante di turno con la bocca aperta.

 

Akinator dopo aver indovinato il personaggio

 

A oggi, Akinator è in grado di porre domande in inglese, francese, tedesco, ebraico, italiano, portoghese, spagnolo, arabo, russo, turco, inglese statunitense, coreano e giapponese.

Come funziona

Akinator ricalca il funzionamento del gioco delle 20 domande: uno o più partecipanti pongono a un altro giocatore fino a 20 domande, alle quali è possibile rispondere solamente con sì o con no. L'obiettivo è di indovinare il personaggio (o l'oggetto misterioso) scelto dal “risponditore”.

 

La sportività del genio, che riconosce la sconfitta

 

Il segreto di Akinator sta in un database immenso, composto dalla descrizione di oltre 100.000 VIP. Basandosi su queste descrizioni, il sistema riesce ad eliminare i personaggi non corrispondenti alle risposte date. Chiedendo, a esempio, se il personaggio sia uomo o donna, Akinator esclude dal novero dei possibili “candidati” tutti i VIP del sesso opposto. E così via, bivio dopo bivio sino a quando il genio del web non riesce a dare la risposta corretta.

Akinator si basa sul motore di ricerca chiamato Limule e scritto in C++, mentre il sito funziona in PHP.

La storia

Akinator viene sviluppato da tre ragazzi francesi nel 2007, ma prima di salire all'onore delle cronache ha dovuto aspettare più di un anno. La celebrità, almeno sul suolo d'oltralpe è arrivata solo nel 2008: da qui all’affermazione europea il passo è stato breve. Nei primi mesi dell'anno successivo Akinator è stato scoperto e apprezzato anche in Europa e nel 2010 è sbarcato ufficialmente Giappone, grazie anche al lancio dell'applicazione per iPhone.

 

26 giugno 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb