Iniziare ad utilizzare Linux dopo anni e anni di esperienza su Windows può essere a tratti molto entusiasmante e a tratti traumatico. Infatti, sebbene alcune distribuzioni (o “distro”) del sistema operativo del pinguino (chiamato Tux) abbiano un’interfaccia grafica assai simile a quella adoperata da Microsoft (per esempio, Ubuntu), esistono alcune funzionalità che richiedono una conoscenza più approfondita. Basti pensare che per eseguire alcune operazioni è necessario operare da riga di comando.

Benché affascinante, ciò potrebbe risultare ostico per chi si stia avvicinando alla piattaforma.

Tuttavia, per approfondire le proprie conoscenze e iniziare ad utilizzare Linux in maniera più consapevole, è possibile utilizzare alcuni siti web che raccolgono tanto materiale utile. Quelli che vi elencheremo forniscono tantissimi consigli per la scelta della distro più adatta alle nostre necessità, per gli amanti del gaming, nonché una quantità esagerata di guide e tutorial per esplorare nuove funzionalità.

DistroWatch

distrowatchChi si avvicina per la prima volta a Linux, in genere rimane un po’ disorientato dall’incredibile numero di distribuzioni presenti e finisce per affidarsi a quella più popolare (in genere Ubuntu), senza sperimentare soluzioni potenzialmente più adatte. In questo caso interviene il sito DistroWatch, sul quale è possibile trovare tutti gli aggiornamenti delle versioni Linux e le recensioni degli utenti su ogni tipologia di distro, sia interne che esterne al sito.

Esiste anche una speciale classifica, tramite la quale è possibile sapere quale distribuzione ha ricevuto più attenzioni nel corso dell’ultimo anno oppure degli ultimi mesi.

In particolare, viene registrata ogni visita alla pagina web di ciascuna di esse. Anche se non è un metodo di valutazione affidabile - perché non basato sulla qualità - rappresenta comunque un modo per conoscere delle versioni di Linux di cui non avevamo mai sentito parlare prima.

Per mantenersi sempre aggiornati e informati, DistroWatch fornisce una serie di link a podcast, newsletter e guide su tutto ciò che riguarda Linux. Basta cliccare su Tutorial & Guide e andare su Consigli & Trucchi per trovare una quantità interminabile di materiale per sperimentare funzionalità sconosciute.

Ubuntu Wiki o ArchWiki

archwikiPer trovare tante altre informazioni e istruzioni sul funzionamento del sistema operativo, dovreste visitare ArchWiki, un’enciclopedia online - in stile Wikipedia - tramite la quale è possibile individuare la soluzione ad ogni tipologia di problema riscontrato. Il sito, purtroppo, non è per tutti ed è necessario avere una buona conoscenza di Linux per comprendere le informazioni in esso contenute.

Inoltre, è specificatamente dedicato a chi possiede la distro Arch ed è quindi importante conoscere la differenza con le altre distribuzioni. Ubuntu Wiki non è altrettanto sviluppato, ma potreste trovare soluzioni semplici a molti problemi comuni.

Phoronix

phoronixFra i tanti inconvenienti che possono capitare a chi ha poca esperienza con Linux, c’è quello di trovarsi con un computer i cui componenti hardware non sono ancora supportati e sul quale non è possibile installare il sistema operativo. Per rimanere aggiornati e scoprire quando il problema verrà risolto, potete utilizzare il sito Phoronix.

Infatti, qui vengono costantemente pubblicati gli aggiornamenti del kernel che consentono di utilizzare uno specifico componente del proprio computer. Inoltre, è possibile monitorare le prestazioni di processori, schede grafiche e così via tramite una sezione del sito dedicata ai benchmark.

AppDB e ProtonDB

protondbPer eseguire tutti i programmi sviluppati per il sistema operativo Windows anche sulle distribuzioni Linux, è possibile fare affidamento su Wine. Come suggerisce anche il nome (Wine Is Not an Emulator), non si tratta di un vero e proprio emulatore, ma soltanto di un software che permette ai programmi in esecuzione di usufruire di funzioni specifiche di Windows, le quali sono richieste per garantirne il funzionamento.

Tuttavia non tutte le applicazioni funzionano al meglio su Linux e risulta particolarmente utile sapere in anticipo quanto Wine possa rivelarsi efficace nel caso specifico.

In nostro soccorso può venire AppDB, un sito sul quale è possibile leggere le opinioni degli utenti, a cui segue una valutazione generale sulle prestazioni del programma che vorremmo provare. Per esempio, se volete acquistare e utilizzare un software di video editing, è bene sapere quale funziona meglio su Wine, quali sono i commenti e i suggerimenti delle persone che lo hanno provato e, soprattutto, quali bug sono stati rilevati.

Se l’obiettivo è quello di utilizzare i videogiochi nativi di Windows su Linux, bisogna ricorrere a Proton, uno strumento software che è stato sviluppato da Valve ed è basato su Wine. La sua peculiarità è quella di integrarsi all’interno di Steam, che per alcuni titoli richiede il sistema operativo compatibile. In questo caso particolare, un sito omologo di AppDB è ProtonDB, che fornisce un database di valutazioni e recensioni di videogiochi eseguiti tramite Proton.

GamingOnLinux

gamingonlinuxPer rimanere in tema di videogiochi, potete visitare GamingOnLinux, dove troverete una serie di notizie e informazioni utili relativi al gaming su piattaforma Linux. Potrete leggere tutte le novità riguardo ai titoli nativi per Tux e ai loro aggiornamenti, nonché essere informati della possibilità di eseguire alcuni titoli per Windows tramite Wine o Proton.

Se si tratta della prima esperienza con il sistema operativo del pinguino, GamingOnLinux vi permette anche di consultare delle statistiche che illustrano qual è la distribuzione Linux più popolare all’interno della comunità, quali caratteristiche hardware hanno le macchine ne fanno uso e quali driver possono tornare utili.

Inoltre, se siete alla ricerca di videogiochi gratuiti, il sito vi permette di accedere ad una lista dedicata e applicare un filtro per genere. Per esempio, potreste decidere di cercare soltanto giochi il cui software è open-source, per mettere alla prova le vostre capacità di sviluppatori.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb