Con l’arrivo della settimana del Black Friday e la corsa ai regali di Natale, Google ha pensato di offrire agli utenti un’innovativa funzionalità legata allo shopping.

L’azienda puntando sull’idea di Realtà aumentata sta sviluppando una serie di progetti che potrebbero cambiare radicalmente il modo in cui vengono svolte le azioni più semplici, come fare degli acquisti, ad esempio. Andiamo a scoprire come funzionano le nuove funzionalità di Google.

Shopping in Realtà aumentata, la nuova intuizione di Google

Le funzionalità legate allo shopping con la Realtà aumentata, al momento, sono disponibili esclusivamente negli Stati Uniti. Il progetto dell’azienda, però, è di diffondere gradualmente il servizio in tutti gli altri paesi del mondo. Per ora è possibile acquistare tramite AR prodotti di arredamento e, dalla scorsa estate, le celebri sneakers.

All’utente non resta che aprire Google Search, cercare i diversi brand che hanno aderito all’iniziativa insieme a Google e provare questa nuova modalità di acquisto. Tra i marchi più famosi che collaborano con l’azienda di Mountain View, troviamo: Saucony, Vans, Sperry e Merrell.

Il funzionamento è molto semplice: dopo aver trovato l’immagine 3D del prodotto da acquistare è possibile visualizzarlo nel mondo reale, tramite la fotocamera e lo schermo dello smartphone. Nel caso delle scarpe, ad esempio, l’utente potrà “vedere” le scarpe appoggiate sul pavimento su un tavolino, con la possibilità di ruotarle, ingrandirle e osservarle in ogni minimo particolare.

Secondo gli esperti, l’intuizione avrà un impatto molto positivo per i negozi, addirittura superiore all’utilizzo delle immagini statiche a cui tutti siamo abituati sui vari e-commerce. Google sta anche lavorando a una tecnologia per ricavare modelli 3D ancora più definiti, utilizzando un numero di foto molto inferiore rispetto a quelle che servono oggi, aiutando anche a ridurre i costi di realizzazione dello store AR.

Tra le altre innovazioni che il colosso di Mountain View ha messo sul piatto, anche la funzionalità AR Beauty che grazie ad una libreria di 148 immagini, permette agli utenti di applicare digitalmente i prodotti di bellezza sui vari modelli disponibili, simulando le diverse tonalità della pelle, la forma del volto, i lineamenti, l’età, il sesso e tutto ciò che può aiutare nella scelta di un particolare cosmetico.

Realtà aumentata, non solo shopping per Google

Un’altra delle idee presentate da Google riguarda la funzionalità di ricerca Live View, disponibile su Maps per Android e iOS. Questa funzione ha lo scopo di aiutare gli utenti a trovare la posizione dei vari punti di interesse, utilizzando la Realtà aumentata.

Dopo aver fatto tap sull’icona della fotocamera nella barra di ricerca di GMaps, le indicazioni appariranno sovrapposte all’immagine del mondo reale. Per il momento Live View è disponibile in sei città: Londra, Los Angeles, New York, Parigi, San Francisco e Tokyo, ma l’azienda conta di diffondere questa caratteristica globalmente entro qualche anno.

Per ora l’unica ricerca già disponibile ovunque è quella che permette di visualizzare la posizione delle stazioni di ricarica per i veicoli elettrici e i luoghi accessibili con la sedia a rotelle.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb