La sicurezza informatica è un argomento che riguarda tutti, ma proprio tutti: anche coloro che sanno a malapena come si accende un computer. Il tema della sicurezza informatica infatti tocca tanti aspetti sensibili della vita quotidiana: si pensi, in tal senso, a quanto sia importante tutelare al meglio i sistemi e le reti che vengono utilizzate da milioni di utenti in tutto il mondo. Si pensi alla protezione dei dati sensibili e, più in generale, di tutte quelle informazioni private che vengono depositate all’interno dei database digitale.

Sicurezza informatica però vuol dire anche sviluppare tecnologie capaci di aiutare le persone a difendersi da possibili truffe, o magari da contenuti inappropriati: da questo punto di vista, un buon esempio è fornito dai minori e dai vari sistemi di parental control pensati proprio per migliorare la loro esperienza di navigazione. Infine, la sicurezza informatica è un ambito professionale in grande crescita: un corso in sicurezza informatica può aiutare a sviluppare competenze molto richieste dal mercato in questo momento.

Grazie a un corso di questo tipo è infatti possibile imparare come diventare un hacker: una figura che, a scanso di equivoci, raramente è da considerarsi pericolosa e che, al contrario, spesso contribuisce al corretto funzionamento della rete. Gli strumenti hacker, nella maggior parte dei casi, vengono utilizzati a fin di bene: basti dire che talvolta i professionisti dell’hacking vengono invitati a violare sistemi dai loro stessi creatori. Imparare come hackerare un sistema infatti può aiutare a individuare delle possibili falle e, di conseguenza, a sviluppare strategie correttive a tempo di record.

  • 1. Chi sono gli esperti di sicurezza
    Chi sono gli esperti di sicurezza

    In questo periodo la richiesta di esperti in sicurezza informatica è in forte crescita: stando a diverse stime, la ricerca di personale che sappia come hackerare è destinata a crescere di circa il 30% nei prossimi anni (più precisamente, fino al 2026). Spesso infatti i professionisti della cyber security sono proprio coloro che hanno imparato come diventare hacker, magari ricorrendo a un corso in sicurezza informatica.

    Per capire quali siano le competenze di questo genere di esperti, sarà dunque innanzitutto necessario sfatare alcune false credenze legate alla parolahacker: una parola che spesso viene utilizzata in maniera scorretta, facendo riferimento indiscriminato ad atti criminali e pericolosi.

    Da un punto di vista tecnico, gli hacker sono utenti con una profonda conoscenza dell’informatica. Utenti in grado di andare oltre le procedure ufficiali e di comporre/scomporre programmi a proprio piacimento. I diversi strumenti hacking consentono proprio di aprirsi dei varchi tra le righe di codice di un software, di una rete o di un sistema: un’attività che però non porta necessariamente a un danno.

    Gli esperti in sicurezza informatica infatti spesso vengono ingaggiati proprio per mettere alla prova i sistemi: cercano di violarli e, in caso di successo, comunicano le criticità che hanno individuato agli sviluppatori, mettendoli così nella condizione di risolvere il problema.

  • 2. Come diventare un esperto di sicurezza informatica
    Come diventare un esperto di sicurezza informatica

    Tutti coloro che siano interessati a imparare come diventare un hacker, possono seguire diversi iter di formazione legati al mondo della sicurezza informatica. In questo momento storico infatti esistono tanti diversi strumenti hacker richiesti dalle aziende e dunque tutto sta nell’individuare la strada più adatta alle proprie esigenze.

    Parlando nel dettaglio di skill richieste, è importante sottolineare come un esperto di cyber security debba essere in grado di alternare competenze più strettamente tecniche a capacità di pensiero laterale e di gestione di un’emergenza.

    E, ancora, un professionista della sicurezza informatica deve essere in grado di immaginare quasi in tempo reale centinaia di scenari e casistiche possibili: una skill che si rivela fondamentale per riuscire a individuare potenziali fallenella sicurezza di un sistema, prima che lo stesso venga effettivamente attaccato.

    Per diventare un esperto di questo settore è possibile sia seguire determinati percorsi universitari, sia frequentare un corso in sicurezza informatica. Una cosa importante da sottolineare sin da subito è che un professionista della cyber security non deve necessariamente essere un programmatore provetto. Infatti è possibile imparare come hackerare al meglio, anche avendo conoscenze limitate a determinati linguaggi: come, ad esempio Python, un linguaggio di programmazione, o Bash, un linguaggio di scripting.

  • 3. Corsi, strumenti, trucchi e consigli per diventare un esperto in sicurezza
    Corsi, strumenti, trucchi e consigli per diventare un esperto in sicurezza

    Arrivati a questo punto, non resta che fornire qualche ulteriore consiglio destinato a tutti coloro che vogliano imparare come hackerare. Innanzitutto è utile fare chiarezza tra le varie tipologie di corso in sicurezza informatica attualmente disponibili, che possono aprire la strada a carriere ben diverse. Ad esempio, la figura del Cyber Security Specialist ha competenze diverse rispetto a quella del Security Administrator, che, a sua volta, ha competenze diverse rispetto a quella del Network Security Architect.

    Parlando invece di strumentihacker che andrebbero acquisiti, è consigliabile imparare a utilizzare per lo meno i principali programmi del settore. Da questo punto di vista, è possibile elencare alcuni dei tool maggiormente utilizzati in ambito cyber security: uno di questi è sicuramente Burp Suit, un proxy che permette di effettuare analisi del traffico HTTP.

    Un altro è Nessus: un vulnerabilityscanner che viene usato soprattutto nell’ambito NPT, ovvero l’ambito dei Network Penetration Test. Ultimo, ma non ultimo Metaploit: un framework utilizzato nella cosiddetta fase di “post exploitation” di sistemi e/o di reti vulnerabili.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb