login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Internet in vacanza, trucchi e consigli per connettersi in sicurezza

Ascolta l'articolo

La scelta di una struttura dove trascorrere le vacanze può essere influenzata dalla disponibilità della connessione Wi-Fi. Con alcuni trucchi, però, è possibile ovviare alla mancanza

serie di icone digital Shutterstock

Le ferie estive sono sempre più vicine e per i milioni di italiani che si metteranno in viaggio per raggiungere il mare, la montagna o qualche città d’arte il dilemma è sempre lo stesso: come connettersi a Internet in vacanza.

Naturalmente, la maggior parte delle persone avrà uno smartphone con un’offerta (voce e Internet) che gli consentirà di navigare agevolmente quasi ovunque.

Ma se ci fosse il bisogno di utilizzare un dispositivo senza accesso al web, come un portatile, una console o un tablet, il discorso cambia e la rete mobile potrebbe non bastare.

Naturalmente ci sono diversi modi per restare connessi anche in vacanza, scopriamo come fare.

Wi-Fi gratuiti

wifi su smartphone

Credits Shutterstock

In giro per il mondo sono disponibili moltissimi access-point gratuiti che consentono agli utenti di accedere liberamente alla rete.

Pur essendo una soluzione molto comoda, che permette di risparmiare GB preziosi, il suggerimento è sempre quello di essere cauti perché sono un sistema utilizzato da decine di persone e che, potenzialmente, potrebbe mettere a rischio i propri dati personali.

Accedere a una rete Wi-Fi gratuita è un’ottima soluzione per risparmiare connessione preziosa ma è anche molto rischioso per i propri dati personali

Per cui, se ci si collega a un Wi-Fi gratuito, il suggerimento è sempre quello di non utilizzare App che richiedono dati e password specifiche (tipo quelle per l’Home Banking, ad esempio) e fare sempre molta attenzione a eventuali “stranezze” durante la navigazione.

Le grandi capitali europee hanno quasi tutte un servizio di Wi-Fi gratuito messo a disposizione per i milioni di turisti che ogni estate invadono strade e piazze del Vecchio Mondo.

Generalmente sono accessibili nei posti più visitati, tipo monumenti, parchi pubblici e luoghi di interesse, tuttavia è consigliabile cercare sui siti istituzionali maggiori informazioni al riguardo prima della partenza.

Alberghi e appartamenti con il Wi-Fi

segnale free wifi

Credits Shutterstock

Naturalmente, nella categoria dei Wi-Fi gratuiti rientrano anche le connessioni degli alberghi o degli appartamenti in affitto.

Buona parte dei siti per prenotare le proprie vacanze on-line fornisce informazioni dettagliatissime sulla struttura ricettiva scelta e, tra queste, non manca la presenza o meno del Wi-Fi.

Buona parte delle strutture ricettive offrono ormai il Wi-Fi gratuito, tuttavia anche in questo caso è bene fare attenzione ai propri dati personali

Un dettaglio che potrebbe non essere sempre accurato (o veritiero) ma che vale la pena tenere in considerazione, soprattutto se non si può resistere senza navigare in rete o se c’è bisogno di qualche ora di lavoro anche in vacanza.

Si tratta di un sistema più sicuro di un access-point libero ma è comunque raccomandabile la massima prudenza, soprattutto se si utilizzano dispositivi aziendali (per lo smart working) o se si accedere a dati e informazioni sensibili.

Router portatile

coppia di router

Credits Shutterstock

Sempre più utenti optano per un router portatile (chiamato anche saponetta o chiavetta per internet) che, associato a una SIM esterna, permette di utilizzare una rete personale sicura come quella di casa.

Il dispositivo in sé è piuttosto semplice e può essere acquistato con poche decine di euro, tuttavia ci sarà bisogno di sottoscrivere un nuovo piano telefonico con un costo che varia da gestore a gestore e in base al numero di GB forniti.

Un router portatile è un dispositivo economico e dalle dimensioni ridotte per accedere a Internet in qualsiasi momento, utilizzando una SIM esterna

Le opzioni sono davvero molte e alcune promettono Internet illimitato (anche se in alcuni casi il gestore può decidere di limitare la banda) a un costo davvero “irrisorio”. Poi naturalmente può essere immaginato come una soluzione provvisoria che può essere disdetta non appena si torna dalle vacanze.

Tethering con lo smartphone

elenco reti wifi su smartphone

Credits Shutterstock

Anche lo smartphone può fungere da router portatile utilizzandolo per il tethering. Anche in questo caso vale il discorso appena fatto e ci sarà bisogno di un’offerta telefonica che possa garantire parecchi GB in buona velocità. 

Naturalmente è una soluzione provvisoria che, oltre a consumare GB, consumerà molto rapidamente anche la batteria del dispositivo

Il consiglio, quindi, è di mantenerlo collegato alla rete elettrica oppure, per non rischiare di rovinare la batteria, si può optare per utilizzare un vecchio device da mantenere sempre connesso alla rete come se fosse un router vero e proprio.

Fare tethering col proprio smartphone consente di condividere la propria connessione con altri dispositivi anche se scaricherà più in fretta la batteria del dispositivo

Prima di utilizzare questo sistema è comunque opportuno verificare che il proprio gestore telefonico garantisca la possibilità di utilizzare il telefono come Hotspot.

Ormai è un’impostazione che quasi tutti gli operatori permettono, ma per evitare brutte sorprese è sempre consigliabile cercare in rete o chiamare l’assistenza clienti prima della partenza.

Sicurezza in vacanza: come utilizzare Internet senza paura

ragazza al lavoro con pc

Credits Shutterstock

Come appena detto, utilizzare una rete Wi-Fi pubblica o una di quelle messa a disposizione da un albergo o da un appartamento in affitto è sempre rischioso.

I vari malintenzionati digitali, infatti, potrebbero intercettare i dati sensibili degli utenti e rubare informazioni preziose per accedere all’e-mail, ai social o, peggio, ai servizi bancari.

Oltre a una buona dose di cautela, può essere utile utilizzare una VPN (Virtual Private Network), un servizio che, come ben noto, si occupa di proteggere la privacy delle persone mentre navigano sul web, crittografando i dati e facendoli “passare” su strade sicure, ben lontane dalle grinfie di hacker e curiosi.

Utilizzare una VPN è un modo per navigare in tutta sicurezza e in modo completamente anonimo da qualsiasi dispositivo si decida di utilizzare

Naturalmente ci sarà bisogno di installare l’App relativa alla VPN su ogni device in uso ma è una soluzione che vale la pena di tenere in considerazione, soprattutto se si passano molte ore connessi con una rete che non è privata.

Si tratta di un servizio che ha un costo variabile a seconda del fornitore ma è una spesa davvero irrisoria se si pensa a ciò che potrebbe accadere se, ad esempio, qualcuno riuscisse a intrufolarsi all’interno del sito della propria banca o suoi canali social degli utenti.

Ad onor del vero ci sono anche VPN gratuite, tuttavia, prima di ripiegare su un servizio del genere, è bene informarsi che a dovere del loro funzionamento e dell’eventuale tracciamento dei dati dell’utente che potrebbero essere usati per attività legate al marketing o di analisi dei dati.

Per saperne di più: Come si scrive, cosa si intende e come funziona il WiFi

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
Fda
Prompt engineering
Immagine principale del blocco
Prompt engineering
Fda gratis svg
Come interrogare le intelligenze artificiali
Iscriviti al corso gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.