Accedi e scarica l'ebook

Il metaverso nasce come luogo virtuale della fantascienza cyberpunk dalla penna dello scrittore Neal Stephenson nel 1992, ma è nel 2021 con l’annuncio di Mark Zuckerberg del rebranding di Facebook in Meta che acquista popolarità. Un termine che sembrava destinato a rimanere nei libri e che invece oggi rappresenta l’Internet del futuro, dove brand e big dell’hi-tech si sfidano in cerca di nuove opportunità di business.

Ma che cos’è il metaverso? Possiamo definirlo come un vero e proprio mondo digitale, dove gli utenti possono interagire tra di loro utilizzando degli avatar tridimensionali. Da un lato, potrà essere utilizzato per parlare con gli amici, proprio come si fa ora sui social network, fare rete, divertirsi con il gaming o con le interazioni digitali. Dall’altra, potrà essere utilizzato per lavoro, ad esempio usando gli avatar per fare riunioni tra colleghi, che possono sentirsi più coinvolti rispetto a una “semplice” videochiamata.

Ad oggi esistono molti e diversi metaversi, creati da diverse aziende. Tra questi troviamo The Sandbox, Decentraland, che è basato sulla tecnologia blockchain Ethereum, e infine quello di Meta, ma ne esistono anche altri. Ogni metaverso offre un mondo digitale differente ai suoi utenti, che possono visitarlo, esplorarlo e fare acquisti, utilizzando anche moneta virtuale proprietaria, come nel caso di Decentraland.

L’accesso ai metaversi non è sempre uguale: oltre a richiedere un login a un account della piattaforma virtuale, si potrebbe aver bisogno di visori per la realtà virtuale, come nel caso di Meta, che richiede oltre a un account Facebook anche l’uso di un Oculus Quest 2. Per questo motivo, non ci si può avvinare al concetto di un nuovo mondo digitale senza prima aver chiaro cosa siano la realtà virtuale e la realtà aumentata, e quali sono le differenze tra esse.

Le potenzialità dei metaversi sono praticamente infinite e questo lo hanno ben compreso anche i brand, che sono pronti a creare le proprie opportunità di marketing al loro interno. Inoltre, in questi mondi è possibile investire in criptovalute o in NFT, i non-fungible token, cioè in gettoni virtuali che stanno riscrivendo il concetto di mercato finanziario grazie alla diffusione della tecnologia blockchain.

Non resta quindi altro da fare che scegliere il metaverso in cui entrare e lasciarsi andare all’esplorazione di quello che è il futuro dell’Internet.

Accedi e scarica l'ebook
A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb