Oltre Photoshop c’è molto di più. Se si parla delle app di fotoritocco, è molto probabile che la prima app che viene in mente sia proprio Photoshop.

Ma ci sono molte altre applicazioni di alta qualità e che possono essere considerate allo stesso livello della più famosa app di Adobe. Per di più gratuite, tra le migliori app che fanno concorrenza a Photoshop c’è Pixlr, un programma accessibile tramite web e che non ha bisogno quindi di fare il download di programmi più o meno pesanti per il computer.

Pixlr, l'alternativa a Photoshop

Pixlr

Il fotoritocco online ha fatto passi da gigante e, pur non avendo una grande potenza di elaborazione, permette di intervenire su fotografie e file grafici di ogni tipo allo stesso modo di altri software. Pixlr, applicativo web e per dispositivi mobili sviluppato da Autodesk è probabilmente tra i tool di fotoritocco online più potenti e capaci attualmente a disposizione. Si tratta di uno strumento utile per chi è appassionato di fotografia digitale.

Strumenti e funzionalità di Pixlr

Pixlr su computer

Il più potente e versatile dei tool grafici sviluppati per il web da Autodesk, Pixlr editor è un applicativo che l’utente può utilizzare sia per creare grafiche accattivanti che per modificare fotografie in modo professionale.

A differenza di altre applicazioni, si può utilizzare solo quando si è connessi alla rete.

Sia l'interfaccia grafica che la composizione e la disposizione dei menu ricordano molto da vicino quelli di programmi di fotoritocco più rinomati come Photoshop o GIMP.

La schermata principale di Pixlr X e Pixlr E

uso smartphone

Quando si accede alla pagina principale del sito di Pixlr verrà chiesto all’utente se si desidera proseguire con la versione di Pixlr E o Pixlr X. Nella schermata vengono spiegate le differenze sostanziali: Pixlr X è dedicato ai neofiti e a chi ha poca dimestichezza con il photoediting o vuole apportare modifiche minime.

Se invece si è più esperti o si ha bisogno di funzionalità avanzate, Pixlr E sarà più adatto grazie ai suoi strumenti aggiuntivi.

Una volta scelta l’opzione che più corrisponde alle proprie necessità, si aprirà la schermata principale dell’applicativo. Se si è scelto PixlrX, si troverà un menù principale sulla sinistra. Lì l’utente potrà trovare i box home, storia, template, images aggiornamenti e l’icona + che permette di aggiungere una foto dalla gallery del proprio dispositivo.

Dalla schermata principale si potrà anche scegliere uno dei formati consigliati tra i vari template che la piattaforma propone. Dal post per Instagram alla miniatura di YouTube e il pin di Pinterest, si possono creare grafiche ad hoc per ogni tipo di socialnetwork.

Se si sceglie PixlrE, la pagina principale della piattaforma risulterà uguale alla precedente. Ma se si clicca sull’icona + per inserire una foto, l’utente si accorgerà subito della presenza di due menù differenti, uno a sinistra e uno in alto, più una dashboard a destra. Il menu di sinistra mostra tutti gli strumenti che nella versione Pixlr E erano racchiusi nelle grandi macrocategorie dei box.

Rispetto alla prima versione, Pixlr X ha alcune funzionalità in più come clone,dispersione, bokeh o campiona colore.

Nel menu in alto, invece, si trovano gli strumenti per modificare l’immagine, creare o lavorare sui diversi livelli, selezionare regolazioni e applicare filtri e animazioni. 

Il funzionamento di Pixlr ricorda un po’ l’app Canva. L’utente può creare grafiche partendo dai modelli proposti in app, ma può anche modificare immagini personali con filtri e strumenti di editing.

Oltre alle due versioni di questo applicativo web per la modifica di immagini, Pixlr ha prodotto altri strumenti specifici per la creazione di grafiche. Lo scopo è quello di rendere il design alla portata di tutti. Vediamo quali sono.

Stories by Pixlr

Pixlr

Con Stories Pixlr ha voluto creare un’applicazione che permettesse di creare storie destinate ai social media in maniera veloce. La pagina di download dell’app promette infatti che basta un tocco per realizzare tutto ciò di cui si ha bisogno.

Anche qui è presente un archivio colmo di template personalizzabili in base alle proprie attività.

In più, ogni mese vengono caricati nuovi modelli. In questo caso bisognerà scaricare l’app, disponibile sia sul Google Play Store che sull’App Store.

Stock di Pixlr

Risorse creative illimitate: è questo il motto che campeggia sulla pagina principale dello Stock di Pixlr. Il sito offre più di 10.000.000 di risorse e design, basta sottoscrivere un abbonamento.

Se invece servono solo poche immagini di stock o non si vuole investire denaro in questo aspetto, ci sono più di 50.000 risorse gratuite da poter utilizzare senza limiti. Su Stock di Pixlr si possono scaricare risorse di progettazione e scoprire gli strumenti di editing avanzati.

Pixlr Rimozione Sfondo

persona usa lo smartphone

Infine, Pixlr ha pensato anche ad una piattaforma web gratuita che permette di eliminare lo sfondo delle proprie immagini. Servono solo pochi secondi e in qualche clic lo sfondo delle foto scomparirà. Pixlr utilizza strumenti di Intelligenza Artificiale all’avanguardia per scontornare automaticamente le immagini senza lasciare fastidiose tracce.

Per saperne di più: Fotografia digitale, come fare belle foto

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb