La digitalizzazione sta rivoluzionando anche il mondo del fashion e del beauty. Le frontiere dei make-up artist sembrano non avere più limite, soprattutto grazie all’introduzione in questo ambito di tecnologie che finora erano state riservate ad altri campi.

Le stampanti 3D e i software dedicati alla progettazione 3D sono solo due dei nuovi strumenti utilizzati dagli esperti del settore, seguiti da strumenti di intelligenza artificiale e programmi di fotoritocco come Photoshop, che in passato nessun MUA avrebbe mai pensato di utilizzare per creare sofisticati trucchi.

I social pullulano di artisti in erba e professionisti del settore che si cimentano nel digital make-up. Tutti possono accedere a questa nuova forma d’arte, basta avere un’idea originale e saper utilizzare gli strumenti essenziali per cimentarsi nel trucco digitale. Per farsi conoscere dal grande pubblico, la maggior parte sceglie proprio il mondo dei social, dove questa nuova tendenza ha già conquistato un pubblico vasto ed eterogeneo. 

Chi è il make-up artist digitale

make up artist

Shutterstock

La principale difficoltà nel lavoro del make-up artist è avere a che fare con la pelle delle persone. Come sostengono molti professionisti, eseguire un’applicazione di make-up precisa a mano può essere molto difficile dal momento in cui ci si trova davanti a visi che si muovono continuamente e naturalmente.

L’ausilio di dispositivi in grado di eseguire un trucco elaborato in maniera perfetta e quasi millimetrica permette all’artista di concentrarsi esclusivamente sui colori e il design piuttosto che sulla possibilità pratica di creare uno specifico trucco.

Grazie alle nuove tecnologie il make-up artist può dare libero sfogo alla sua creatività, inventando design sempre più intricati e complessi, a cui possono essere aggiunti anche ulteriori materiali, dagli strass alle applicazioni di textures diverse.

Gli strumenti del trucco digitale

strumenti per truccare

Shutterstock

Per accedere a questa nuova tipologia di esperienza, i make-up artist devono attrezzarsi e imparare ad utilizzare le più moderne tecnologie che permettono di superare i limiti che questo settore ha finora avuto.

Tra gli strumenti più interessanti c’è una stampante 3D che, abbinata ad un’applicazione creata ad hoc, è capace di personalizzare il trucco e stamparlo direttamente sul viso dell’individuo.

Il dispositivo si presenta come una sfera bianca che possiede una fotocamera inserita in posizione centrale.

L’applicazione vera e propria del trucco viene eseguita in tre fasi distinte. Il dispositivo utilizza 2000 sottilissimi ugelli che imprimono i colori in maniera simultanea, con una precisione pari a 40 micron.

La fotocamera esegue sull’individuo una scansione facciale 3D, che va a catalogare il suo viso. Durante lo step successivo l’utente viene chiamato a scegliere tra diversi look delle star sui red carpet quello che più gli piace o sente vicino a sé. a quel punto bisogna inviare il segnale Bluetooth al dispositivo, che nel tempo record di 30 secondi creerà il trucco sul suo viso.

Il procedimento è esattamente quello della stampa su carta.

L’applicazione vera e propria del trucco viene eseguita in tre fasi distinte. Il dispositivo utilizza 2000 sottilissimi ugelli che imprimono i colori in maniera simultanea, con una precisione pari a 40 micron.

Il dispositivo di digital make-up non dimentica nessun passaggio. Inizia il suo lavoro stendendo un primo strato composto da una base long lasting e una protezione SPF, per proseguire poi con il fondotinta, il contouring e la copertura delle occhiaie. Infine, si dedica agli occhi, alle guance e alle labbra.

Tutti i prodotti che vengono utilizzati sono ipoallergenici e adatti a tutte le tipologie di pelle, anche alle più sensibili. Inoltre, sono stati ideati per durare a lungo sulla pelle.

Il trucco viene realizzato esattamente come si realizza una stampa 3D. Tramite l’utilizzo dell’applicazione mobile gli utenti possono scegliere uno tra i look proposti, che verrà simulato digitalmente sul viso della persona stessa.

Se il risultato viene apprezzato, il passo successivo sarà quello di inserire il proprio volto nello spazio cavo. La stampante eseguirà la scansione geometrica del viso e inizia a stampare il trucco 3D sulla pelle.

Se i look delle star presenti nell’applicazione non soddisfano o non rispecchiano lo stile dell’utente, si può attivare la modalità UnicaYou, che suggerisce make-up personalizzati in base alle forme del volto di ciascuno.

Il make-up del futuro è digitale

make up digitale

Shutterstock

I canoni di bellezza stanno rapidamente cambiando, anzi si stanno letteralmente dissolvendo, anche grazie ai movimenti delle nuove generazioni, che cercano di scardinare quelle convenzioni che ormai gli vanno strette.

Fanno parte di questa ondata i nuovi make-up artist, che hanno messo da parte i pennelli per utilizzare strumenti digitali come i software 3D o i programmi di fotoritocco.

I tools moderni gli permettono di andare oltre il tradizionale trucco fatto di ombretti, rossetti ed eyeliner e di creare volti completamente nuovi. Trasformazione è la parola d’ordine per queste vere e proprie opere d’arte digitali. I digital MUA stravolgono le sembianze del viso umano, creando per esempio occhi allungati simili a quelli di un alieno, nasi che assomigliano a quelli dei gatti.

Non esistono limiti in questo campo. Con i programmi 3D e i software di intelligenza artificiale si possono applicare maschere, formare e inserire protuberanze colorate come proboscidi. Non si applicano solo trucchi e disegni che sarebbe difficile fare a mano libera, ma si modificano i connotati delle persone, cambiando il colore degli occhi o addirittura la forma dell’iride.

Si può partire da qualsiasi idea o ispirazione per dare vita ad una vera e propria opera d’arte che risulta libera dalle convenzioni e dalle difficoltà pratiche legate all’applicazione manuale del trucco.

Per saperne di più: I lavori del futuro per le persone creative

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb