Dopo aver letto, nel precedente articolo "Come scegliere il miglior programma di video editing", le principali fasi per la scelta del programma di editing, non sai ancora che software di video editing gratuito scegliere? Per aiutarti, riporto di seguito la mia esperienza diretta. Ovviamente si tratta del mio percorso decisionale, soggettivo e personale.

Mi ricordo che fino a qualche anno fa’ Windows metteva a disposizione “Windows Movie Maker” un programma semplice, efficiente ed essenziale per fare video editing di discreta qualità. Il software era contenuto nel pacchetto “Windows Live Essential” che al momento non è più disponibile in via ufficiale.

video editing

dusanpetkovic / iStock via Getty Images

Avendo cambiato PC e sistema operativo, non mi è più stato possibile recuperare il programma. Questo è stato il motivo che mi ha spinto a cercare un’alternativa.

Dopo aver letto una serie di articoli che parlavano dei diversi programmi, mi sono fatto un’idea generale delle funzioni principali di ogni software.

All’inizio, cercavo solo qualcosa che fosse gratuito, che mi permettesse di effettuare tagli in maniera precisa, di aggiungere titoli, musica, insomma qualcosa che replicasse “Windows Movie Maker” e quindi che fosse semplice da utilizzare e che mi consentisse di avere risultati discreti. 

Con queste caratteristiche base, tutti i programmi citati nell’articolo “Come scegliere il miglior programma di video editing” andavano bene.

Dopo aver visto le potenzialità e le caratteristiche dei vari software, alcuni sono utilizzati anche da professionisti per fare editing di film con effetti speciali, le mie aspettative si sono alzate di parecchio.

video editing

    scyther5 / iStock via Getty Images

Ho cominciato a scartare quelli che permettevano di creare solo video con impressi loghi o filigrane, alcuni erano molto performanti, ma la versione gratuita imponeva il watermark nel video dopo a fase di montaggio ed io invece volevo qualcosa che fosse neutro e pulito.

Ho individuato gli editor che avevano più potenziale, ho guardato brevi tutorial che mi hanno fatto capire come funzionavano le differenti interfacce. Su YouTube ce ne sono veramente tanti. All’inizio ho guardato quelli più corti, che mi hanno consentito di vedere molto rapidamente come si presentavano e come funzionavano i programmi.

Questo mi ha permesso di ridurre il numero di scelte in base all’estetica, alla facilità di utilizzo ed alle modalità di visualizzazioni. 

Selezionati i due software che mi avevano colpito di più, ho approfondito gli aspetti che m’interessavano maggiormente, guardando tutorial di dettaglio.

In pratica, ho messo a confronto gli stessi aspetti cercando di capire come funzionavano e quali erano le differenze. In particolare, mi sono concentrato su come effettuare i tagli, gestire le modifiche, manipolare video e migliorare l’audio. 

Ho scaricato e provato entrambi.

Alla fine, eureka … ho trovato il programma che tra tutti gli altri mi è sembrato il più completo per le mie esigenze (che nel frattempo erano aumentate esponenzialmente) e non solo.

video editing

EvgeniyShkolenko / iStock via Getty Images

Il programma che ho scelto è DaVinci Resolve. Si tratta di un programma sviluppato da Blackmagic, società Australiana che produce e vende hardware per l’industria del cinema. Ci sono due versioni del software, una è a pagamento, ma quella gratuita permette di fare tutto ciò che serve per creare video di alta qualità.

DaVinci Resolve, in realtà, è la somma di più programmi che permettono di gestire tutte le fasi del montaggio. Non solo permette di tagliare clip e montarle, ma offre una vasta gamma di effetti speciali, permette di migliorare il video eliminando ad esempio macchie e sfarfallii, fornisce la possibilità di correggere il colore e di effettuare post-produzione audio. 

All’inizio, potrebbe sembrare complicato da utilizzare, ma l’interfaccia user friendly permette di prendere confidenza col programma in pochi click.

Inoltre, in rete, ad esempio, sempre su YouTube, è possibile trovare tutorial fatti da docenti e professionisti, divisi per argomento che, in qualche giorno, permettono di imparare ad usare molto bene l’interfaccia, i comandi e la maggior parte delle funzionalità supportate.

Se però non si desidera perdere troppo tempo, soprattutto in fase iniziale, ci sono anche tutorial da pochi minuti che permettono di utilizzare fin da subito le funzioni base di questo software.

Scritto da:
Alberto D’Oronzio
Project Manager Professional
Mi affascina la tecnologia perché mi permette di avere un'idea di come sarà il futuro, adoro viaggiare perché mi permette di scoprire il mondo che mi circonda, mi piace imparare qualcosa di nuovo ogni giorno perché mi permette di avere più punti di vista e di trovare soluzioni più efficaci.
Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb