YouTube abbraccia la tecnologia HDR

YouTube lancia il supporto ai video in HDR

La tecnologia HDR approda anche ai contenuti YouTube promettendo immagini pił vibranti e nitide
YouTube lancia il supporto ai video in HDR FASTWEB S.p.A.

Sono passati 11 anni dal suo lancio e per festeggiare questa longevità YouTube ha deciso di approcciarsi alla tecnologia HDR. L'azienda si è mossa in questo senso nell'ottica di ampliare i confini dei video online. La notizia è stata annunciata lunedì 7 novembre 2016, nello stesso arco di tempo dell'uscita della PlayStation 4 Pro, console che supporterà anche questo formato.

Cosa vuol dire HDR?

HDR è un acronimo che fa riferimento alla tecnologia delle immagini, le quali riproducono un oggetto in fotografie e video sfruttando una gamma dinamica più alta (High Dynamic Range), ossia una tecnologia che ha la capacità di supportare uno spettro di colori più ampio e delle scale dei bianchi e dei neri più accurate. Principalmente sono questi i motivi per cui le foto e i video HDR mostrano un contrasto superiore e sono più ricche di dettagli di quelle realizzate con altre tecnologie. Supportare una gamma di colori più ampia, comporta inoltre che le immagini e i video abbiano dei toni più vibranti. "L'HDR aggiunge una nuova dimensione alla libertà creativa e visuale, e questo è solo l'inizio del potenziale narrativo intrinseco di queste immagini", ha affermato Google sul suo blog. "Non vediamo l'ora di vedere i video mozzafiato che le persone saranno in grado di fare con l'HDR". Attualmente, anche un gran numero di smartphone consentono di fare foto e video HDR.

Requisiti del display HDR

Per chi fosse interessato a vedere contenuti HDR, YouTube ha già caricato quattro video che mostrano nel dettaglio di cosa si sta parlando. L'azienda afferma che la piattaforma è in grado di rilevare le specifiche del display dell'utente che in quel momento sta guardando il video, modificandone la qualità. Questo sottolinea il fatto che i contenuti HDR richiedano dispositivi HDR, come il Chromecast Ultra o il prossimo Samsung SUHD. Se non si è in possesso di un dispositivo HDR o compatibile sarà comunque possibile veder l'immagine ma nel range dinamico standard.
È importante ricordare che il numero di pixel non svolge un ruolo cruciale nei video HDR. È possibile vedere un contenuto HDR a una risoluzione di 1080p, notandone comunque l'ottima qualità. In ogni caso, il formato sfrutta i pixel per mostrare una gamma di colori molto ampia. I contenuti HDR, tra cui la funzionalità streaming che vedremo di seguito richiedono una connessione internet superveloce. Al momento, la definizione migliore sembra essere 2160p ed è inutile aggiungere che ci potrebbero volere tempi lunghi per fare il caricamento se la connessione è bassa o se state utilizzando il traffico dati del vostro smartphone.

Sviluppo di contenuti HDR su YouTube

All'inizio del 2016, Google ha identificato alcuni partner chiave per quella spinta della tecnologia HDR su YouTube. Tra questi ci sono sviluppatori al lavoro per rendere la pubblicazione di contenuti in HDR più semplice possibile, mentre alcuni negozi di hardware sono pronti ad installare dei supporti HDR-ready negli spazi YouTube di Los Angeles e New York.

L'approdo di questa tecnologia fa il paio con il supporto ai video in 4K, già in uso sulla piattaforma.

8 novembre 2016

Fonte: techtimes.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail