Fastweb

Yahoo!, ecco la situazione delle offerte arrivate

Yahoo e Aol diventano Oath di Verizon Web & Digital #yahoo! #verizon Yahoo! e Aol diventano Oath di Verizon La nuova società racchiuderà tutti i marchi legati ai servizi digitali e sarà fondata entro la fine del II trimestre 2017
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Yahoo!, ecco la situazione delle offerte arrivate FASTWEB S.p.A.
Verizon conferma l'accordo per l'acquisto di Yahoo!
Web & Digital
Anche Verizon ha confermato l'accordo sulla cessione di alcuni degli asset societari di Sunnyvale. Rileggi la lunga cronaca che ha portato alla vendita

Scadeva il 18 aprile 2016 il termine fissato da Yahoo! per presentare offerte all'azienda guidata da Marissa Mayer.

E se in un primo momento Verizon sembrava essere la società maggiormente interessata all'acquisizione dei titoli del motore di ricerca, nel tempo altre aziende si sono dimostrate interessate a Sunnyvale. Qualche segnale è così arrivato anche da YP, la società a cui fanno capo le attività digitali delle pagine gialle americane controllata da Cerberus.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, ci sarebbero invece alcuni colossi che avrebbero ceduto il passo ritirando la loro offerta. Tra questi Alphabet, Comcast, Time, Google e At&t.

Verizon, tuttavia, rimane in prima posizione grazie anche a una capitalizzazione di mercato di 210 miliardi di dollari e liquidità per 4,5 miliardi. ''Verizon ritiene che Yahoo!-Aol possa offrire la piattaforma pubblicitaria necessaria a eseguire la sua strategia video", aveva affermato Craig Moffett, analista a MoffettNathanson. Secondo le indagini si tratta di un'acquisizione costosa ma "strategica", e in ogni caso la società si impegnerà a non pagare un prezzo troppo alto. L'ufficializzazione delle offerte è attesa a breve, a pochi giorni dalla trimestrale di Yahoo!, prevista ancora in calo.

Intanto, oltre a Verizon, anche il Daily Mail sembrava essersi fatto sotto con Tpg. Inoltre, secondo quanto riportato dal giornale statunitense Wall Street Journal, le proposte di acquisizione girerebbero tutte intorno ai 4-8 miliardi di dollari.

I fantastici dieci

E dopo un lungo silenzio, fatto di sussurri e ipotesi, il cerchio intorno a Yahoo! sembra stringersi ulteriormente. In corsa per acquistare il motore di ricerca sono rimaste in tutto dieci società, inclusa Verizon e Tpg Capital. Tra questi ci sarebbe anche Warren Buffett e il fondatore di Quicken LoansDan Gilbert. Almeno secondo l'agenzia di stampa Bloomberg.

Il consorzio sarebbe stato ammesso alla seconda fase di offerte. Sulla scia di queste indiscrezioni i titoli della società sono salite in Borsa nelle contrattazioni after hours, arrivando a guadagnare l'1,3%.

Intanto Marissa Mayer, amministratore delegato della società, si preparerebbe a incassare 55 milioni di dollari nel caso in cui la vendita della società si traducesse in una sua uscita senza una buona causa. In questo caso la Ceo di Yahoo! riceverebbe titoli e opzioni del valore di 52 milioni di dollari e 3 milioni di dollari fra contanti e benefit.

A questi ultimamente si sarebbe aggiunto anche un pool di investitori formato da Bain Capital.

Offerte al ribasso

Intanto Yahoo! potrebbe incassare meno di quanto previsto dalla cessione dei suoi core asset. Un duro colpo per Sunnyvale che sperava, attraverso la vendita, di ricapitalizzare e migliorare i propri conti. Lo riporta il quotidiano statunitense Wall Street Journal spiegando che le società interessate all'acquisizione avrebbero presentato offerte tra i 2 e i 3 miliardi di dollari. Ben al di sotto di quanto sperava la Ceo Marissa Mayer, che puntava invece a raccogliere tra i 4 e gli 8 miliardi dalla cessione delle sue attività Internet.

At&t torna a farsi sotto

Anche At&t, secondo quanto riportato l'agenzia Bloomberg, sarebbe pronta ad avanzare una nuova offerta. Il colosso statunitense è da tempo interessato a fare suo il servizio email, la parte di finanza e la piattaforma pubblicitaria di Yahoo!. Questo porterebbe, secondo le stime dell'agenzia, a un rialzo delle offerte che, sotto ogni aspettativa, si erano fermate tra i 2 e i 3 miliardi di dollari.

Il rilancio di Buffett

Nel frattempo è Warren Edward Buffett a catalizzare l'attenzione sulle lunghe trattative per la cessione di Yahoo!.

L'imprenditore ed economista statunitense avrebbe infatti intenzione di finanziare la cordata che sta lavorando per rilevare il controllo di Sunnyvale. "Yahoo! non è il tipo di cosa di cui sarò mai un socio. Non conosco il business e non saprei come valutarlo, ma se Dan (Gilbert, ndr) avesse bisogno di finanziamenti, con i termini e le protezioni adeguate, potremmo fornire aiuto finanziario", ha scritto Buffett in una email diretta al canale Tv economico Cnbc.

"Sono un ammiratore enorme di Dan e di quello che ha ottenuto a Quicken Loans", ha aggiunto Buffett nella sua nota. Una conferma che ha il saporte di una dichiarazione di guerra nei confronti di Verizon Communications, colosso dei media che fino a ora era dato in vantaggio per l'acquisto degli asset di Yahoo!.

Anche Amazon

Quella che vede anche Amazon interessata a Yahoo! è una notizia che va presa con le molle. L'indiscrezione è forte, quasi frastornate, e arriva direttamente dagli States dove alcuni organi di stampa starebbero parlando di una fusione tra il colosso di Jeff Bezos.

Al momento gli alti vertici di Amazon non hanno né confermato né smentito quella che sarebbe una notizia che porterebbe a una svolta impensabile nelle trattative per l'acquisizione degli assett di Yahoo!. L'offerta si aggirerebbe ben al di sopra dei 2-3 milioni di dollari inizialmente presentati da altre società.

Verizon offre tre miliardi di dollari per attività Internet

Il colosso delle comunicazioni Verizon sembra pronto a lanciare un'offerta di tre miliardi di dollari per le attività Internet di Yahoo! Lo riporta il quotidiano statunitense Wall Street Journal citando alcune fonti. Si tratta del secondo round di offerte, al quale sembra debba seguirne un terzo prima che Yahoo! decida se e quale proposta accettare. L'interesse per Yahoo! si sarebbe raffreddato dopo una delle ultime presentazioni del Ceo dell'azienda, Marissa Mayer, che avrebbe messo in evidenza le difficoltà del motore di ricerca nella pubblicità online.

Fusione con Twitter?
Ci sarebbe anche Twitter tra i possibili acquirenti degli asset di Yahoo!. A riportare la notizia è stato il quotidiano statunitense New York Post, secondo cui alcuni dirigenti del social avrebbe incontrato Marissa Mayer per discutere di una possibile fusione. Al meeting, tuttavia, era assente Jack Dorsey, Ceo di Twitter. Un'assenza significativa che, secondo il New York Post non farebbe presagire nulla di buono.

Verizon, trattative finali

Dopo mesi di trattative, sembra che Verizon abbia battuto la concorrenza. Il colosso delle comunicazioni starebbe infatti concludendo gli accordi con Yahoo!. L'ultima offerta di tre miliardi di dollari è salita: secondo recenti indiscrezioni ora per acquisire l'attività "core" di Internet sarebbero in gioco cinque miliardi. L'accordo non includerebbe i brevetti della società e non c'è ancora conferma che altri asset, come gli immobili di Yahoo!, facciano parte della transazione. Per ora, hanno però evidenziato alcune fonti, l'accordo non è stato finalizzato. 

Accordo trovato

Dopo prime indiscrezioni che la volevano vicina a un accordo con Yahoo!, Verizon ha confermato il raggiungimento di un accordo per l'acquisto di Sunnyvale. L'operazione vale 4,8 miliardi di dollari. L'intesa riguarda le attività Internet di Yahoo! che ha annunciato che cambierà anche il suo nome. 

18 aprile 2016 (aggiornato il 25 luglio 2016)

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #yahoo! #verizon #daily mail

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.