Windows10

Windows 10 disinstallerà automaticamente gli aggiornamenti con bug

Una nuova funzionalità permetterà a Microsoft di controllare maggiormente i propri aggiornamenti e rendere l'esperienza di Windows migliore
Windows 10 disinstallerà automaticamente gli aggiornamenti con bug FASTWEB S.p.A.

Capita che alcuni aggiornamenti non vadano bene o non siano compatibili, ma Microsoft si sta muovendo per risolvere questo problema con una nuova funzionalità di Windows, la quale disinstallerà automaticamente gli aggiornamenti recenti non corretti tramite Windows Latest.

Microsoft precisa che il rollback degli aggiornamenti verrà eseguito solo nel momento in cui il software non fosse riuscito a impedire l'avvio del computer e solo dopo aver prima provato tutte le altre opzioni di ripristino automatico.

Secondo ZDNet, la nuova funzionalità potrà ripristinare automaticamente i driver del dispositivo, gli hotfix, i file di sistema aggiornati, i service pack e le nuove funzionalità di Windows, rendendolo così uno strumento piuttosto completo.

Tutti gli aggiornamenti che vengono sottoposti a rollback verranno esclusi dalla funzione di reinstallazione automatica per 30 giorni, dando così il tempo a Microsoft o ai partner hardware e software di risolvere il problema, evitando di far rimanere gli utenti bloccati in un ciclo infinito di applicazione e rimozione automatica dell'aggiornamento stesso.

Non può considerarsi un aggiornamento enorme e fondamentale, ma risulta comunque importante, visto che annullare gli aggiornamenti di sistema non è proprio il processo più semplice e automatizzare il processo per gli utenti che ottengono accidentalmente un software incompatibile è una mossa decisamente utile da parte di Microsoft.

In questo modo anche Microsoft si assume maggiori responsabilità nel garantire agli utenti una migliore esperienza su Windows, dato che è sempre più complesso controllare che tutto funzioni alla perfezione direttamente, considerando il gran numero di partner che sviluppano hardware, software e firmware per Microsoft; cosa che invece a Apple risulta molto più immediata.

Facendo dunque in modo che Windows si occupi proattivamente e automaticamente dei bug, Microsoft sembra star facendo del suo meglio per assicurarsi che la parte che può gestire aiuti a mitigare i problemi coi restanti pezzi di puzzle che non è possibile controllare.

14 marzo 2019

Fonte: theverge.com
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail