Fastweb

Wikipedia, l'enciclopedia libera di Jimmy Wales e Larry Sanger

Everipedia Web & Digital #wikipedia #everipedia Con Everipedia l'enciclopedia online sbarca sulla blockchain Da inizio 2018 è iniziata la transizione verso la blockchain di EOS. Tra i vantaggi garantiti da questa scelta spiccano l'impossibilità di censure e il risparmio economico
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Wikipedia, l'enciclopedia libera di Jimmy Wales e Larry Sanger FASTWEB S.p.A.
Wikipedia
Web & Digital
La nascita e le caratteristiche dell’enciclopedia fondata da Jimmy Wales e Larry Sanger per offrire contenuti neutrali e aperti a tutti

In principio fu Nupedia, enciclopedia web a contenuto aperto, gestita da Jimmy Wales, CEO della società Bomis (che ospitava l'enciclopedia) e da Larry Sanger, laureato in filosofia, che ne diventa redattore capo. Nel 2001 il salto a Wikipedia, nata nell'intento di fornire rapidamente contenuti "wiki", cioè aggiornati da tutti coloro che vi possono avere accesso, a Nupedia. Oggi Wikipedia rientra tra i 40 siti web più utilizzati al mondo, con 23 milioni di voci enciclopediche presenti nelle varie versioni e 285 lingue.

Un'enciclopedia "wiki"

 

wales

 

È l'anno 2000 e la Rete sta iniziando a diffondersi in maniera capillare e a mostrare tutte le sue potenzialità. Jimmy Wales, allora a capo di Bomis (portale di ricerca sulla musica pop), dà vita a Nupedia, un'enciclopedia che si propone di rivoluzionare il settore della conoscenza. Disponibile esclusivamente online (i voluminosi tomi cartacei delle enciclopedie del passato sono dunque messi da parte), è aggiornata con costanza grazie al contributo degli internauti (crowdsourcing) che, volontariamente e gratuitamente, realizzano nuovi articoli e revisionano quelli già esistenti. Unica figura fissa e retribuita è Larry Sanger, che ha conseguito un dottorato in filosofia ed entra nel progetto Nupedia con il ruolo di capo redattore.

 

wikipedia

 

Il più grande limite della nuova enciclopedia è la lentezza nell'aggiornamento dei contenuti, che devono passare per una revisione scandita in sette fasi. Wales e Sanger decidono che è necessario velocizzare le operazioni e il 15 gennaio 2001 lanciano Wikipedia.com, sito internet in inglese che ospita la nuova versione dell'enciclopedia. Alla fine del 2001 l'enciclopedia è già disponibile in otto lingue (francese, tedesco, inglese, catalano, spagnolo, svedese, portoghese e italiano).

Come funziona Wikipedia

Principi base di Wikipedia sono la neutralità delle voci (dato che a scriverle sono gli utenti stessi) e il loro continuo aggiornamento, grazie all'accessibilità da parte del lettore, che può modificare i contenuti in qualsiasi momento, sempre in maniera volontaria e gratuita. Per poter scrivere un nuovo articolo su Wikipedia non è necessario possedere "poteri speciali": basta iscriversi al portale e assicurarsi che la voce enciclopedica che si vuole realizzare non sia già presente nel database. Nel caso in cui si avessero dei dubbi, si può sempre seguire la guida su come scrivere una nuova voce Wikipedia e il gioco è fatto.

 

edit wikipedia

 

Discorso analogo per le modifiche. Il team di Wikipedia invita gli utenti a essere audaci (be bold è uno dei motti dell'enciclopedia libera) e non aver paura di modificare una voce nel caso si ritenga che contenga degli errori o sia inesatta. Tutti gli iscritti Wikipedia possono modificare le voci esistenti, ma non possono, ovviamente, scrivere ciò che vogliono: in caso di revisione errata si corre il rischio di diffondere notizie e informazioni non corrispondenti alla realtà. Anche in questo caso, ci si può affidare alla guida ufficiale che spiega come modificare una voce Wikipedia in pochi minuti.

Rapida espansione

 

espansione wikipedia

 

Dopo gli aggiustamenti di tiro a cavallo tra la fine del 2001 e la fine del 2002, Wikipedia conosce una crescita senza pari. In pochi anni la creatura di Jimmy Walse e Larry Sanger vede moltiplicarsi il numero di voci presenti nel database e il numero di edizioni "locali". Se dopo un anno di vita l'encilcopedia libera può contare su "appena" 20 mila voci, quindici anni dopo (dato aggiornato a fine 2015) le voci totali sono più di 38 milioni, scritte in più di 250 lingue differenti. La versione in inglese la più ricca (conta oltre 5 milioni di articoli), mentre quella svedese è quella che cresce più velocemente: merito del prof. Sverker Johansson e del suo bot ljsbot, un programma in grado di scrivere anche 10mila articoli al giorno. Non è un caso, dunque, che Wikipedia Svezia sia la seconda più "ricca", con oltre 3 milioni di voci enciclopediche già create (lo stesso bot ha realizzato gran parte delle voci delle edizioni in cebuano e waray-waray, due lingue delle Filippine presenti nella top ten delle edizioni locali con più articoli).

Dall'enciclopedia nascono anche nuove iniziative, tra cui Wikizionario (2002), per la creazione di un dizionario sulla stessa lunghezza d'onda dell'enciclopedia "wiki", Wikiquote, raccolta di citazioni di personaggi celebri e Wikibooks, che propone libri e manuali non soggetti a copyright. Nel 2004 Wikipedia raggiunge quota 100 lingue. Quattro anni dopo, il Guiness dei primati la incorona enciclopedia più grande al mondo.

Wikimedia foundation

 

wikimedia

 

Nel 2003, anno in cui Nupedia chiude i battenti, Jimmy Wales dà vita a Wikimedia foundation, fondazione senza scopo di lucro il cui obiettivo è quello di gestire Wikipedia e i progetti fratelli (come i già citati Wikizionario, Wikiquote e Wikitravel). All'atto della creazione, Wales cede tutti i diritti da lui posseduti alla fondazione, così da garantire che la gestione dei contenuti rimanga affidata alla comunità degli utenti. È grazie anche a questa fondazione che Wikipedia trova i mezzi (economici, finanziari e informatici) per continuare a sopravvivere.

Non ospitando pubblicità e non avendo altra fonte di guadagno, Wikipedia regge la sua struttura informatica e organizzativa sulle donazioni degli utenti, su finanziamenti pubblici e contributi di altre società. Dal 2014 alla guida di Wikimedia foundation troviamo Lilia Tretikov, tra i maggiori esperti nel campo dell'information technology e, soprattutto, convinta che la "conoscenza, come l'aria, debba essere libera". Una convinzione che, sicuramente, le ha permesso di guadagnare la fiducia incondizionata di migliaia di utenti dell'enciclopedia libera.

Wikipedia in crisi?

 

top tenwikipedia

 

Secondo alcuni analisti e ricercatori universitari, dal 2013 in poi Wikipedia sta attraversando una crisi sia sul versante degli editor (gli utenti attivi che creano e modificano le voci) e delle visite.

Sul primo fronte, almeno stando a quanto affermato dallo stesso Wales, non c'è da preoccuparsi: anche se la rivista Technology review del Massachusetts Institute of Technology ha rilevato un calo del 30% nel numero di editor tra il 2007 e il 2013, il suo fondatore è sicuro che l'attuale numero di revisori è più che sufficiente per mantenere in vita il progetto.

 

wikipedia enciclopedia

 

Per quanto riguarda il calo di visite, invece, la colpa è di Google e del suo Knowledge Graph (l'algoritmo di ricerca Google che seleziona le informazioni più rilevanti sulla ricerca effettuata e le mostra nel box a destra della pagina dei risultati). Come notato da Clay Shirky, docente presso la New york University, se gli utenti trovano tutto quello di cui hanno bisogno già nella pagina delle ricerche, non hanno più bisogno di navigare oltre e visitare gli altri siti come Wikipedia, per l'appunto.



6 gennaio 2013 (aggiornato il 28 aprile 2016)

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #wikipedia #jimmy wales #larry sanger #storia

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.