WhatsApp cambia i termini che regolano la privacy dei suoi utenti

WhatsApp condividerà i dati dei propri utenti con Facebook

I dati degli utenti dell'app verranno condivisi con Facebook. Su questo cambio di tendenza indaga anche la Commissione Europea. Ecco come impedire all'app di fornire i dati al social
WhatsApp condividerà i dati dei propri utenti con Facebook FASTWEB S.p.A.

Un annuncio apparso sul blog ufficiale di WhatsApp sembra aver infastidito, se non addirittura sconvolto i suoi utenti. La celebre app di messaggistica istantanea, di proprietà di Facebook, ha infatti dichiarato di aver aggiornato i termini che regolano la privacy dei suoi utenti.

Ecco che i dati, compreso il numero di telefono, di chi usa WhatsApp verrano condivisi con Facebook che ha acquistato il servizio nel 2014. I numeri di telefono saranno collegati con i sistemi del social network senza però essere forniti alla società di Menlo Park.

"Nulla di ciò che gli utenti condividono su WhatsApp, compresi i messaggi, le foto, e le informazioni dell'account, sarà pubblicato su Facebook o su altre applicazioni del nostro gruppo di applicazioni per essere visto da altri, e nulla di ciò che viene pubblicato su queste applicazioni sarà condiviso su WhatsApp per essere visto da altri", garantisce l'azienda fondata da Mark Zuckerberg.

Come impedire a WhatsApp di fornire il vostro numero a Facebook

Ma cosa succederebbe se, però, l'utente non fosse d'accordo con questa iniziativa? Per ora, è possibile dare il consenso all'applicazione per l'utilizzo dei dati personali. L'applicazione in questi giorni sta chiedendo agli utenti di accettare delle modifiche nei termini e nelle condizioni. Nella parte inferiore del testo è presente una piccola nota, "Leggi di più sulla privacy policy", nella quale sarà possibile disattivare il servizio.

Se aveste accettato la privacy policy senza leggerla (nessun problema, lo fanno tutti!) avrete comunque 30 giorni di tempo per reimpostarla. Ovviamente, questa iniziativa di WhatsApp sarà possibile solo per quegli utenti in possesso di un profilo Facebook.

Fonte: motherboard.vice.com

L'indagine della Commissione Europea

Il cambio dei termini sulla privacy, però, non è passato inosservato alla Commissione Europea. Ecco che l'antitrust ha chiesto al social network informazioni sulle modifiche sull'uso dei dati raccolti proprio grazie a WhatsApp.

"Abbiamo fatto delle domande. Il fatto che i dati non fossero uniti agli altri è stato un fattore decisivo nel via libera all'acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook", ha spiegato la commissaria Ue alla concorrenza, Margrethe Vestager, parlando con l'agenzia di stampa Bloomberg.

Ora si attendono le risposte da parte di Facebook ed eventuali contromosse da parte della Commissione Europea.

25 agosto 2016 (aggiornato il 12 settembre 2016)

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail