WhatsApp

Aggiornamento di WhatsApp lo rende più sicuro

Gli utenti di WhatsApp stanno per ottenere un nuovo aggiornamento. Ecco perché ne avrete davvero bisogno
Aggiornamento di WhatsApp lo rende più sicuro FASTWEB S.p.A.

WhatsApp potrebbe non essere la piattaforma di messaggistica più sicura, ma è sicuramente la più popolare. E mentre altri, come Signal e Wickr, sono progettati con un approccio improntato alla sicurezza, la combinazione di crittografia end-to-end e funzionalità di facile utilizzo di WhatsApp si è dimostrata vincente sul mercato da oltre dieci anni.

Ecco quindi arrivare l'ultimo aggiornamento pianificato dall'app, per rendere i suoi 2 miliardi di utenti ancora più sicuri e protetti da occhi indiscreti, aggiungendo anche alcune nuove funzionalità. Fino a quando questo aggiornamento non sarà disponibile, i vostri dati non saranno così sicuri come probabilmente pensate: esiste infatti una importante falla nella sicurezza. Ma, come riportato oggi da WABetaInfo, a partire dal 21 maggio, i due macro cambiamenti, fino a questo momento in versione beta, dovrebbero essere implementati.

Il primo è un cambio radicale nell'utilizzo della chat.

Al momento, centinaia di milioni di utenti iPhone si affidano a "Chat Backup" per archiviare cronologia dei messaggi e contenuti multimediali su iCloud. Quando un iPhone viene perso o modificato, è possibile ripristinare la cronologia chat completa con tutti i suoi media. Il problema, tuttavia, ed è un grosso problema, è che "i media e i messaggi di cui si esegue il backup non sono protetti dalla crittografia end-to-end di WhatsApp anche su iCloud." Ciò significa che è possibile che qualcuno possa accedere ai vostri dati privati, che sul cloud non hanno lo stesso livello di sicurezza che hanno sull'app. E la maggior parte degli utenti non ne è felice.

Ora, secondo WABetaInfo, l'attuale versione beta di iOS "abilita la crittografia delle cronologie di chat ospitate su iCloud, inclusi i media: basta controllare le impostazioni di WhatsApp". Ciò colma un grande divario e dovrebbe essere accolto con favore da tutti gli utenti. L'opzione per archiviare facilmente un backup di WhatsApp è fondamentale, soprattutto con l'ondata di hacking di social engineering che recentemente ha dirottato alcuni account utente. Senza tale backup, la perdita temporanea del vostro account o del vostro telefono sarebbe potuta essere un incubo.

Il fatto che la crittografia end-to-end di WhatsApp non si estenda ai suoi backup iCloud è una delle principali vulnerabilità di sicurezza che è stata esposta in precedenza. Quando viene eseguito il backup delle chat dal dispositivo, vengono decrittografate quando si è alla fine di tale crittografia end-to-end. Qualsiasi sicurezza applicata al backup su cloud non rientra nel wrapper di WhatsApp. L'estensione della crittografia della piattaforma, protetta da una password utente, è un miglioramento fondamentale. In mancanza di essa, i vostri dati sono accessibili da Apple o dalle autorità quando richiesto.

La seconda nuova funzionalità è un'opzione molto attesa e permetterà agli utenti di inviare un codice QR personale che caricherà i loro dettagli di contatto su un altro telefono. Questo sarà disponibile per utenti iOS e Android ed è un modo semplice per aggiungere contatti alla vostra rubrica all'interno di WhatsApp. Significa, ad esempio, che un utente potrebbe inviare i propri dettagli a un nuovo gruppo WhatsApp, senza che nessuno debba tagliare e incollare i campi. Significa anche che le aziende potranno pubblicare i dettagli di contatto che gli utenti possono archiviare rapidamente.

Secondo WABetaInfo, i codici QR possono essere modificati e revocati, il che suggerisce che se ne invierete uno per errore, potrete revocarlo e non funzionerà più. Il problema di sicurezza per gli utenti, ovviamente, è che attualmente stanno condividendo i loro numeri di telefono. Questa novità potrebbe quindi essere interessante sul lungo termine, perché eviterà di inviare numeri di telefono tramite app di messaggistica. La piattaforma di messaggistica ultra sicura Signal, per esempio, sta introducendo un nuovo identificativo utente come alternativa ai numeri di telefono. È lo stesso principio. Il codice QR includerà il vostro numero di telefono. Se il sistema prende piede, non c'è motivo per cui non possa essere sostituito da un identificatore univoco diverso.

Tra le novità che non vedremo, invece, c'è l'accesso multi-piattaforma, al di là della versione web che già conosciamo. Una versione per iPad sarebbe l'ovvio passo successivo, ma al momento non sembra essere nei programmi.

WhatsApp prende sul serio la sicurezza degli utenti. La recente espansione del suo servizio di chat video crittografata ne è un ottimo esempio. E a sei anni dall'acquisizione di Facebook, ancora non siamo costretti a sopportare annunci e messaggi di marketing che inquinano le nostre tempistiche di chat.

Ma, come sempre, bisogna avere cautela. Il vantaggio di una piattaforma disponibile su così vasta scala è che si trova sulla maggior parte dei telefoni, diventa un obiettivo ovvio per sofisticati attacchi informatici e truffe.

La maggior parte dei presunti attacchi WhatsApp che abbiamo già visto, però, sembrano essere mirati. Solo una piccola parte degli utenti di alto profilo deve preoccuparsi di tali attacchi. Per la maggior parte delle persone, basta rispettare le semplici regole base: impostare l'autenticazione a due fattori e il PIN di WhatsApp. E per gli utenti iOS, assicurarsi di crittografare il backup iCloud e di utilizzare tale opzione di backup quando è disponibile. È difficile sopravvalutare quanto sia vantaggiosa un'opzione di backup crittografata per la sicurezza.

Oltre a ciò, un passaggio a WhatsApp che introduce livelli di separazione tra gli utenti e i loro numeri di telefono reali suggerisce ulteriori miglioramenti della sicurezza. Tutto sommato, questo è un aggiornamento che ha un peso reale per la sicurezza della piattaforma, in un momento in cui la crittografia non è mai stata più necessaria e minacciata.

E, su questa nota, Facebook stesso ha confermato alcune notizie per i suoi miliardi di utenti di Messenger oggi. Il colosso della tecnologia ha annunciato che una serie di "strumenti per preservare la privacy" sarebbe stata implementata "mentre passiamo alla crittografia end-to-end". Tali strumenti includono avvisi quando il contenuto è sospetto, strumenti automatizzati per rilevare quando un adulto invia messaggi inappropriati con minori e filtri per la ricerca di truffe.

"Man mano che Messenger viene crittografato end-to-end per impostazione predefinita", ha affermato la società, "continueremo a sviluppare funzionalità innovative che garantiscano la sicurezza e al contempo la massima privacy". Gli utenti speravano che la crittografia fosse già in atto, ma è stata ritardata. Ora, però, abbiamo la conferma che sta arrivando. Le nuove funzionalità, ha affermato Facebook, "saranno disponibili ed efficaci quando Messenger sarà crittografato end-to-end".

22 maggio 2020

Fonte: forbes.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail