Fastweb

Verizon acquista Yahoo!, ecco tutte le novità

Yahoo e Aol diventano Oath di Verizon Web & Digital #yahoo! #verizon Yahoo! e Aol diventano Oath di Verizon La nuova società racchiuderà tutti i marchi legati ai servizi digitali e sarà fondata entro la fine del II trimestre 2017
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Verizon acquista Yahoo!, ecco tutte le novità FASTWEB S.p.A.
Ecco come cambia Yahoo! sotto Verizon
Web & Digital
Dall'accordo economico alla possibile permanenza di Marissa Mayer, passando per la fusione con Aol. Ecco come sarà la nuova Yahoo!

Dopo la conferma da parte di Verizon di aver raggiunto un accordo di massima intorno ai 4,8 miliardi di dollari per l'acquisto delle atttività Internet di Yahoo!, sono arrivate anche le prime parole da parte di Marissa Mayer

La Ceo di Yahoo!, nel corso di un'intervista alla Cnbc, ha aperto alla possibilità di una sua permanenza alla guida della società anche dopo l'acquisto da parte di Verizon. "Amo Yahoo! e voglio seguirla nel prossimo capitolo della sua storia", ha spiegato Mayer aggiungendo che al momento non ci sono novità significative legate al suo futuro.

Possibile fusione

Ora Verizon avrebbe intenzione di fondere Yahoo! e Aol, acquistata nel 2015 per 4,4 miliardi di dollari. In questo caso alla piattaforma di Aol verranno integrati i contenuti Internet di Yahoo! (motore di ricerca, servizio email, news e video). Secondo gli esperti del settore con questa acquisizione Verizon avrebbe lanciato un vero e proprio guanto di sfida sia a Google che a Facebook. La speranza del colosso della tecnologia è quella di creare un gruppo abbastanza forte in grado di competere sul fronte della raccolta pubblicitaria online. 

Loro non si vendono
Restano invece fuori dall'accordo la parte dei brevetti e le quote che Yahoo! ha in Alibaba e in Yahoo! Japan. Un tesoretto di circa 40 miliardi di dollari. Al contrario è destinato a scomparire il nome Yahoo! che nel 1994 aveva fatto la sua primissima apparizione in un camper e in una stanza del dormitorio dell'Università di Stanford, in California, con una start up fondata da due studenti: Jerry Yang e David Filo.

Le prime dichiarazioni
"L'acquisizione di Yahoo! mette il nostro gruppo in una posizione molto competitiva come società di primo piano nella telefonia mobile a livello globale, e aiuta ad aumentare le nostre entrate dalla pubblicita' digitale", ha spiegato soddisfatto Lowell C. McAdam, Ceo e presidente di Verizon.

26 luglio 2016

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #yahoo! #verizon

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.