Fastweb

Ue, nuove misure per la creazione di un mercato unico digitale

L'Unione europea chiede un roaming gratuito 90 giorni l'anno Web & Digital #roaming #ue L'Unione europea chiede un roaming gratuito 90 giorni l'anno Ecco la nuova proposta dell'Unione europea per garantire la gratuità del roaming in vista della fine dei sovraccosti prevista entro giugno 2017
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Ue, nuove misure per la creazione di un mercato unico digitale FASTWEB S.p.A.
Ue, verso un mercato unico digitale
Web & Digital
Introdotto anche il divieto di geo-blocking, ma restano fuori musica, ebook e altri prodotti non audiovisivi

La Commissione Europea ha adottato un nuovo pacchetto di misure per la creazione di un mercato unico digitale: limiti pubblicitari e obbligo di promozione dei film europei per Tv tradizionali, on-demand, e per piattaforme come YouTube e Netflix, libertà di acquistare online senza limitazioni di residenza o carte di pagamento. E ancora, maggiori garanzie per i minori e per i consumatori.

Resta limitata, invece, la diffusione di musica, ebook, giochi e software. Prodotti che non si potranno acquistare al di fuori degli store del proprio Paese. 

Sul divieto di geo-blocking, da cui sono rimasti fuori i settori citati, il vicepresidente della Commissione Ue al mercato unico digitale Andrus Ansip ha dichiarato che quella avanzata non è certo "la proposta più ambiziosa" ma si vogliono raggiungere scopi concreti e per questo si è disposti al compromesso. Aggiungendo che "non sono le società americane ma quelle europee che vogliono mantenere il mercato frammentato".

La Federazione europea degli editori è si detta soddisfatta per l'esclusione degli ebook dai provvedimenti anti-geoblocking adottati. Secondo il presidente della Fep Pierre Dutilleul, rendere i libri digitali accessibili per l'acquisto da ogni Paese Ue "senza averne valutato l'impatto sarebbe stato dannoso per il mercato stesso". Adesso, invece, gli editori potranno lavorare con la Commissione Ue "per trovare il giusto equilibrio".

Per l'associazione dei consumatori europei del Beuc, le proposte sul divieto di geo-blocking adottate "sono un altro passo avanti verso la creazione di un mercato unico digitale ma resta comunque deplorevole il fatto che i consumatori possano ancora essere bloccati per comprare prodotti digitali come ebook e musica da venditori basati in altri Paesi".

26 maggio 2016

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #ue #geo-blocking

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.