ubuntu focal fossa

Ubuntu Focal Fossa, le caratteristiche della nuova versione

Rilasciata la nuova versione del sistema operativo Ubuntu: nuova interfaccia grafica e funzionalitą per migliorare le prestazioni
Ubuntu Focal Fossa, le caratteristiche della nuova versione FASTWEB S.p.A.

L'attesa è finita: dal 23 aprile 2020 è disponibile Ubuntu 20.04 LTS "Focal Fossa", il cui nome è stato scelto in onore del "Fossa" (Cryptoprocta ferox), un piccolo mammifero carnivoro del Madagascar che assomiglia ad un puma. Come tutte le LTS, cioè Long Term Support, questa release di Ubuntu sarà supportata per cinque anni. Cioè fino al 2025. Ciò la rende particolarmente attraente per chi ha bisogno di un sistema stabile e costantemente aggiornato.

Come tutte le release di Ubuntu, e forse ancor di più delle precedenti, la 20.04 LTS Focal Fossa è la distribuzione di Linux più user friendly tra quelle disponibili. Anche chi non ha mai usato il terminale dei comandi, e mai lo vorrà usare, può installare questo sistema operativo. Ecco tutte le novità.

Ubuntu Focal Fossa: l'installazione

Le novità di Focal Fossa si vedono già dall'installazione: c'è un nuovo tool grafico per scegliere la routine di installazione più adatta a noi, con una finestra "Funzioni avanzate" dalla quale possiamo scegliere l'opzione Logical Volume Management (LVM) o il file system ZFS. Con LVM è possibile aggregare lo spazio di più dischi fisici in un solo disco logico "virtuale". Il file system ZFS, invece, è ancora in fase sperimentale ed è quindi sconsigliato a chi necessita della massima affidabilità anche se, in teoria, proprio l'affidabilità sarebbe il suo punto di forza. È comunque supportato anche il file system exFAT (anche noto come FAT64), introdotto da Microsoft con Windows Embedded CE 6.0.

Ubuntu Focal Fossa: la nuova interfaccia grafica

ubuntu focal fossa interfaccia

Come su ogni nuova versione di Ubuntu, anche su Focal Fossa c'è una piccola modifica alla grafica e all'ambiente desktop. Che, in questo caso, è GNOME 3.36.0. Per lo sfondo del desktop è possibile scegliere tra diverse foto e rendering, ma lo sfondo di default rappresenta proprio il mammifero del Madagascar. I colori dominanti sono il viola e l'arancione e il tutto è molto elegante e pulito.

Graficamente Ubuntu 20.04 è molto bello da vedere e piacevole da usare grazie al tema grafico, che è una modifica del noto Yaru già introdotto con Ubuntu 18.10. Ciò vuol dire che chi è fermo all'ultima Long Term Support, cioè Ubuntu 18.04.4 LTS, vedrà molte differenze nell'ambiente grafico. Tra le principali, c'è sicuramente la possibilità di scegliere tra tre temi: Light, Standard e Dark. Su Ubuntu, quindi, arriva finalmente il tema scuro.

Ubuntu Focal Fossa: compatibilità hardware e aggiornamenti

La LTS 20.04 di Ubuntu fa un grosso passo avanti in fatto di compatibilità hardware, perché grazie al kernel Linux 5.4 ora supporta i processori Intel Comet Lake e Tiger Lake, gli AMD Dali e i Qualcomm Snapdragon 835 e 855. C'è anche il supporto ufficiale alle GPU AMD Arcturus, Navi 12 e Navi 14 di AMD e alle APU mobile Renoir. Cresce anche il numero di periferiche supportate, che ora include ad esempio la tavoletta grafica Wacom MobileStudio Pro da 13 pollici, i mouse Logitech Lightspeed, i dispositivi touch di Smart Technologies e molto altro.

ubuntu linux

Su Ubuntu Focal Fossa, poi, migliora una delle funzionalità più interessanti (sognate dagli utenti Windows): Livepatch, il sistema di aggiornamenti in background del sistema operativo che non richiede riavvii o stop del computer, ma fa tutto da solo. E di solito funziona anche bene.

Ubuntu Focal Fossa: WireGuard VPN di default

Sulla LTS 20.04 di Ubuntu è supportato nativamente il protocollo open source WireGuard, per creare reti private virtuali sicure e dalle buone prestazioni (rispetto ad altri protocolli come OpenVPN e IPsec). Il client WireGuard viene installato di serie ed è subito disponibile per l'utente.

Ubuntu Focal Fossa: installazione delle app

Ma la novità più grande di Ubuntu 20.04 LTS, quella che lo rende veramente user friendly, è la possibilità di installare quasi tutte le app tramite interfaccia grafica e Snap Store (ma è comunque ancora possibile usare i comandi apt-get e apt da linea di comando, se preferiamo). L'interfaccia è stata aggiornata e permette ora di scegliere tra app "Stable", "Candidate", "Beta" e "Edge". Gli utenti alle prime armi farebbero bene a installare solo le app stabili.

Infine, all'interno di Ubuntu Focal Fossa 20.04 LTS sono state aggiornate le seguenti app, alle ultime versioni disponibili:

  • Thunderbird: 68.6.0
  • LibreOffice: 6.4.2.2
  • Firefox: 75.0
  • Files: 3.36.1.1-stable
  • gcc: 9.3.0
  • OpenSSL:  1.1.1d

 

26 aprile 2020

copyright CULTUR-E
Condividi
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail