Twitter rimane senza

Tutti i potenziali acquirenti di Twitter si sono ritirati

Dopo conferme e smentite, anche Salesforce si ritira dall'acquisizione di Twitter, considerata troppo rischiosa. Ultima in ordine di tempo è stata la Disney
Tutti i potenziali acquirenti di Twitter si sono ritirati FASTWEB S.p.A.

Inizialmente erano stati in tanti, tra conferme e smentite, a dimostrare il loro interesse per l'acquisto di Twitter, che ha deciso di vendere a causa dei conti in rosso e dalla difficoltà da parte della società di trovare il modo per rilanciare il social. In una prima fase, tra i possibili acquirenti c'erano Google, Walt Disney, Microsoft e, soprattutto, Salesforce. Secondo le ultime indiscrezioni, però, tutte queste aziende avrebbero, una dopo l'altra, rinunciato a fare un'offerta.

Ultima tra loro Salesforce che negli ultimi tempi era data per "favorita". A scoraggiare l'acquisto, le paure e le critiche degli azionisti. Così, in un'intervista al quotidiano economico Financial Times, il Ceo della società Marc Benioff ha escluso un'offerta sul social network definendola una soluzione "non adatta per diverse ragioni".

Immediata la reazione a Wall Street dove il titolo Twitter è crollato dell'8,5% a 16,28 dollari per azione. Lo stesso quotidiano, citando alcune fonti interne all'azienda, ha spiegato che il dossier per la cessione è "virtualmente morto" anche se gli advisor sono ancora alla ricerca di acquirenti potenziali.

L'addio della Disney

Ed ecco che anche Topolino ha deciso di defilarsi definitivamente dall'affare. Tutto per problemi legati all'immagine. Walt Disney infatti ritiene che la mancanza di censure sul social network possa in un qualche modo danneggiare l'immagine aziendale legata spesso e volentieri alle famiglie.

L'indiscrezione arriva direttamente dall'agenzia di stampa Bloomberg. La Disney pareva davvero interessata ad acquistare il social network tanto da aver ingaggiato JPMorgan e Guggenheim Partner per valutare eventuali offerte da presentare a Twitter.

Insomma una vera e propria Caporetto per Jack Dorsey. A poco più di un anno dal suo ritorno, il Ceo non è riuscito a rilanciare il social, deludendo le aspettative di molti. Ora è sotto pressione: un incontro recente il consiglio di amministrazione gli avrebbe ancora concesso un po' di tempo, ma non molto.

17 ottobre 2016 (aggiornato il 18 ottobre 2016)

La Redazione
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c'è da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail