Fastweb

Nuove funzionalità per Google Assistant

McDonald Web & Digital #assistenti vocali #amazon alexa McDonald accetta le richieste di lavoro tramite Alexa e Google Assistant Nuove frontiere per le job application: il gigante del fast food apre alle candidature tramite assistenti virtuali
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Nuove funzionalità per Google Assistant FASTWEB S.p.A.
google assistant
Web & Digital
Da oggi Google Assistant è in grado di interpretare e tradurre testi in tempo reale, ma non solo

Google Assistant sta diventando sempre più intelligente. Al CES di Las Vegas, Google ha annunciato una serie di nuove funzionalità per l'assistente digitale basato su intelligenza artificiale attraverso smartphone, altoparlanti intelligenti e dispositivi domestici intelligenti - incluso un sistema di traduzione in tempo reale.

Questa nuova caratteristica è l'aggiornamento più significativo. Abbiamo visto un tipo di capacità simile con gli auricolari Pixel Buds, ma questa sembra più avanzata. Sostanzialmente si potrà tenere una conversazione di fronte a un altoparlante o display intelligente a scelta e fare in modo che l'Assistente Google traduca tutto nella lingua selezionata.

Si chiama modalità interprete e la potremo utilizzare nelle prossime settimane sugli altoparlanti e gli smart display di Google Home con l'Assistente Google a bordo. Con un comando come "Ehi Google, sii il mio interprete francese" si potrà parlare francese tradotto in italiano quasi istantaneamente. Google dice che al momento del lancio sono supportate una dozzina di lingue.

Questo è solo l'inizio però. Google Assistant sta entrando a far parte di Google Maps in Android Auto (la modalità di guida disponibile nelle unità stereo per auto e sui telefoni Android). Si potrà quindi utilizzare la voce e l'Assistente per condividere la propria posizione con amici e familiari, rispondere ai messaggi, mettere musica e podcast e altro ancora.

Seguendo l'esempio di Amazon Alexa, Google Assistant fa il suo approdo nelle auto con dispositivi dedicati come Anker Roav Bolt (49,99 dollari) e JBL Link Drive (59,95 dollari). Collegando questi caricabatterie intelligenti a una presa di corrente di riserva, questi  funzioneranno con l'autoradio (tramite Bluetooth o una connessione cablata) per consentire l'accesso all'Assistente, sia che si desideri riprodurre alcuni brani che ottenere indicazioni stradali.

Sul telefono, Google Assistant per Android e iOS consentirà presto di controllare le informazioni in merito ad un volo direttamente con la voce (con United Airlines il primo partner a registrarsi). Arriveranno anche nuove integrazioni con i siti di prenotazione degli alberghi e le app degli itinerari di viaggio, quindi l'Assistente saprà di più sul vostro viaggio e sarà più utile (almeno in teoria).

Google Assistant funziona già con oltre 10.000 dispositivi e oltre 1.600 marchi di automazione, afferma Google, e tale elenco aumenterà. L'integrazione promessa da Google Assistant con Sonos One e Sonos Beam sta per essere pubblicata, con molte altre partnership hardware a venire, che copriranno tutto, dai televisori ai sensori esterni per le perdite d'acqua.

Per incoraggiare i produttori ad implementare l'Assistente Google nei loro prodotti, Google sta introducendo una nuova piattaforma Google Assistant Connect, che semplifica l'integrazione dell'Assistente in qualsiasi tipo di dispositivo. Uno di questi dispositivi mostrato al CES era un elegante orologio intelligente di Lenovo. Il dispositivo touchscreen da 4 pollici, lanciato a 79,99 dollari, è progettato principalmente per segnare il tempo, ma aggiunge anche tutte le solite funzionalità intelligenti di Google Assistant.

Google è chiaramente in competizione con Amazon per portare il suo assistente intelligente su un numero sempre maggiore di dispositivi e su quante più piattaforme possibili, a volte alternandosi nelle integrazioni. Alcuni dispositivi, infatti, come il Sonos One, ora hanno sia Amazon Alexa che Google Assistant.

La buona notizia per gli utenti è che questi assistenti intelligenti possono essere facilmente aggiornati da Amazon e Google lato server, il che significa un flusso continuo di nuove funzionalità e funzioni con cui "giocare".

10 gennaio 2019

Fonte: newatlas.com

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #google assistant #assistenti vocali #amazon alexa

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.